Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 16 luglio 2024  | aggiornato alle 10:58 | 106468 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Daniele Antinoro, barman a Vulcano Giovani per superare gli ostacoli

Per il barman con un bagaglio di esperienze formative variegato e ricco, entrare in associazione, confrontarsi con amici e colleghi e insegnare ai giovani come fare il proprio mestiere, è stato un passaggio obbligato.

 
12 dicembre 2020 | 08:30

Daniele Antinoro, barman a Vulcano Giovani per superare gli ostacoli

Per il barman con un bagaglio di esperienze formative variegato e ricco, entrare in associazione, confrontarsi con amici e colleghi e insegnare ai giovani come fare il proprio mestiere, è stato un passaggio obbligato.

12 dicembre 2020 | 08:30
 

Chi ha trascorso le vacanze sull’isola di Vulcano si sarà sicuramente fermato ad assaggiare una granita al gelso, con panna e immancabile brioche, oppure al tramonto per sorseggiare un cocktail sulla terrazza Martini del Ritrovo Remigio. E sicuramente avrà incontrato Daniele Antinoro che con i suoi collaboratori lì ci lavora, con maestria, soddisfacendo i palati esigenti della clientela.

Daniele Antinoro - Daniele Antinoro, barman a Vulcano «Abi Professional? Scelta ovvia»

Daniele Antinoro

Una vocazione nata dopo gli studi dell'obbligo
Daniele, dopo gli studi dell’obbligo, già si sente sicuro del percorso da fare. Inizia allora a lavorare nei bar e ristoranti di Palermo, la sua città natale. I locali dove inizia sono di quelli che fanno sognare a occhi aperti: dallo storico ritrovo notturno palermitano, l'Oasi bar, al Circolo Ruggero Lauria di Mondello fino a Villa Boscogrande - ricordate “il Gattopardo” di Luchino Visconti? Ebbene sì, il film è stato girato qui. Si sposta pure al nord, precisamente a Campo Tures, in provincia di Bolzano.

È passato del tempo da quando ha mosso i primi passi dietro ad un bancone, ma Daniele non ha mai lesinato a distribuire “amore e passione” e ora, grazie alla sua perseveranza, si ritrova con un bagaglio ricco di esperienze formative in una delle isole più belle dell’arcipelago delle Eolie, l’isola di Vulcano, in uno dei suoi locali più raffinati, il Ritrovo Remigio.

Tante esperienze gratificanti, alcune dure, difficili. Per questo Daniele ricorda ai giovani: «Dovete accogliere tutte le sfide ed esser fieri delle vostre esperienze, anche di quelle negative, che fanno crescere umanamente e professionalmente». Riguardo a cosa significhi essere barman, Daniele non ha dubbi: «Essere barman significa sapere e comprendere tutto ciò che c'è dietro la preparazione di un drink, la conoscenza del prodotto, le sue botaniche, le sue caratteristiche. Ma la cosa più importante è soddisfare la clientela».

I cocktail di Antinoro, sull'Isola di Vulcano - Daniele Antinoro, barman a Vulcano «Abi Professional? Scelta ovvia»
I cocktail di Antinoro, sull'Isola di Vulcano

Una gavetta serrata e di qualità
Va da sé che con un percorso professionale così intenso e variegato per Daniele incontrare grandi professionisti da emulare è una cosa quasi "obbligata". Così, seguendo esempi e consigli dei suoi "maestri", Daniele decide di entrare a far parte della grande famiglia Abi Professional, dove ha incontrato vecchi e nuovi amici. Per lui «far parte di questa associazione è stata una scelta ovvia. Ho trovato un ambiente composto da professionisti determinati come lo sono io ad elevare la cultura del bere bene nella nostra bellissima Sicilia. Una vera squadra».

Gli argomenti da divulgare per dare una mano a crescere professionalmente, Daniele li ha imparati: «Le prime cose da valorizzare sono l’approfondimento a 360 gradi del mondo del lavoro, quindi non solo cocktail ma anche caffetteria e quant’altro. Successivamente l’attitudine psicologica: essere educati e professionali si mostra un aspetto del nostro lavoro che non basta, occorre anche imparare ad accogliere i clienti, a capirli, rispettarli e farsi rispettare».

Ai giovani che ora muovono i primi passi dietro i banconi Daniele consiglia di “mantenere la freschezza della giovane età, ognuno di loro ha qualcosa che li distingue e li rende speciali. Occorre altresì essere consapevoli di dover superare ostacoli che potranno alle volte farli desistere dal proseguire. Ma se sapranno stingere i denti, le soddisfazioni saranno impagabili. Fare il barman non è un mestiere ma una scelta di vita».

Ricetta: CARLOTTA
Daniele propone questo drink sulla Terrazza Martini del locale dove lavora. È dedicata alla sua nipotina Carlotta, appena nata.

Ingredienti: 40 ml di Vodka Beluga, 30 ml di Passoa, 90 ml di lemonsoda

Preparazione: utilizzare un ballon colmo di ghiaccio con pezzettini di fragole e un fresco ciuffo di menta, che spunta e va ad incrociare il sole che tramonta sulle Eolie.



© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Consorzio Asti DOCG
Longarone Fiere
Schar
Di Marco

Consorzio Asti DOCG
Longarone Fiere
Schar

Di Marco
Senna
Molino Dallagiovanna