Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 04 marzo 2024  | aggiornato alle 06:29 | 103574 articoli pubblicati

Tony Berry, star dei social e barman dell’anno

Originario di Messina ma trapiantato a Roma 7 anni fa, gestisce insieme a dei soci il bar “Porto di Ripetta” nel centro storico della Capitale. Con l’arrivo del Covid, nel primo lockdown, è diventato popolare sui social. Con 5.352 preferenze, è risultato il nome più votato del sondaggio Personaggio dell’anno nella categoria Barman

di Carmine Lamorte
04 marzo 2022 | 05:00
Tony Berry Tony Berry, star dei social e barman dell’anno
Tony Berry Tony Berry, star dei social e barman dell’anno

Tony Berry, star dei social e barman dell’anno

Originario di Messina ma trapiantato a Roma 7 anni fa, gestisce insieme a dei soci il bar “Porto di Ripetta” nel centro storico della Capitale. Con l’arrivo del Covid, nel primo lockdown, è diventato popolare sui social. Con 5.352 preferenze, è risultato il nome più votato del sondaggio Personaggio dell’anno nella categoria Barman

di Carmine Lamorte
04 marzo 2022 | 05:00
 

Il vincitore di questa edizione del Premio di Italia a Tavola nella categoria Barman è un giovane praticamente sconosciuto al mondo del bartending, ma molto noto e popolare nel mondo dei social, da TikTok a YouTube a Instagram, con ben 1 milione di follower tra i vari canali raggiunti nel giro di pochi mesi. “Tony Berry”, il suo nome d’arte, Antonino Bernardo all’anagrafe, è nato 34 anni fa a Messina, dove si diploma al Liceo Artistico. Come molti studenti inizia a lavorare nel mondo dei bar appassionandosi, tanto da decidere di proseguire in questa carriera. Sette anni fa con la fidanzata, oggi moglie, si trasferisce a Roma, riuscendo a rilevare la gestione, insieme a dei soci, del bar “Porto di Ripetta” nel centro storico della Capitale in via di Ripetta al 159/170.

La popolarità e bravura di Tony sono il risultato di questo terribile periodo che ha colpito la nostra società negli ultimi 2 anni, e in particolare il mondo dei pubblici esercizi, che durante il lockdown costrinse migliaia di barman e baristi a rimanere a casa per oltre 3 mesi con i locali chiusi.

Tony, come hai affrontato quel periodo difficile?
Iniziai ogni mattina a preparare il cappuccino alla mia consorte, e avendo molto tempo a disposizione unii la mia passione per l’arte e per il lavoro di barman iniziando a disegnare sulla schiuma del cappuccino con dei coloranti alimentari. Iniziai a fotografare le mie realizzazioni postandole sul social del momento, TikTok, ma anche Instagram e Facebook, notando fin da subito che i miei lavori ricevevano molti like e condivisioni, oltre a numerose visualizzazioni sul mio profilo, che giorno dopo giorno durante la pandemia crescevano sempre più.

Mese dopo mese i tuoi profili social sono cresciuti a dismisura. Come è decollata la tua notorietà?
Iniziarono ad arrivarmi richieste da parte di numerosi utenti, dallo scrivere il loro nome sul cappuccino, a richieste di dediche d’amore, frasi di canzoni famose, fino a richieste difficili come i ritratti di persone famose, e con mio stesso stupore li ritrovai postati sui loro social: da Vasco Rossi ad Alessandra Amoroso, da Manuela Arcuri a Khaby Lame, ecc.

Grazie a questo, alla ripresa dell’attività lavorativa, Tony inizia a proporre i cappuccini artistici nel suo locale ricevendo subito consensi, ed ottenendo successi, e oltre a coloro che lo seguono sui social, numerosi furono quelli che uscendo dall’etere sono poi andati a trovarlo di persona nel suo bar, perché comunque alla fine ricordiamoci che essere “social” e usare i moderni mezzi di comunicazione è importante, ma è poi necessario dimostrare competenza e professionalità sul campo.

Tony Berry Tony Berry, star dei social e barman dell’anno

Tony Berry

Una domanda che mi viene spontanea: come spieghi che pur avendo un notevole seguito su Instagram, come mi hai detto, hai vinto ottenendo solo poco più di 5mila preferenze, molte meno rispetto alle altre categorie in gara?
Ritengo che i miei follower mi abbiano aiutato tantissimo, il sondaggio si è sviluppato su 3 turni e in ordine ho ricevuto i seguenti voti: 2.005, 7.418 e 5.352, per un totale di 14.775 preferenze. Sono molto soddisfatto e contento di questo! Premesso questo, mi preme precisare che sono venuto a conoscenza di questo sondaggio grazie ad un cliente del mio bar, che una mattina mi fece i complimenti per aver superato il 2° turno, da qui mi sono attivato chiedendo ai miei follower, amici e conoscenti di votarmi ed è grazie a loro se adesso posso parlare di questa vittoria.

Cosa ne pensi delle associazioni professionali di categoria barman/baristi?
Penso che sia un ottimo trampolino di lancio per tutti quei giovani che vogliono avvicinarsi per la prima volta a questo settore.

Durante la giornata quanti cappuccini “artistici” ti capita di fare?
Ogni giorno preparo centinaia di cappuccini artistici: da quelli più semplici con le scritte e le frasi fino a quelli più complicati che mi richiedono più tempo di realizzazione come i ritratti e i disegni particolari.

Il prezzo di un tuo cappuccino artistico è diverso da un cappuccino normale?
Sì il prezzo varia, anche se di poco, considerato il fatto che per fare un cappuccino artistico, utilizzo coloranti alimentari e impiego molto più tempo rispetto ad un cappuccino “normale”.

Che opinione hai sul futuro della categoria bar, dopo questo periodo difficile?
Sicuramente veniamo da un terribile periodo dove la mia categoria è stata fortemente penalizzata; detto questo, spero che tutto torni alla normalità il prima possibile, anche perché il caffè rientra tra le bevande più amate e consumate di tutto il mondo!

 

INTERVISTA FLASH

Il tratto principale del tuo carattere?
La simpatia e la creatività.

Il tuo difetto maggiore?
L’essere troppo autocritico in tutto quello che faccio.

Il tuo pregio a cui tieni di più?
L’ambizione e la tenacia.

Il vino che preferisci?
Rosso: Merlot. Bianco: Gewürztraminer.

Il piatto che preferisci?
Da buon siciliano amo i Maccheroni alla Norma.

Il caffè da te preferito in termini di provenienza?
In termini di provenienza preferisco una miscela brasiliana 60% Robusta e 40% Arabica.

Il tuo colore preferito?
Blu.

Il tuo hobby?
Il disegno.

Il tuo sport?
Il pugilato.

Il nome del tuo animale domestico?
Non ho un animale domestico

Se non vivessi a Roma dove vorresti abitare?
New York

Il tuo scrittore preferito?
Antoine de Saint-Exupéry

Il libro preferito?
Il piccolo principe

Il regista che preferisci?
Paolo Sorrentino

Il tuo film preferito?
Never back down 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Mulino Caputo

Tipicità
Prugne della California
Horeca Expoforum