Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 settembre 2021 | aggiornato alle 23:23 | 78015 articoli in archivio

Sanificare i pubblici esercizi? Ecco la guida per non sbagliare

Fipe e Afidamp hanno redatto un documento che fornisce indicazioni per pulire in autonomia. Spiega come intervenire seguendo giuste procedure con l’ausilio di strumentazioni professionali.

27 maggio 2020 | 17:44

Sanificare i pubblici esercizi? Ecco la guida per non sbagliare

Fipe e Afidamp hanno redatto un documento che fornisce indicazioni per pulire in autonomia. Spiega come intervenire seguendo giuste procedure con l’ausilio di strumentazioni professionali.

27 maggio 2020 | 17:44

Ecco le linee guida che i pubblici esercizi aspettavano per garantire la sicurezza di tutti, dai clienti ai dipendenti. Le indicazioni operative per guidare gli imprenditori della ristorazione nelle necessarie operazioni di sanificazione dei locali sono state elaborate da Afidamp - Associazione fornitori italiani attrezzature macchine prodotti e servizi per la pulizia e Fipe – Federazione italiana pubblici esercizi.

La guida per la sanificazione La firmano Afidamp e Fipe

Il documento di Afidamp e Fipe mette chiarezza e propone un metodo efficace

Un supporto importante per tutti gli imprenditori che decideranno di sanificare il proprio locale in autonomia. Le indicazioni contenute hanno l’obiettivo di informare il ristoratore rendendolo capace di condurre le operazioni di pulizia seguendo le giuste procedure e con l’ausilio di strumentazioni professionali adeguate, evitando di commettere errori o procedure inutili. Uno strumento agile e di sostegno disponibile per tutti gli associati Fipe.

Tra le indicazioni di fondo, il documento segnala che prima di ogni attività di disinfezione è necessario effettuare una profonda detersione delle superfici, in quanto i principi attivi dei prodotti disinfettanti vengono neutralizzati dallo sporco. Inutile, quindi, disinfettare se non si è prima pulito. Sono inoltre descritte in maniera chiara e semplice attività specifiche di sanificazione per ogni area dei locali (sala, cucina, aree personale, laboratori, bagni ecc.). Sarà utile posizionare nelle immediate vicinanze dell’ingresso una soluzione idroalcolica e un’attenzione particolare va dedicata alle pulsantiere, agli interruttori, alle maniglie, ai servizi igienici, ai menu e ai set in dotazione per la clientela: set da condimento, cestini del pane, dispenser tovagliolini di carta, proprio perché spesso a contato con le mani di clienti e dipendenti.

La guida per la sanificazione La firmano Afidamp e Fipe
Le linee guida sono dedicate agli imprenditori che decidono di sanificare il proprio locale in autonomia

Per corrette operazioni di pulizia/disinfezione, la sequenza “tipo” riportata dal documento prevede questi passaggi: asportare i residui grossolani; detergere con un apposito prodotto; risciacquare (se necessario); disinfettare con un apposito prodotto; risciacquare (se necessario).

Utilizzando un prodotto deter-disinfettante è possibile ottimizzare i tempi riducendo le operazioni in questo modo: asportare i residui grossolani; detergere con deter-disinfettante; risciacquare (se necessario).

Nel testo sono inoltre descritte in maniera chiara e semplice attività specifiche di sanificazione per ogni area dei locali (sala, cucina, aree personale, laboratori, bagni ecc.).

Area clienti

Pulizia/disinfezione ambiente generale: pavimenti, pareti, interruttori, porte esterne e interne, maniglie, zerbini, ripiani, finestre, vetrate, caloriferi, lampade, ecc.

Pulizia/disinfezione dei servizi igienici (con frequenza): pavimenti, superfici verticali, sanitari (anche esternamente), porte, maniglie porte, interruttori elettrici, griglie di areazione, scovolino wc, interruttore azionamento scarico, porta carta igienica, cestino rifiuti.

Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di disinfezione delle superfici, evitando il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non igienizzati (saliere, oliere, ecc.).

Pulizia/disinfezione dei menu: devono essere utilizzati (in alternativa alla consultazione on line tramite app) menu in stampa plastificata da disinfettare dopo l’uso, oppure menu cartacei a perdere.

Pulizia/disinfezione di tutto il materiale tessile compresi i rivestimenti di imbottitii: tovagliame, tendaggi, sedie, poltrone, divani.
 
Area cucina/bancone

Pulizia/disinfezione ambiente generale: pavimenti, pedana (e sotto pedana), pareti, interruttori, porte, maniglie, ripiani, scaffalature, finestre, vetrate, lampade.

Pulizia/disinfezione delle varie attrezzature: piani di lavoro, lavelli, carrelli portavivande, vetrine porta cibo, ripiani scaffali.

Pulizia/disinfezione attrezzature specifiche: taglieri, coltelli, utensili, contenitori, ecc.

Pulizia/disinfezione macchinari specifici: affettatrice, tritacarne, impastatrice, ecc.

Pulizia/disinfezione reparto cottura:  forni, piastre, fuochi, friggitrice, cuocipasta, ecc.

Pulizia/disinfezione comparti conservazione: celle frigorifere, abbattitori, pozzetti congelatori, ecc.

Pulizia/disinfezione macchine lavaggio: lavastoviglie, lavabicchieri, lavapentole, ecc.

Aree personale

Pulizia/disinfezione dei diversi ambienti e superfici: pavimenti, pareti, interruttori, porte esterne e interne, maniglie, zerbini, ripiani, finestre, vetrate, caloriferi, lampade, ecc.

Pulizia/disinfezione dei bagni (con adeguata frequenza): pavimenti, superfici verticali, sanitari (anche esternamente), porte, maniglie porte, interruttori elettrici, griglie di areazione, spazzolone, interruttore azionamento scarico, porta carta igienica, dispenser carta, cestino rifiuti, ecc.

Pulizia/disinfezione degli spogliatoi, magazzini e aree ricovero: pavimenti, armadietti del personale, panchine, appendiabiti, mensole e ripiani sospesi, ecc.

Pulizia/disinfezione dell’area cassa: pos, schermi touch, ecc.

Pulizia/disinfezione dei contenitori per rifiuti (internamente ed esternamente).

Pulizia/disinfezione dell’area ufficio: scrivania, schermi, tastiere, telefoni, mouse, ecc.

Si sottolinea inoltre che è bene prestare particolare attenzione alla pulizia e alla disinfezione di superfici che possono generare contaminazioni indirette (contenitori rifiuti, cappe aspirazione, griglie di scarico, griglie d’areazione, condotte, impianti in quota e corpi illuminanti). Utile anche predisporre una tabella dei turni di pulizia e sanificazione effettuati.
 
Per informazioni: www.fipe.it www.afidamp.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Consorzio Vini Abruzzo