Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 25 luglio 2024  | aggiornato alle 11:49 | 106689 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Ciak&Cheese, alla prima edizione trionfa l'istituto "Tonino Guerra" di Novafeltria

Ciak&Cheese è rivolto agli Istituti professionali per i servizi alberghieri e ristorazione dell’Emilia Romagna per la realizzazione di una video ricetta a base di Casciotta d’Urbino Dop e/o di Formaggio di Fossa di Sogliano Dop

 
02 gennaio 2024 | 14:41

Ciak&Cheese, alla prima edizione trionfa l'istituto "Tonino Guerra" di Novafeltria

Ciak&Cheese è rivolto agli Istituti professionali per i servizi alberghieri e ristorazione dell’Emilia Romagna per la realizzazione di una video ricetta a base di Casciotta d’Urbino Dop e/o di Formaggio di Fossa di Sogliano Dop

02 gennaio 2024 | 14:41
 

Grande successo per la prima edizione di Ciak&Cheese, il progetto a cura del Consorzio Tutela Casciotta d’Urbino Dop, finanziato dalla Regione Emilia Romagna, in collaborazione con Confcooperative Emilia Romagna, rivolto agli Istituti professionali per i servizi alberghieri e ristorazione dell’Emilia Romagna per la realizzazione di una video ricetta a base di Casciotta d’Urbino Dop e/o di Formaggio di Fossa di Sogliano Dop, al fine di valorizzare due eccellenze casearie italiane.

Nella sede dell’Istituto Superiore d’Istruzione “Tonino Guerra” di Cervia (Ra), alla presenza del dirigente scolastico Scilla Reali, si è svolto l’evento finale con la premiazione delle classi coinvolte nella prima edizione del progetto.

Ciak&Cheese, alla prima edizione trionfa l'istituto

La premiazione dei ragazzi dell'Istituto Statale d’Istruzione Superiore “Tonino Guerra” di Novafeltria (Rn)

Con la ricetta “Sfera di cioccolato con crema di Casciotta e cialda di Fossa” l’Istituto Statale d’Istruzione Superiore Tonino Guerra di Novafeltria (Rn) si è aggiudicato la vittoria della prima edizione di “Ciak&Cheese”.

A decretare la scuola vincitrice: Milvia Panico direttore marketing TreValli Cooperlat; Renzo Armuzzi, capo Settore Organizzazione di Mercato, Qualità e Promozione, Regione Emilia Romagna; Otello Renzi esperto gastronomo e sommelier; Gabriele Longanesi produttore caseario. A capo della giuria Gianluigi Draghi, presidente del Consorzio Tutela Casciotta d’Urbino Dop. Per la stampa Annalisa Raduano della rivista Il Latte e Laura Giorgi di Corriere Romagna. Con l’intervento di Paolo Cesaretti, coordinatore del Consorzio Tutela Casciotta d’Urbino Dop, ha moderato la giornata Davide Pieri di Confocooperative Emilia Romagna, unione regionale della principale organizzazione di rappresentanza del movimento cooperativo italiano.

Ciak&Cheese, valorizzare le eccellenze Dop attraverso educazione e creatività gastronomica 

«Ciak&Cheese è molto più di un concorso - ha dichiarato Gianluigi Draghi - è un’opportunità per esplorare il mondo dei formaggi Dop in modo nuovo, entrando nelle scuole a contatto con i futuri operatori del settore turistico alberghiero. A partire dalla conoscenza delle due Dop, attraverso una lezione dedicata e la preparazione della ricetta in cucina, il progetto ha guidato i ragazzi nella realizzazione di video ricette, coniugando la narrazione puntuale degli ingredienti e dei procedimenti con un approccio multimediale, giocoso e informale, adatto per i nuovi mezzi di informazione, che sempre più hanno un impatto significativo sul mercato e sul processo decisionale di acquisto da parte dei consumatori».

Milvia Panico direttore marketing TreValli Cooperlat ha affermato «Il progetto si può riassumere in tre parole chiave. La prima è qualità: nel settore dei consumi fuori casa i professionisti devono essere in grado di regalare un’esperienza di qualità e che diventi poi un ricordo memorabile. La seconda parola è sistema: la filiera agroalimentare italiana ha la necessità di essere valorizzata anche in collaborazione perché insieme si possa produrre valore, quindi portare i formaggi Dop, che rappresentano una componente fondamentale della produzione lattiero casearia del nostro Paese, a valorizzare l’intero patrimonio agroalimentare italiano. La terza parola è comunicazione, nel senso che per quante eccellenze e competenze ci possano essere, se non opportunamente comunicate attraverso i molteplici canali di comunicazione odierni, non si possono orientare le scelte di consumo verso una sempre maggiore qualità».

«Iniziative come questa sono importantissime perché rivolte agli ambasciatori del futuro di prodotti Dop - ha dichiarato Renzo Armuzzi dell’Organizzazione di Mercato, Qualità e Promozione della Regione Emilia Romagna, direzione generale Agricoltura - Noi come Regione Emilia Romagna supportiamo, sia attraverso fondi europei che fondi regionali, come è avvenuto per questo progetto, la conoscenza dei prodotti a qualità regolamentata Dop, Igp e biologico. Sono progetti che guardano alla promozione di prodotti ricchi di storia, cultura e tradizione affinché i futuri chef o ristoratori conoscano il valore di questi prodotti di qualità regolamentata».

Le valutazioni assegnavano: 3 punti per la presentazione del piatto, 10 punti per l’aspetto gustativo, 3 punti per la capacità di esaltare l’abbinamento tra prodotti utilizzati e formaggio, 2 punti per l’originalità della ricetta, 2 punti per la capacità di realizzare un contenuto efficace per i social.

Gli altri istituti coinvolti sono stati: l’Istituto d’Istruzione Superiore “Tonino Guerra” di Cervia che ha partecipato con la ricetta “Diamanti di sfoglia alla castagna ripieni di Casciotta D’Urbino, salicornia, spuma di Fossa, cruditè di scampi e caviale di balsamico” e l’Istituto Professionale di Stato e di servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità “S. Savioli” di Riccione (Rn) con la ricetta “Cappelletto ripieno di guancia di manzo e variazione di formaggio di fossa di Sogliano Dop”.

La scuola vincitrice ha ricevuto in premio una targa e un quantitativo di formaggi Dop. Alle altre scuole aderenti è stato consegnato un attestato di partecipazione e un premio in formaggi Dop.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Consorzio Asti DOCG
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Longarone Fiere
Sartori

Consorzio Asti DOCG
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Longarone Fiere

Sartori
Siad 2023
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena