Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 25 giugno 2022 | aggiornato alle 15:58 | 85729 articoli in archivio

Rigoroso, affabile, instancabile Carlo Bresciani si racconta

Abbiamo sollevato il cappello da cuoco a Carlo Bresciani dell'Antica Cascina San Zago a Salò (Bs), che ci ha svelato i suoi segreti: da cosa voleva diventare da grande a ciò che non manca mai nel suo frigorifero

di Clara Mennella
vicedirettore
 
02 aprile 2016 | 10:36

Rigoroso, affabile, instancabile Carlo Bresciani si racconta

Abbiamo sollevato il cappello da cuoco a Carlo Bresciani dell'Antica Cascina San Zago a Salò (Bs), che ci ha svelato i suoi segreti: da cosa voleva diventare da grande a ciò che non manca mai nel suo frigorifero

di Clara Mennella
vicedirettore
02 aprile 2016 | 10:36
 

Quando si incontra Carlo Bresciani (nella foto) sembra impossibile che abbia sulle spalle oltre quarant’anni di professione; cammina dritto e ha due occhi che sorridono sempre e raccontano una voglia di fare, creare e sperimentare senza fermarsi, anche se potrebbe considerarsi “arrivato”.

Carlo Bresciani

La passione per questo lavoro arriva da lontano, da quando in terza media è andato in visita all’Istituto Alberghiero e ha fatto una scelta senza ripensamenti. In quattro decenni ha lavorato in alberghi importanti in tutto il nord Italia e, negli anni ’90 incontra per caso la sua seconda passione, la cucina nipponica. Al Villa Cortina Palace Hotel di Sirmione gli viene proposto di fare un viaggio in Giappone che gli piacque così tanto che dal 1995 ad oggi i viaggi sono stati 19 con circa un mese di permanenza l’uno, che lo hanno portato ad essere uno dei maggiori esperti di sushi e sashimi in Italia e ad essere un precursore nel proporli sulle tavole ristorative italiane.

Dal 2012 ha trovato il suo regno ristrutturando un cascinale di 2.500 mq sulle sponde del Garda a Salò (Bs), trasformato nell’Antica Cascina San Zago, rustica ma elegante location con la moglie Beatrice splendida padrona di casa.

Docente di cucina Italiana nel mondo e Presidente Vicario di Fic è capace di coinvolgere tutti quelli con i quali viene a contatto, infatti ha trasmesso ai suoi figli le passioni della vita; Alberto è al suo fianco come pasticcere, mentre la figlia vive e lavora a Tokio dopo essersi laureata in lingua giapponese.


Da bambino cosa sognavi di diventare?
Un tennista

Il primo sapore che ti ricordi.
La frittura di latte

Qual è il senso più importante?
Il senso pratico

Il piatto più difficile che tu abbia mai realizzato.
A Parigi, il rombo poché

Come hai speso il primo stipendio?
Per acquistare la Vespa Primavera 125

Qual è il piatto che nella vita non si può assolutamente fare a meno di provare?
Il kobe-beef alla piastra (teppanyaki)

Cosa non manca mai nel frigo di casa tua?
L’olio extravergine Casaliva

Qual è il tuo cibo consolatorio?
La coppa gelato al gianduiotto

Che rapporto hai con le tecnologie?
Molto buono

All’Inferno ti obbligano a mangiare sempre un piatto: quale?
La minestrina in brodo

Chi inviteresti alla cena dei tuoi sogni?
La mia famiglia

Quale quadro o opera d’arte rappresenta meglio la tua cucina?
Le quattro stagioni di Chagall

Se la tua cucina fosse una canzone quale sarebbe?
Aqualung dei Jethro Tull


Antica Cascina San Zago
via dei Colli 13 - Salò (Bs)
Tel 0365 42754 - Cell 338 7225945
www.anticacascinasanzago.it
info@anticacascinasanzago.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Algida Dolce Vita