Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 04 marzo 2024  | aggiornato alle 18:17 | 103607 articoli pubblicati

Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria

Secondo posto per Domenico Curiale e terzo Yuri Dal Pos. L'Ambasciata Nuova Zelanda di Cristian Monaco vince la Gelato World Heritage mentre Marco Vigorito vince il Premio Panettone Roma

di Berto Silva
 
29 novembre 2023 | 18:43

Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria

Secondo posto per Domenico Curiale e terzo Yuri Dal Pos. L'Ambasciata Nuova Zelanda di Cristian Monaco vince la Gelato World Heritage mentre Marco Vigorito vince il Premio Panettone Roma

di Berto Silva
29 novembre 2023 | 18:43
 

Un tripudio di gusti, essenze, sapori, colori, fusione di dolce e salato insieme. La presenza dell’Associazione italiana gelatieri a Excellence Food Innovation - dal 23 al 25 novembre allo Stadio Olimpico di Roma - ha confermato che il gelato artigianale italiano è un’eccellenza rappresentata dai maestri gelatieri di tutta Italia, dalle materie prime, dalle imprese produttrici di macchinari sempre più attente alla sostenibilità, allo spreco alimentare ed energetico. Concorsi, competizioni singole e a squadre, assaggi e degustazioni hanno segnato tre giorni di pastry experience a tutto tondo. E Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria.

Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria

Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria

La Coppa Italia di Gelateria

Venticinque gelatieri si sono sfidati per la Coppa Italia di Gelateria, giunta alla sua seconda edizione. A vincere, il gelatiere calabrese Fabio Mellace che ha portato in gara il suo cavallo di battaglia: zabaione al vino passito con crumble alla gianduia, chicchi di caffè sabbiati e un caramello salato profumato al caffè. Secondo posto per il romano Domenico Curiale, con il crema di riso con agrumi e bacche di vaniglia del Madagascar e rum, mentre il terzo posto al veneto Yuri Dal Pos con la sua crema spalmabile con ricotta del Cansiglio con pestato di lime, menta e zucchero di canna, salsa ai frutti di bosco e crumble di pasta frolla impermeabilizzata con una salsa al cioccolato bianco.

Sei ambasciate, Albania, Giappone, Svezia, Nuova Zelanda, Congo e Tunisia hanno partecipato alla quinta edizione del Gelato World Heritage, concorso per diffondere e rinnovare il messaggio e la cultura della Pace nel mondo.

Ambasciata Nuova Zelanda di Cristian Monaco vince Gelato World Heritage

A salire sul podio più alto l’Ambasciata della Nuova Zelanda, composta da Cristina Asdagi, Domenico Lucchese, Gianluca Montervino, Ivano Donato, Domenica De Novara (vincitrice del premio ‘Colosseum miglior gelato al gusto Torroncino’), capitanata dal maestro gelatiere Cristian Monaco – già Ambasciatore del Gelato italiano nel Mondo – per un gelato base di vaniglia con caramello croccante, l’okey pokey appunto, tipico del luogo. Ad accompagnare la presentazione del gelato le splendide creazioni di Molly Coppini, che ha riprodotto il Kiwi animale simbolo nazionale della Nuova Zelanda.

Fabio Mellace vince la Coppa Italia di Gelateria

Cristian Monaco, capitano dell'ambasciata della Nuova Zelanda e vincitore del Gelato World Heritage

Ad accompagnare la presentazione del gelato le splendide creazioni di Molly Coppini che ha riprodotto il Kiwi, animale simbolo nazionale della Nuova Zelanda. «Abbiamo scoperto che la Nuova Zelanda ha una vera e propria cultura del gelato artigianale molto vicina alla nostra, e in questa competizione abbiamo riproposto un loro gusto, l'Okey Pokey, arricchito dalla grande creatività di Molly Coppini» ha spiegato il maestro gelatiere Cristian Monaco.

Gelato World Heritage, Onorio Vitti nominato “Ambasciatore del gelato italiano nel mondo”

Inoltre, durante l'evento, Onorio Vitti, proprietario di Vitti Gelateria dal 1898, è stato nominato “Ambasciatore del gelato italiano nel mondo”. Un titolo che non solo rappresenta un riconoscimento importantissimo per una delle famiglie simbolo dell'antica tradizione del gelato artigianale, ma anche la possibilità di far conoscere ed apprezzare ancor di più una delle eccellenze italiane che custodiscono un patrimonio inimitabile di storia, passione, esperienza. Onorio Vitti è la quinta generazione di artigiani del gelato e della pasticceria e racconta che «la storia della nostra azienda comincia nel 1800 e siamo una delle più antiche famiglie di gelatieri d'Italia e abbiamo nel dna una lunga tradizione di accoglienza e ospitalità. La nostra priorità è selezionare solo ingredienti di altissima qualità così da ottenere un ottimo risultato e proporre sempre il meglio ai clienti».

L'insegna Vitti ha quasi 130 anni di gusto, ed  è un punto di riferimento nella centralissima Piazza San Lorenzo in Lucina a Roma. La motivazione del riconoscimento va ricercata proprio nel valore di un prodotto che conserva lo spirito e la genuinità di una volta ma sempre guardando al futuro come ricordato anche da Onorio Vitti quando precisa che per la sua famiglia fare gelato è «una tradizione che viene tramandata di padre in figlio attraverso uno studio costante e una continua innovazione» ed è per questo che la nomina ad “Ambasciatore del gelato italiano nel mondo” rappresenta per lui un grande vanto e un onore immenso. Oggi la famiglia Vitti è presente a Roma con diverse gelaterie e con un'ottima proposta di cucina, così come a Lugano è un'esclusiva vetrina della miglior tradizione italiana. L'ultimo progetto concretizzato, Taki, vede infine la valorizzazione dell'esperienza giapponese a tavola.

Marco Vigorito vince Premio Panettone Roma

Grande successo per la prima edizione del Premio Panettone Roma, 120 iscritti e presidente di giuria il campione del mondo Fabio Albanesi. A vincere il premio della giuria Tecnica è stato Marco Vigorito, il premio Giovani è andato a Fabio Cascio, il premio giuria Popolare a Paolo Costantini mentre il premio Stampa a Francesco Mastroianni.

Premio “The best Gelatiere in the World” e nomine Ambasciatori e Cavalieri

Con il patrocinio di Roma Capitale, sono stati anche premiati quei gelatieri che con le loro eccellenze si sono distinti in Italia e nel Mondo. Hanno ricevuto il ‘The best Gelatiere in the World’ Eugenio Morrone campione del mondo di gelateria; Vincenzo Pennestrì presidente dell’Aig; il giapponese Taizo Shibano; il romano Cristian Monaco, Francesco Mastroianni e Mario Serani. L’Aig ha inoltre nominato ‘Ambasciatori del Gelato Italiano nel Mondo’ Onorio Vitti, storica insegna della Capitale; Andrea Serra; Pietro Di Noto e Carmelo Caratozzolo. Nominati anche i Cavalieri del Gelato: Riccardo Di Francesco; Gaetano Lattarulo; Domenico Maggiore; Katia Cavallo; Domenica De Novara; Francesco Strangi; Juan Guerrero Navarta e Cristiano Antoniazzi.

Lo “Zabaione sbagliato” contro i femminicidi

Nell’ultimo giorno della manifestazione ricorreva la giornata mondiale contro il femminicidio, e per l’occasione i gelatieri Paolo Costantini, Ivano Donato e Giorgio Carlo Bianchi, aderendo ad un’iniziativa di Roma Capitale, hanno realizzato il gelato Zabaione sbagliato - con passito, salsa al lampone e croccante alla nocciola – che sarà presente per una settimana in tutte le gelaterie che fanno parte del circuito dell’Aig. Tra le diverse iniziative protagoniste di Excellence anche la firma del protocollo d’intesa tra la Confesercenti di Roma e Lazio, l’Aig e la Centrale del Latte per la promozione del latte quale comune denominatore tra i pubblici esercizi e il brand Roma, declinato nei vari ambiti che compongono la filiera agroalimentare del territorio.

«Il gelato italiano continua a crescere, in termini di visibilità, capacità produttiva, sperimentazione delle materie prime, eccellenza dei maestri gelatieri. Ci lasciamo alle spalle il grande successo dell’Olimpico e ci prepariamo ad affrontare il parterre del Sigep portando le eccellenze dell’Aig», ha commentato il segretario generale dell’Aig Claudio Pica.

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Tipicità
Ristorexpo
Notte Rossa
Molino Grassi

Tipicità
Ristorexpo
Notte Rossa

Molino Grassi
Union Camere
Delyce