Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 20 ottobre 2021 | aggiornato alle 12:34 | 78794 articoli in archivio

Massimo Sgobba porta il made in Italy nei villaggi vacanza di Veratour

Massimo Sgobba rivoluziona la gastronomia di Veratour grazie a tante novità: migliore qualità e maggior rifornimento dei prodotti, inserita la figura del rosticciere, un angolo di “street food” e “station pasta”

di Laura Ciarallo
11 gennaio 2016 | 16:27

Massimo Sgobba porta il made in Italy nei villaggi vacanza di Veratour

Massimo Sgobba rivoluziona la gastronomia di Veratour grazie a tante novità: migliore qualità e maggior rifornimento dei prodotti, inserita la figura del rosticciere, un angolo di “street food” e “station pasta”

di Laura Ciarallo
11 gennaio 2016 | 16:27

Girare il mondo sentendosi a casa. È la filosofia dei villaggi vacanza Veratour, operatore turistico leader da 25 anni nella villaggistica, con una quarantina di strutture sparse nelle località di mare più belle del pianeta. Lo stile italiano è il filo conduttore su cui Veratour ha incentrato la sua campagna di comunicazione e il suo successo: 200 milioni di fatturato lo scorso anno e percentuali di clienti in costante crescita. Tutto parla “italiano” nei Veraclub: dall'accoglienza, al personale, al gusto degli arredi, e soprattutto, il cibo.

Massimo Sgobba

Poter garantire i sapori e gli ingredienti della cucina tipica italiana a Zanzibar, come in Giamaica, in Oman o a Cuba, è un'impresa a cui sta contribuendo, dal suo approdo in Veratour, 3 anni fa, Massimo Sgobba (nella foto), “corporate chef” e responsabile della ristorazione di tutti i villaggi, un ruolo che nasce per la prima volta con lui in questa azienda. Nato 36 anni fa a Castellana Grotte, in provincia di Bari, Sgobba entra a lavorare in un ristorante quando aveva appena 10 anni, come addetto alle bevande.

Inevitabile il percorso nella scuola alberghiera e successivamente l'esperienza all'estero. Prima come pasticciere in Grecia, poi in Honduras con i Grandi viaggi appena 21enne, capo chef di 28 cuochi onduregni. Dopo aver girato per 4 anni i tropici, rientra in Italia, a Modena. Qui inizia la sua avventura nella Formula Uno. 3 anni ad alto tasso adrenalinico nei catering della varie case automobilistiche, compresa la Ferrari, con la possibilità di seguire i piloti in tutti i campionati del mondo. Poi, il rientro nei villaggi turistici e 3 anni fa l'incontro con la famiglia Pompili, proprietaria di Veratour, che lo convince, dopo un lungo corteggiamento, ad entrare in azienda.



Il salto dell'offerta gastronomica nei villaggi Veraclub è subito evidente, grazie ad un maggiore investimento sulla qualità del prodotto e alla cura nei rifornimenti. Massimo Sgobba gestisce oggi più di 80 cuochi italiani nel mondo. È stata creata una linea standard per tutte le strutture che prevede serate a tema, il piatto dello chef (preparato davanti al cliente), pasta fresca fatta in casa, il miglior pesce (la passione di Sgobba) proposto in formula sushi o cotto alla piastra, e l'inserimento della figura del “rosticciere” che si occupa di creare l'angolo dello “street food”. Tutti i villaggi sono organizzati con servizio a buffet, show cooking alle griglie e “station pasta” per garantire la migliore pasta “al dente” fuori dall'Italia.

Alcuni esempi di menu. Primi piatti: Sfoglia all'uovo all'emiliana, Spaghetti al salto con tagliata di seppia, Risottino mantecato con verdure fresche di stagione, Orecchiette ai pomodorini datterini e ricotta secca, Mezze maniche con dadolata di melanzane fritte. Secondi piatti: Ricciola del mar Tirreno al finocchietto selvatico, Triglie di scoglio alla griglia, Filetto di scorfano in crosta di nocciole, Tagliata di manzo angus con rucola e grana, Julienne di maiale spadellata alle verdure fresche, Patate rustiche al forno, Fior di broccoli al pan saporito. Il tutto accompagnato da buffet di antipasti misti e di verdure, frutta fresca e dolci tradizionali.


Veratour
Viale Eroi di Rodi 254 - 00128 Roma
Tel 06 50066
www.veratour.it
informazioni@veratour.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali