Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 27 maggio 2024  | aggiornato alle 19:03 | 105437 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

Miglior cantina

Hotel De’ Ricci, prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

È il paese delle meraviglie per ogni appassionato e intenditore di vino. Dalle stanze al fumoir fino alla preziosa cantina ogni angolo è studiato per mettere al centro dell’attenzione il vino e far vivere un’atmosfera unica, elegante e lussuosa insieme

di Giusy Ferraina
 
08 marzo 2023 | 09:30

Hotel De’ Ricci, prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

È il paese delle meraviglie per ogni appassionato e intenditore di vino. Dalle stanze al fumoir fino alla preziosa cantina ogni angolo è studiato per mettere al centro dell’attenzione il vino e far vivere un’atmosfera unica, elegante e lussuosa insieme

di Giusy Ferraina
08 marzo 2023 | 09:30
 

Siete mai stati in un Wine Boutique Hotel? Ne abbiamo trovato uno nel cuore di Roma, una piccola struttura, elegante e raffinata, ma soprattutto molto preziosa, che promette esperienze uniche. Stiamo parlando dell’Hotel De’ Ricci, primo Wine Boutique Hotel della Capitale con ben 1500 etichette (per oltre 10.000 bottiglie). Wine Spectator per il quarto anno consecutivo gli ha conferito il premio di Miglior cantina di Roma, un primato che continua a confermare dal giorno della sua apertura, nel maggio 2017. Fin dalla sua costruzione l’idea del vino ha accompagnato l’hotel, nessun riadattamento o restyling, ma un’intuizione originale che nel tempo ha preso corpo.

Hotel De’ Ricci prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

Hotel De’ Ricci, primo Wine Boutique Hotel della Capitale

Hotel De’ Ricci si trova a via della Barchetta, per arrivare qui ci perdiamo piacevolmente tra i vicoli del centro storico, quelli meno frequentati e più belli, che ti offrono lo scorcio improvviso di un campanile, meravigliose vetrine di design, botteghe artigiane e antiquari. Intorno a noi, turisti per un giorno, si respira l’aria frizzante di una bella mattina d’inverno. Ci confondiamo in mezzo ai veri turisti e attraversiamo Piazza Navona, Campo dei Fiori e Piazza Borghese per giungere infine in questo piccolo tempio dedicato al vino.

Qui ogni appassionato, collezionista e intenditore si troverà nel suo “paese delle meraviglie” dove vivere un soggiorno “enologico” a tutto tondo. Dalla cantina situata nella parte sotterranea fino alle 8 suite a tema passando per il ristorante e il private bar il vino è, infatti, il nostro fil rouge. Dalla hall ai piani alti tutto è rivestito di un’eleganza studiata, calda e accogliente. I velluti e i tessuti, i quadri, il legno, i mobili dal sapore vintage che ripercorrono il secolo scorso arricchiscono ogni angolo di questo posto e lo rendono un luogo fuori dal tempo. Camminare lungo i corridoi o stare seduti al cocktail bar regala proprio questa sensazione: uscire dalla contemporaneità e vivere un momento fuori da ogni frenesia.

Come funziona il Wine Hotel

Chi sceglie l’Hotel de’ Ricci ha ovviamente un suo personale interesse, degustare qualche preziosa bottiglia di vino, trovare un’etichetta rara o una vecchia annata e sa perfettamente che qui potrà esaudire il suo desiderio. Ciascuno degli ospiti dell’Hotel De’ Ricci può godere, infatti, in ognuna delle lussuose suite, di una propria personale cantina che andrà ad ospitare alcune tra le bottiglie più ricercate. Sin dalla prenotazione, infatti, i clienti potranno esprimere le proprie preferenze in fatto di vino e avere così un servizio ad personam, unico nel suo genere. Si potranno fare degustazioni guidate personalizzate, ricercare il miglior abbinamento durante il pranzo o la cena, godere di un buon calice nella propria stanza.

