Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 04 marzo 2024  | aggiornato alle 03:42 | 103574 articoli pubblicati

Ecco un ristorante di pesce da “Amare” nel cuore di Roma

Il locale di Via Cicerone, a Prati, a due passi dalla Basilica di San Pietro, è un luogo del gusto vocato al mare. In cucina lo chef Paolo Pignoli. In menu piatti di pesce e l'interpretazione della verace cucina di Roma

di Mariella Morosi
 
12 febbraio 2024 | 18:26

Ecco un ristorante di pesce da “Amare” nel cuore di Roma

Il locale di Via Cicerone, a Prati, a due passi dalla Basilica di San Pietro, è un luogo del gusto vocato al mare. In cucina lo chef Paolo Pignoli. In menu piatti di pesce e l'interpretazione della verace cucina di Roma

di Mariella Morosi
12 febbraio 2024 | 18:26
 

Non solo gli orti, i pascoli e i vigneti fanno la buona cucina dei romani perché la vicinanza del litorale ha sempre portato in cucina pesci e molluschi, tutt'altro che punitiva risorsa del venerdì di magro. Il vero peccato è non mangiarli e la freschezza e la fantasia nel cucinarli li hanno resi amatissimi. Nessuna esitazione quindi da parte dei cugini Fausto Milillo (classe ‘87) e Sergio Galletti (classe '96), di una famiglia di ristoratori, quando si è trattato di trasformare il locale di Via Cicerone, nel quartiere Prati, a due passi dalla Basilica di San Pietro, in luogo del gusto vocato al mare: "Amare”, dall'insegna felicemente allusiva ad "A-mare".

La filosofia di cucina di Amare a Roma

Rispetto e leggibilità della materia sono alla base della loro proposta - affidata allo chef Paolo Pignoli - che non esclude toni creativi e contemporanei con sapore, pulizia ed eleganza nel finale, senza escludere armonici percorsi dal crudo al cotto. Il format punta al classico ma è dinamico dell'offerta, easy senza offuscarne il rigore, attento alla stagionalità che garantisce il pescato migliore coniugando freschezza, sostenibilità e anche convenienza. Elementi da non sottovalutare da chi si espone in proprio e che è alla base del sempre invocato buon rapporto qualità-prezzo. E il buono, qui, non deve essere inaccessibile.

Amare, tra i migliori ristoranti di pesce di Roma

E la sfida era grande, anche per chi come loro, pur venendo da una famiglia di ristoratori, dovevano riconvertire i locali del nonno, un tempo negozio con laboratorio di ceramica artistica. La passione e la competenza sul prodotto di mare hanno vinto ogni esitazione e sostenuto la complessa ristrutturazione. Il risultato non si è fatto attendere, collocando "Amare" tra i migliori ristoranti di pesce della Capitale. «Ma prima ancora è il mare che ci ha guidato nella scelta - dicono i titolari - per il senso di forza e di tranquillità che riesce a trasmettere nello stesso momento. Leggerezza e potenza. Qui da noi il mare non è solo acqua, ma ispirazione e stile di vita». Il pesce arriva dal litorale laziale, dai totanetti del mar Tirreno, alle alici e i calamari di Terracina fino ai gamberi rosa di Ponza, ma anche dal bacino del Mediterraneo e oltre, per specie e taglie speciali, come aragoste, astici e capesante, esposte in vetrina in invitanti composizioni.

Cosa mangiare da Amare

Tra i classici imperdibili, i Tagliolini all'astice, gli Spaghetti con le vongole, il Risotto agli scampi, la Frittura di calamaretti e Gamberi rosa di Ponza, lo Strudel di spigola croccante con curry, carciofi e crema di porro, il Branzino al forno con patate di Avezzano e datterini, capperi e olive taggiasche. Ma siamo anche sotto al Cupolone con tutta la verace cucina di Roma e allora perché non esplorare le interpretazioni innovative dei più iconici piatti della tradizione? Non stravolgimento ma armonizzazione di gusti, come la salinità del gambero crudo viola di Terracina che sovrasta il Tonnarello artigianale cacio e pepe con Pecorino Coccia Nera, gli gnocchi di patate fatte a mano al sugo di polipetti, pomodoro rosso del Gargano, olive taggiasche e capperi. Oppure nei sapori terra-mare nei tanti antipasti come frittini e crocchette, polpette di tonno, supplì, piacevoli nel contrasto di intensità.

Non mancano le ostriche francesi, i crudi e le tartare: a partire dal Gran Crudo con pescato locale fino agli esotici scampi Porcupine Bay del Mar d'Irlanda, al Salmone selvaggio dell'Alaska. Fuori tradizione ma richiestissimi sono il Lobster Roll (pan brioche, polpa di astice, lattuga, salsa lobster, patate fresche di Avezzano a sfoglia fritte) e il Fish & Chips (filetto di baccalà in pastella con patate fresche di Avezzano e sfoglia fritte). Tutto dal mare al piatto, quindi, ma il passaggio in cucina nelle mani di Paolo Pignoli è quello che fa la differenza, sia nella semplicità del tocco che in qualche interpretazione creativa, più contemporanea che audace. Concludono i dessert fatti in casa come il Cannolo croccante alla mandorle con ricotta di pecora e frutti di bosco o il Semifreddo al miele con croccante agli anacardi e ananas sciroppata.

La proposta “snella” per l'aperitivo di Amare

C'è anche una proposta snella per l'aperitivo, con una carta appositamente studiata per una pre-cena, come Gin & Oyster Club. Ci sono gli Amare Bites come il Riso Japan croccante con tartare di salmone selvatico, bbq e burrata; Polpettine di tonno con crema di ceci; Crostini di alici fresche del Tirreno disidratate, cipolla di Tropea agrodolce e datterini; la Polentina alla marinara e altri bites. Poi c'è il drink pairing: una gin list interessante con riferimenti marini, come il Gin Ponza, il Gin Formentera e il Gin Etsu Ocean Pacific Water; oltre ai grandi classici dell'aperitivo. Ben strutturata anche la carta dei vini e delle bollicine: tanto spazio all'Italia con qualche incursione estera per eccellenze e chicche come Cremant, Champagne, Cava Spagnola e molte altre.

Il pranzo della domenica di Amare

Amare è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena, ad eccezione del lunedì (aperto solo a cena) e della domenica (aperto solo a pranzo), dove c'è spazio anche per la formula “Il Pranzo della Domenica”, che include 3 bites del giorno, una parmigiana di baccalà, una linguina all'astice e un dolce (45 euro). Presenti anche tre combo lunch infrasettimanali: due bites più primo del giorno (20 euro), due bites più un lobster roll (30 euro) o due assaggi bites con un astice alla griglia (40 euro).

Da Amare come in barca

Gli spazi sono accoglienti, articolati in tre sale, i colori dell'arredo sono evocativi del mare e i suoi profumi arrivano con la vasta selezione di crostacei e ostriche e una drink list a tema per un pairing convincente già all'aperitivo, al bancone o nella sovrastante terrazza coperta dove c'è piccolo privè che ricorda un po' gli interni in legno di un'imbarcazione.

Amare
Via Cicerone 61 - 00193 Roma
Tel 06 3265 1956

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Union Camere
Notte Rossa
Tipicità
ros

Union Camere
Notte Rossa
Tipicità

ros
Siad