Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 gennaio 2022 | aggiornato alle 20:27 | 81132 articoli in archivio

Eusebi e Renzi, viaggio poetico nell'Italia dei vini veri

Lo scrittore Davide Eusebi e il sommelier Otello Renzi hanno scritto a quattro mani il libro Culture di vigna che percorre un sentiero nel Belpaese a caccia di vini che sanno di zafferano

di Carla Latini
14 ottobre 2021 | 10:56

Eusebi e Renzi, viaggio poetico nell'Italia dei vini veri

Lo scrittore Davide Eusebi e il sommelier Otello Renzi hanno scritto a quattro mani il libro Culture di vigna che percorre un sentiero nel Belpaese a caccia di vini che sanno di zafferano

di Carla Latini
14 ottobre 2021 | 10:56

Il primo debutto pubblico dell’ultimo libro del poeta, scrittore e firma enogastronomica del Resto del Carlino Davide Eusebi insiene al celebre sommelier marchigano Otello Renzi, è al Conero Golf di Sirolo, sotto la sapiente regia di Elis Marchetti. Molti sono stati gli eventi estivi celebrati qui dove il tramonto è un’opera d’arte. Come questo libro che nasce con passione e fatica leopardiana dopo "Vini Veri" di qualche anno fa. "Culture di vigna" (Gruppo editoriale Eli) racconta degli ultimi viaggi della coppia in Italia sempre sulle orme di Mario Soldati. Il "galeotto" tema conduttore della serata è ricercare e riconoscere al naso e al sorso profumo di zafferano puro.

La copertina del libro Eusebi e Renzi, viaggio poetico nell'Italia dei vini veri

La copertina del libro

 

Zafferano protagonista

I vini scelti, che vengono letti e recitati da Eusebi, hanno questa caratteristica molto particolare. C’è lo zafferano anche quasi in ogni piatto del menu curato da Marchetti e Renzi. Grazie alla collaborazione dell’Associazione Zafferano Marchigiano e a Roberto Tomasone, patron di Zafferano Piceno. Vogliamo provare a regalarvi le emozioni che questa presentazione ha suscitato nei 52 ospiti che hanno seguito con attenzione, interesse e tanta curiosità.

 

Il menu della serata

Con il Pregustativo di benvenuto, Focaccia allo zafferano marchigiano e Topinabur croccante, Crostino di ricotta e acciuga di San Benedetto del Tronto, thè verde e lime, Otello stappa 1759 Spumante Metodo Classico Pinot Nero rosato, dosaggio zero 2015 Bio Valturio Macerata Feltria (PU). Eusebi fa trillare la campanella e parte un minuto di silenzio. Religiosamente rispettato. Poi legge, con il bicchiere in mano a pagina 94, il capitolo dedicato, Vino Sorgivo: Ramato di arenaria soffice, sta al calice respirando lentamente e lentamente dipana… La bacca di rosa appassita sta alla sabbia ferrosa, mentre la genziana insorge e punge la bacca di pino da cui esce sangue resinoso, sanato di pepe e zafferano, con gentile riparo di orzo e curcuma".

Segue Otello con poche parole mirate. Sempre per questo egregio spumante Marchetti ha inventato un Calamaretto scottato al rosmarino con julienne di zucchine, nocciole e tartufo nero estivo. Ai tavoli ci sono i produttori che vengono invitati a fine degustazione. Adriano Galli ci parla di coraggio, di terreni impervi, di vitigni ritrovati. Con Tagliolini all’uovo, moscioli di Portonovo e zafferano Piceno, Renzi stappa Ergo, Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Superiore 2018 dell’Azienda Mirizzi di Jesi.

Davide Eusebi e Otello Renzi Eusebi e Renzi, viaggio poetico nell'Italia dei vini veri

Davide Eusebi e Otello Renzi

 

Eusebi suona la campanella. Silenzio. E poi con il bicchiere in mano va a pagina 114 al capitolo, Alba sul tropico: "Giallo grumato fresco, di sole d’alba su paesaggio di luce provenzale. All’olfatto è un incedere lento e continuo di nespola, malva, artemisia, zafferano". Renzi commenta con Gianluca Mirizzi che, con la sua innata simpatia, esclama: «Io il vino lo produco, non immaginavo di trovare tali sfumature. Grazie». Poi racconta di viticoltura eroica, di altitudine, di conversione al biologico e di ricerca.

È arrivato il momento del secondo piatto, Trancio di spigola in panatura di mandorle e pompelmo, salvia croccante, gocce di zafferano e olio al basilico. Otello stappa Jera Verdicchio di Matelica Docg Riserva 2016 Borgo Pagnianetto Matelica. Campanella, silenzio. E siamo a pagina 17 al capitolo "Il miracolo del Beato Angelico": Oro zecchino levigato, lustrato con arte, al rango di gioiello. Questo vino è una ballata mediterranea: lasciamo tracce del nostro passato olfattivo sulla pasta di mandorle, tra rivoli di miele e zafferano… Renzi commenta con il direttore commerciale dell’azienda. Un punto di vista diverso dal produttore.

Prima del dolce, Marchetti ringrazia Eusebi e Renzi per questo viaggio poetico nell’Italia dei vini veri. Con il Semifreddo allo zafferano e croccante con miele di ailanto, foglia di menta e zenzero candito Otello stappa il Passito Guerrieri Piagge Terre Roveresche e Eusebi, suona la campanella, un minuto di silenzio e apre a pagina 74 il capitolo, L’oro del Guerriero: Minerale di oro ambrato brillante e prezioso. Una cascata pendula e piana di cedro candito, frutta martorana con filamenti di miele di asfodelo e zafferano.

Otello ci spiega questo vino da solo. Il produttore è occupato con il matrimonio della figlia. Assente giustificato. Culture di vigna, come dice sempre Eusebi è un libro da leggere con il calice in mano in assoluto silenzio. Ascoltando il vino e, perché no, ascoltando noi stessi. Il pubblico ha tante domande e se ne va a casa soddisfatto con il libro in mano.

 

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali