Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 dicembre 2021 | aggiornato alle 14:41 | 80099 articoli in archivio

Cina-Italia, riecco la Via della Seta Medici, macchinari e ora un video

Prima l'annuncio dell'arrivo di medici e macchinari in Italia, ora un video emozionale in cui cittadini cinesi incoraggiano l'Italia. L'emergenza virus potrebbe riaprire i buoni rapporti tra Roma e Pechino.

di Federico Biffignandi
12 marzo 2020 | 16:11

Cina-Italia, riecco la Via della Seta Medici, macchinari e ora un video

Prima l'annuncio dell'arrivo di medici e macchinari in Italia, ora un video emozionale in cui cittadini cinesi incoraggiano l'Italia. L'emergenza virus potrebbe riaprire i buoni rapporti tra Roma e Pechino.

di Federico Biffignandi
12 marzo 2020 | 16:11

Dopo l'annuncio di aiuti sanitari con macchinari e medici specializzati, ora la Cina invia all'Italia anche un video "motivazionale" di sostegno. Mai come in questo momento di difficoltà causato dall'emergenza coronavirus i due Paesi si stanno trovando così vicini. "La Cina è davvero vicina" e ci ha tenuto a farlo sapere con un messaggio nel quale comparse cinesi stringono il pugno e urlano "Italia non sei sola".

Non abbiamo bisogno di vittimismi oppure di elemosinare affetto (le donazioni che stanno arrivando agli ospedali in questi giorni ormai non si contano più) ma è chiaro che un po' di sostegno morale oltre che materiale non guasta mai. In pochi, all'estero, hanno speso parole di conforto per noi che - al contrario - siamo sempre pronti a lasciarci impressionare da una Notre Dame che brucia. A noi che da subito abbiamo detto #noisiamocinesi per sostenere le comunità cinesi in Italia quando ha iniziato a diffondersi la notizia del virus. Sì, siamo di natura un po' banderuole (per informazioni, chiedere ai tedeschi) ma sappiamo anche che quando c'è da metterci il cuore e rimboccarsi le maniche siamo in prima linea.

La Cina tende la mano all'Italia - Cina-Italia, riecco la Via della Seta Medici, macchinari e ora un video
La Cina tende la mano all'Italia

Ci stiamo dicendo che ripartiremo più forte e nei rapporti con la Cina, che perderà qualcosa ma resterà comunque una super potenza economica, si aprono scenari molto interessanti. I due Paesi si sono ritrovati tra i più colpiti dal virus, sono stati i primi a far registrare i contagi e - con ogni probabilità - saranno anche i primi ad uscirne. O almeno così si spera. E allora l'asse si rafforzerà mentre gli altri saranno alle prese con una rincorsa alla guarigione che doveva essere anticipata. Probabilmente si è già andati lunghi con i tempi.

Sembrano così lontani i tempi dei dazi e dei dispetti, degli incroci soprattutto con gli Stati Uniti e dei mugugni dei nostri artigiani che lamentavano un'invasione dei cinesi. "I cinesi ci stanno comprando l'Italia" lo slogan più diffuso. Forse continueranno a comprarci un po', ma il senso di queste trattative cambierebbe con l'ago della bilancia che, probabilmente, potrebbe pendere un po' anche a nostro favore.

I cinesi amano l'Italia non solo per il business, ma anche per il turismo e i dati recenti lo dimostrano. Lo dimostra anche il fatto che nel video appaiono molti marchi e molti richiami al nostro Paese.

La Via della Seta insomma si sta ricostituendo a 8mila anni di distanza e non possiamo dimenticare che il primo a chiedere un confronto costruttivo e a cercare di tessere una tela forte sull'asse Roma-Pechino è sempre stato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Vuoi vedere che la nostra politica tanto bersagliata ha seminato qualcosa di buono che, ora, è il momento di raccogliere?

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali