Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 22 luglio 2024  | aggiornato alle 10:01 | 106604 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

Grazie al ritiro dal Roland Garros di Djokovic, Jannik Sinner è diventato il numero uno al mondo. Il tennista, ricordiamo, segue una dieta particolare volta a migliorare le proprie performance sul campo. Dunque, scopriamo insieme alcuni ingredienti della dieta dell'altoatesino (con qualche sgarro, che non fa mai male)

04 giugno 2024 | 17:15
Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta
Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

Grazie al ritiro dal Roland Garros di Djokovic, Jannik Sinner è diventato il numero uno al mondo. Il tennista, ricordiamo, segue una dieta particolare volta a migliorare le proprie performance sul campo. Dunque, scopriamo insieme alcuni ingredienti della dieta dell'altoatesino (con qualche sgarro, che non fa mai male)

04 giugno 2024 | 17:15
 

Jannik Sinner è nella storia del tennis italiano. Il giocatore altoatesino, infatti, è diventato il primo tennista del nostro Paese a raggiungere la prima posizione nel ranking Atp grazie alla ritiro dal Roland Garros del serbo Novak Djokovic (ora numero due). E come ogni sportivo vincente, Sinner segue una dieta particolare volta a migliorare le proprie performance sul campo. Dunque, scopriamo insieme alcuni ingredienti della dieta di Jannik (con qualche sgarro, che non fa mai male dopotutto) e i suoi segreti.

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

Dieta e segreti di Jannik Sinner

I segreti e la dieta di Jannik Sinner, il tennista numero uno al mondo

1. Sinner e l'amore per le carote

Jannik Sinner, noto per il suo fisico impeccabile, ha sempre dichiarato di amare il gusto delle carote. Durante le partite, è solito consumarle durante il cambio campo. Una passione per le carote che ha generato un seguito di fan entusiasti che si autodefiniscono i "Carota Boys": cinque ragazzi che, ispirati dalla capigliatura rossa di Sinner, si vestono come gli ortaggi durante le sue partite, diventando un fenomeno virale e un'attrazione durante i match.

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

I Carota Boys, fan di Jannik Sinner

Le carote sono ricche di betacarotene, che il corpo converte in vitamina A, favorendo la salute della vista e della pelle. Sono una fonte di fibre, antiossidanti e vitamine come la C, contribuendo alla salute del sistema immunitario e alla digestione.

2. Fish & chips

Nonostante l'amore per le carote, Jannik specifica di non voler troppa verdura nel suo piatto. L'altoatesino, infatti, non disdegna di concedersi qualche fish & chips, piatto che ha imparato ad amare durante i suoi viaggi nel mondo del tennis e che consuma regolarmente poiché fornisce proteine magre e acidi grassi omega-3 benefici per la salute, provenienti dal pesce.

3. No agli insetti, sì a pizza e sushi

Sebbene la tradizione altoatesina non comprenda pizza e sushi, Sinner rivela di apprezzarli particolarmente. Ma c'è una cosa che ha giurato di non fare mai nella vita: mangiare insetti.

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

Jannik Sinner ha giurato di non mangiare mai gli insetti

«So che c'è molta gente che lo fa, ma per me è un'esperienza impensabile, non potrei mai fare una cosa del genere» aveva rivelato in un'intervista.

4. La pasta e i dolci

Sinner è anche un discreto cuoco, sebbene a casa sia il padre a occuparsi della cucina essendo il suo mestiere. Hanspeter, 59 anni, infatti, è stato per anni il cuoco del Rifugio Fondovalle (Talschlusshütte) in Val Fiscalina, mentre Siglinde - la madre - si occupava dell'accoglienza clienti. Jannik sa comunque preparare un piatto di pasta dignitoso, anche se la sua vera passione rimangono i dolci. Non rinuncia mai a concedersene uno, assicurando che non perderà mai una partita per colpa di un dolce: «Mi piacciono tantissimo e spesso me ne concedo uno. Alla fine non si perde una partita perché si mangia qualche dolce».

La dieta degli altri tennisti: Novak Djokovic

Se la dieta di Jannik Sinner è abbastanza "elastica", quella di Novak Djokovic, serbo di 36 anni e ora numero due al mondo, è decisamente più ferrea. La sua attenzione ai dettagli nella scelta degli alimenti è evidente sin dal mattino, quando inizia la giornata con un bicchiere di acqua calda o a temperatura ambiente con del limone, evitando l'acqua fredda per non costringere il corpo a spendere energia per riscaldarla. Subito dopo, un frullato verde contenente alghe, come la spirulina, sedano, spinaci e frutta varia. La frutta costituisce una componente fondamentale della dieta del tennista serbo, fornendo l'energia necessaria per gli allenamenti e le sessioni in palestra. Djokovic cerca di limitare il tempo dedicato al pasto, praticando un digiuno di 14-16 ore al giorno per ridurre al minimo l'energia impiegata nella digestione. Ogni aspetto della sua alimentazione è attentamente misurato, con un consumo energetico ridotto al minimo.

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

La dieta di Novak Djokovic

La colazione consiste in una ciotola di muesli biologico senza glutine, avena, frutta varia e due cucchiai di miele di manuka, noto per le sue proprietà fitoterapiche. I primi carboidrati complessi vengono introdotti soltanto a pranzo. Nonostante la base della dieta di Djokovic sia costituita da alghe, piante e verdure, i suoi pasti includono anche riso, patate e quinoa a pranzo, sempre accompagnati da alimenti di origine vegetale. La cena, consumata entro le ore 19:00, è incentrata sulle proteine provenienti esclusivamente da fonti vegetali, con il tofu come protagonista principale. La dieta di Djokovic, priva di carne e pesce, segue una routine rigorosa che si ripete per 365 giorni all'anno, senza concessioni a ciò che comunemente definiremmo "sgarri".

La dieta degli altri tennisti: Carlos Alcaraz

A parlare della dieta di Carlos Alcaraz, campioncino spagnolo classe 2003 e numero tre al mondo, è stato il suo preparatore atletico Alberto Lledò in una intervista a un magazine specializzato. «Uno come Alcaraz ha bisogno di glicogeno per avere energia, ma anche di carboidrati e in parte di grassi. E poi ci sono le proteine per il recupero e per generare massa, in base al lavoro da svolgere» ha raccontato Lledò.

Sinner primo tennista italiano numero 1 al mondo: ecco la sua dieta

La dieta di Carlos Alcaraz

Aggiungendo che è stato fatto un gran lavoro di educazione alimentare con Alcaraz, che ha portato i suoi frutti: «Carlos era abituato a mangiare pochissimo per gli standard di un atleta. Aveva le abitudini di un ragazzo qualsiasi. Ovviamente - ha poi concluso - il cambiamento non è stato semplice, ma era fondamentale per aggiungere peso e massa muscolare».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Longarone Fiere
Molino Colombo
Tecnoinox
Di Marco

Longarone Fiere
Molino Colombo
Tecnoinox

Di Marco
Consorzio Barbera Asti
Prima