Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 luglio 2020 | aggiornato alle 08:29| 66574 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     LOCALI     TENDENZE e MERCATO

A Barzio torna la Sagre delle Sagre
Ma resta l'incognita sicurezza

A Barzio torna la Sagre delle Sagre 
Ma resta l'incognita sicurezza
A Barzio torna la Sagre delle Sagre Ma resta l'incognita sicurezza
Pubblicato il 24 giugno 2020 | 11:38

La manifestazione della provincia di Lecco si farà dall'8 al 16 agosto. Gli organizzatori stanno ancora studiando modalità e percorsi per non trasformare la 50ª edizione in una pericolosa occasione di assembramento.

C’è la conferma e ci sono pure le date, dall’8 al 16 agosto. La Sagra delle Sagre di Barzio, in provincia di Lecco, si farà anche quest’anno, nonostante le restrizioni e preoccupazioni dovute dall’emergenza Covid. Troppo importante per gli organizzatori questa edizione, la numero 50, per rinviarla all’anno prossimo, quando senz’altro avrebbe potuto riscuotere un successo maggiore.

L'area della Sagra delle Sagre di Barzio - A Barzio torna la Sagre delle Sagre Ma resta l'incognita sicurezza
L'area della Sagra delle Sagre di Barzio

Per la Valsassina la Sagra delle Sagre è un appuntamento tradizionale e molto partecipato, tuttavia quest’anno non sarà possibile ripetere i numeri delle passate edizioni. C’è soprattutto da rispettare le norme per assicurare igiene e distanziamento sociale, che in manifestazioni come queste – seppure permesse dallo Stato e dalle Regioni – non sempre è possibile garantire: «Siamo ben consapevoli che lo sforzo da compiere sarà decisamente più impegnativo rispetto al passato, ma siamo convinti di poter riuscire a soddisfare tutte le esigenze in termini di sicurezza di espositori e visitatori - spiega l’organizzatore Ferdinando Ceresa – Abbiamo già avviato una serie di verifiche che ci rendono ottimisti sulla possibilità di inaugurare nei tempi previsti la Sagra».

Gli organizzatori assicurano che l’impegno di queste settimane è nella progettazione di un nuovo percorso che consenta di girare tra gli stand con la garanzia di spazi adeguati e soprattutto separando l’ingresso dall’uscita. «Faremo tutto quanto necessario e indispensabile – conclude Cerasa – per sensibilizzare i visitatori affinché evitino assembramenti e particolare attenzione verrà riservata agli spazi di ristorazione».

Le sagre in Italia sono decisamente troppe e solo una minima parte di queste possono definirsi davvero autentiche e rispettano il protocollo che nasce dal Manifesto redatto una decina d’anni fa e sottoscritto dalle realtà più importanti. Un esempio di come l’organizzazione di questi eventi faccia discutere anche in queste settimane davvero delicate dal punto di vista dell’emergenza sanitaria, ma anche economica per tutto il settore della ristorazione, arriva dalla provincia di Pesaro, dove nei giorni scorsi un gruppo di giovani ha dato vita a una sorta di sagra di paese, durante la quale è stata allestita una cucina volante nientemeno che all’interno di un’officina meccanica. È bastato qualche click sui social per scatenare la comprensibile reazione della locale Associazione di Ristoratori di Confcommercio e del Silb (l’Associazione dei locali da ballo), che lamentano come spesso queste iniziative si svolgano senza quei controlli necessari, che invece in alcuni casi sono fin troppo opprimenti per i ristoratori.

C’è la conferma e ci sono pure le date, dall’8 al 16 agosto. La Sagra delle Sagre di Barzio, in provincia di Lecco, si farà anche quest’anno, nonostante le restrizioni e preoccupazioni dovute dall’emergenza Covid. Troppo importante per gli organizzatori questa edizione, la numero 50, per rinviarla all’anno prossimo, quando senz’altro avrebbe potuto riscuotere un successo maggiore.

Per la Valsassina la Sagra delle Sagre è un appuntamento tradizionale e molto partecipato, tuttavia quest’anno non sarà possibile ripetere i numeri delle passate edizioni. C’è soprattutto da rispettare le norme per assicurare igiene e distanziamento sociale, che in manifestazioni come queste – seppure permesse dallo Stato e dalle Regioni – non sempre è possibile garantire: «Siamo ben consapevoli che lo sforzo da compiere sarà decisamente più impegnativo rispetto al passato, ma siamo convinti di poter riuscire a soddisfare tutte le esigenze in termini di sicurezza di espositori e visitatori - spiega l’organizzatore Ferdinando Ceresa – Abbiamo già avviato una serie di verifiche che ci rendono ottimisti sulla possibilità di inaugurare nei tempi previsti la Sagra».

Gli organizzatori assicurano che l’impegno di queste settimane è nella progettazione di un nuovo percorso che consenta di girare tra gli stand con la garanzia di spazi adeguati e soprattutto separando l’ingresso dall’uscita«Faremo tutto quanto necessario e indispensabile – conclude Cerasa – per sensibilizzare i visitatori affinché evitino assembramenti e particolare attenzione verrà riservata agli spazi di ristorazione».

Le sagre in Italia sono decisamente troppe e solo una minima parte di queste possono definirsi davvero autentiche e rispettano il protocollo che nasce dal Manifesto redatto una decina d’anni fa e sottoscritto dalle realtà più importanti. Un esempio di come l’organizzazione di questi eventi faccia discutere anche in queste settimane davvero delicate dal punto di vista dell’emergenza sanitaria, ma anche economica per tutto il settore della ristorazione, arriva dalla provincia di Pesaro, dove nei giorni scorsi un gruppo di giovani ha dato vita a una sorta di sagra di paese, durante la quale è stata allestita una cucina volante nientemeno che all’interno di un’officina meccanica. È bastato qualche click sui social per scatenare la comprensibile reazione della locale Associazione di Ristoratori di Confcommercio e del Silb (l’Associazione dei locali da ballo), che lamentano come spesso queste iniziative si svolgano senza quei controlli necessari, che invece in alcuni casi sono fin troppo opprimenti per i ristoratori.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Sagra delle Sagre lecco lombardia Barzio sicurezza igiene assembramento emergenza covid pesaro manifesto confcommercio silb ristoratori Ferdinando Ceresa

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®