Ma questo originale Wine Boutique Hotel apre le porte anche a tutti gli appassionati, anche a quelli che non soggiornano direttamente in hotel, realizzando delle vere e proprie degustazioni guidate private, oltre a quelle in programma nel calendario di eventi che da sempre caratterizza l’insegna. Tutto è studiato nel minimo dettaglio da Flavio Scannavino, general manager che gioca il ruolo del padrone di casa, sommelier e grande appassionato, con competenza ed eleganza, cuce addosso al cliente la sua personale esperienza, a partire dai meeting di lavoro che possono riscoprirsi anch’essi entusiasmanti.

Hotel De’ Ricci prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

Otto le suite dell'hotel

La Cantina 

Scendiamo le scale e dal piano terra ci dirigiamo verso la stanza più importante di tutto l’hotel. Qui c’è la cantina, che si presenta come una sorta di forziere, dove troviamo un numero imprecisato di bottiglie, rigorosamente protette, soprattutto quelle d’annata per evitare che si rovini l’etichetta. Tutte in fila, ordinate, per nazionalità e regione. Questo posto è il sogno di ogni amante del vino. Solo per citarne qualcuno, sbucano dagli scaffali Gaja, Biondi Santi, Ornellaia, Terra di Lavoro, Sassicaia, diversi Barolo, Amarone. Tanti grandi marchi con un occhio di riguardo ai Super Tuscan che sono sempre i più richiesti.

La ricerca del vino è la parte che appassiona un po’ tutti qui in albergo, primi fra tutti ad essere coinvolti in prima persona il titolare con lo stesso Flavio Scannavino, che ricercano e acquistano tra le aste più famose, direttamente dai produttori e dai collezionisti con le loro cantine private. La carta dei vini è poi alimentata da un’attività continua di scouting in giro per l’Italia e per gli eventi da cui si tirano fuori piccoli artigiani e produttori poco conosciuti.

E se all’inizio non è stato facile far capire cosa fosse un wine hotel, cosa si poteva fare e richiedere, oggi questo posto è meta ricercata e richiesta di molti turisti italiani e stranieri, uomini e donne di passaggio per lavoro che si ritagliano qui un’esperienza speciale. Ad accompagnare i clienti in ogni loro desiderata ci sono quattro sommelier in tutto l’hotel, che conducono le degustazioni personalizzate in camera o negli ambienti comuni del De’ Ricci. Tutto prenotabile anche da esterni dell’hotel che vogliono organizzare una degustazione con bottiglie scelte da loro  e che lo staff interno cura sotto ogni aspetto, fino all’abbinamento con il food.

Hotel De’ Ricci prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

L‘Hotel De’ Ricci si trova in via della Barchetta

Cosa degustare oltre al vino, dalla colazione al drink serale

Aperto sin dalle 7 del mattino l’Hotel prevede una ricca colazione continentale alla carta e, da qualche mese, il ritorno del Brunch De’ Ricci, ogni domenica a partire dalle 11:30 fino alle 15:30. Qui possiamo optare per una colazione classica e vegana a base di frutta, yoghurt, latte, confetture, cereali e toast oppure lanciarci sulla Champagne Breakfast, colazione salata accompagnata da un flute di champagne, senza dimenticare il menu delle uova. A pranzo e a cena il ristorante dell’Hotel De’ Ricci apre le sue porte e anche in questo caso non si sbaglia un colpo, visto che i titolari dell’hotel sono una famiglia da sempre legata alla ristorazione nonché proprietaria dello storico Ristorante Pierluigi a pochi passi dal numero 14 di via della Barchetta. Carta dei vini ricca e complessa per non smentire il concept, con un’offerta attenta anche alle bollicine e a vini meno impegnativi.

Il menu del ristorante è semplice nella sua proposta ma di gran pregio, puntando tutto sulla materia prima e sull’eleganza di alcuni piatti, quasi tutti ispirati al mare come il Carpaccio di capesante con melone, pepe rosa e salicornia - Polpo pane carasau, polvere di olive taggiasche e stracciatella – Tonnarelli con gamberi, salicornia e bottarga – Filetto di maiale con riduzione di lamponi e verdure di stagione – Trippa di seppie. La cucina è fatta di sapori autentici, delicati e ben bilanciati tra loro. La tradizione italiana si racconta ai turisti attraverso delle materie prime importanti che vengono lavorate in modo semplice, per farle risaltare in tutta la loro essenza e sapore.

Il Brunch del weekend spazio sui sapori internazionali con un fantastico Avocado Toast con Salmone affumicato e Uova Poché cotto a 63° su Pane integrale ai multicereali, dei divertenti wrap di pollo o di salmone, i classici e consolatori pancake con sciroppo d’acero e frutti di bosco (e non solo), uova in ogni forma e cottura. Il tutto abbinato a calici di vino o bollicina o ad un cocktail e per i più tradizionali caffè e centrifughe.

E infine per concludere la serata ci aspetta Charade Bar, con le sue atmosfere da vecchio film in bianco e nero, ci ritroviamo comodamente seduti, abbracciati da velluti e cuscini, mentre una la bravissima Barlady prepara i suoi signature, ognuno dei quali ha una sua storia e un suo personaggio: CHARADE (Cognac, chambord, succo di limone e un po' di affumicato con mezcal). Un omaggio al locale, elegante come il cognac insieme allo chambord, misterioso come il mezcal. Rispecchia lo stile e la storia di quell’epoca e si consiglia l’abbinamento ad un buon sigaro; SIR CHURCHILL JW (whisky Johnny Walker Red 40 ml, Italicius 20 ml (succo pompelmo 10 ml), soda top, Build in High alla Pompelmo zest) il drink preferito di Churchill “Si dice che lo bevesse addirittura a colazione” e WHITE ANGEL (Sloe Gin 40 Vodka 30 Vermut 10 Shakerato con zenzero Coppa martini (zenzero candito) il cocktail di Audrey Hepburn nel film Colazione da Tiffany ma rivisitato con Gin, vodka, cointreau, brandy e zenzero. Completano la Drinklist i classici Old Fashioned, Manhattan, Boulevardier, Frenche 75 e Margarita affumicato.

Hotel De’ Ricci prezioso wine boutique hotel nel cuore di Roma

Nel fumoir una vasta scelta di sigari

Il fumoir

Fiore all’occhiello di questo luogo magico, ovviamente oltre alla cantina, è il prestigioso fumoir. Una stanza dedicata a chi vuole ritagliarsi un momento di relax, a base di un cocktail, whisky o rum insieme ad un buon sigaro che arriva da ogni lato del mondo. Al centro della sala una grande scatola in legno, con tanto di chiave conserva un’importante collezione di sigari elencati in un menu dedicato dove trovano il giusto abbinamento ai signature della casa e ai superalcolici.  Studiata nei minimi dettagli, questa stanza dei fumatori, ma sarebbe limitativo definirla così, è dotata di porte ermetiche e un sistema di aspirazione perfetto, arricchito poi di poltrone in pelle e lumi per un fascino antico grazie alla maestria di Daria Reina, che ha curato in toto il design degli interni, e a suo marito, l’artista Andrea Ferolla, che ne ha aumentato il fascino con i suoi disegni impressi sulle antiche mura così come sui menu di carta ruvida. E anche in questo caso l’Hotel De’ Ricci è l’unico su Roma che può infatti godere di un angolo di lusso così, uno spazio che sa di passato per veri intenditori.

Hotel De' Ricci
Via della Barchetta 14, Roma
Tel 066874775

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Sartori
Prugne della California
Consorzio Barbera Asti
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

Sartori
Prugne della California
Consorzio Barbera Asti

Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Molino Grassi