Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 20 luglio 2024  | aggiornato alle 02:11 | 106587 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Andrea Vacca, il segreto è nella professionalità e nell'accoglienza del cliente

Schietto, determinato e intraprendente, il barman sardo è convinto che le associazioni, come Abi Professional, siano un toccasana per i professionisti del settore e che offrano grandi opportunità di crescita

 
17 aprile 2023 | 08:30

Andrea Vacca, il segreto è nella professionalità e nell'accoglienza del cliente

Schietto, determinato e intraprendente, il barman sardo è convinto che le associazioni, come Abi Professional, siano un toccasana per i professionisti del settore e che offrano grandi opportunità di crescita

17 aprile 2023 | 08:30
 

Nel nostro girovagare alla ricerca di “nuovi talenti” del bartender nazionale, ci spostiamo in una terra da sogno, la Sardegna. Siamo a Sassari, dove Andrea Vacca è nato 25 anni fa. Dopo le scuole primarie, frequenta l’Istituto superiore De Villa dove studia ragioneria e successivamente al diploma, in attesa di capire cosa fare della propria vita, Andrea si avvicina al mondo del bar.

 

Dapprima qualche serata, poi incontra quello che sarà e lo è ancora il suo vate, Michele Manca, professionista molto apprezzato, non solo in Sardegna, socio Abi Professional, finalista al Concorso Nazionale che si è svolto in Sicilia a novembre del 2022. Con un “maestro” come lui Andrea non poteva che trovare la strada giusta: così inizia a lavorare in modo continuativo.

Andrea Vacca Andrea Vacca - da finire

Andrea Vacca

I risultati arrivano con impegno, determinazione e gavetta 

Si fa le ossa anche durante l’estate in banchetti e cocktail party esclusivi, degni della sua terra natia. A tal proposito il carattere e la determinazione, che il territorio sardo ha dato ad Andrea, si notano bene: nonostante la professione del barman sicuramente tolga tanto tempo alla vita comune, decide di continuare gli studi e si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza. In estate sempre per potersi mantenere gli studi si sposta ad Olbia all’Hotel CalaCuncheddi in un oasi dalla natura meravigliosa con clienti raffinati, che accrescono e accompagnano il percorso professionale di Andrea. All’Hotel CalaCuncheddi incontra un altro grande professionista, Sergio Pileri. Andrea non si fa sfuggire l’occasione di imparare anche la gestione del bar d’albergo, finita la stagione si ingegna e si impegna in corsi di formazione cosi da poter affrontare al meglio le successive stagioni. Arriva poi il Covid, e, come tutti sappiamo, si sconvolgono i progetti e se ne formano di nuovi. Difatti Andrea ritorna a collaborare con Michele Manca, apportando le esperienze maturate, nel suo cocktail bar “Da Michele”. Nel pieno centro storico, a due passi dal museo Giovanni Antonio, dai Giardini e dalla Cattedrale di San Nicola, gli aperitivi, che già sono estremamente raffinati da Michel Manca, ora hanno un occhio e un tocco in più, grazie da Andrea.

 

L'importanza delle associazioni e di farne parte

Andrea si è recentemente iscritto ad Abi Professional e gli chiediamo cosa ne pensi delle associazioni in generale. Nella sua risposta troviamo il sole caldo e il vento salmastro e quasi balsamico della sua terra. Una risposta sincera e schietta: «Le associazioni sono certamente un toccasana per un professionista o un operatore che lo voglia divenire professionista. Danno un immagine del barman vero e non di quello che, dopo uno pseudo corso e o un master, si dichiara così. Le associazioni devono dare la giusta immagine, bisogna fare distinzione tra chi è professionista vero. Abi Professional per ora è poco conosciuta in Sardegna, ma già ha mostrato i suoi denti nell’organizzare il “Concorso Nuraghe” che ha dato eccellenti risultati e ha portato il fior fior di professionisti a concorrere in centro a Porto Rotondo per il cocktail sardo migliore. Le associazioni, quelle serie, ti permettono di conoscere personaggi importanti del bartending, come Irene DeiaraErnesto Molteni, Gianni Arrigoni e lo stesso Michele Manca. La loro frequentazione ti dà grandi opportunità di crescita e questo è un plus impagabile per chi desideri diventare professionista».

Una collaborazione sempre più assidua con Abi Professional 

Ecco il pensiero di Andrea per chi si avvicina alla carriera del barman: «La cosa principale è sicuramente quello di persistere e studiare, di non fermarsi alle prime difficoltà e di frequentare i professionisti giusti che possono dare le dritte per poter accogliere al meglio la propria clientela». D’altronde possiamo dire che le persone Abi Professional in Sardegna ha ancora un piccolo numero di iscritti, ma di alta levatura e abbiamo visto come il lavorare bene dia suoi frutti perché c’è una continua richiesta di nuove iscrizioni. Nei progetti futuri di Andrea c'è sicuramente una collaborazione sempre più stretta con l'associazione, in particolare per la parte relativa ai social media di Abi Professional, in occasione della prossima edizione del “Concorso Nuraghe” e di una serie sulla cultura del bere bene.  

La ricetta

Lasciamo Andrea con la ricetta che ha presentato al “Concorso Nuraghe”.

Gold Leaves

  • 30 ml di Jack Daniel’s Gentleman
  • 5 ml di Mirtamaro Bresca Dorada 
  • 30 ml di home made di pompelmo, limone, zucchero e albumina
  • 15 ml di infuso home made di bergamotto, radice di genziana e sciroppo d’acero
  • un tumbler basso 
  • foglie e bacche mirto dorate per la decorazione

Gold Leaves, la ricetta proposta dal barman Andrea Vacca Andrea Vacca - da finire

Gold Leaves, la ricetta proposta dal barman Andrea Vacca

 È un cocktail caratterizzato dal dolce grazie al cuore forte del Whisky e dall'amaro deciso e balsamico del liquore al mirto, impreziosito, come si fa in costa Smeralda, con foglie e bacche di mirto spruzzate d’oro.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Elle & Vire
Debic
Brita
Schar

Elle & Vire
Debic
Brita

Schar
Julius Meiln
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena