Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 27 settembre 2022 | aggiornato alle 14:00| 88127 articoli in archivio

Nic pronta per la Coppa del mondo Il menu della gara presentato a Messina

di Piero Rotolo
 
13 novembre 2018 | 11:30

Nic pronta per la Coppa del mondo Il menu della gara presentato a Messina

di Piero Rotolo
13 novembre 2018 | 11:30
 

Il dinner show della Nazionale italiana cuochi ha conquistato gli ospiti del Moon Flower di Monforte (Me). L’organizzazione è stata curata dall’Associazione provinciale cuochi Messina e dal presidente Rosaria Fiorentino.

Il dinner show della Nazionale italiana cuochi ha conquistato gli ospiti del Moon Flower di Monforte (Me). L’organizzazione è stata curata dall’Associazione provinciale cuochi Messina e dal presidente Rosaria Fiorentino.

Una serata esclusiva quella offerta dalla Nic, penultimo allenamento pubblico in vista della Coppa del mondo di cucina, che si svolgerà dal 23 al 28 novembre in Lussemburgo. Sin dalle prime ore del pomeriggio gli ospiti hanno potuto osservare i ragazzi della Nic all’opera nella preparazione del menu uguale a quello che presenteranno nella competizione ufficiale. Un team collaudato, dove ciascuno ha il suo compito che assolve con competenza e passione.

(Nic pronta per la Coppa del mondo Il menu della gara presentato a Messina)

Il menu proposto di tre portate (starter, main course e dessert), ha conquistato gli ospiti per l’originalità della preparazione e l’equilibrio gustativo. Una cena perfetta in ogni dettaglio che alla Nazionale è servita per mettere a punto il tiro in vista della sfida finale con gli altri team degli altri Paesi. A fare gli onori di casa i cuochi dell’Associazione provinciale cuochi Messina, che hanno preparato per l’occasione un gradito aperitivo di benvenuto, schierando le migliori risorse interne all’Associazione.

Riccardo Rizzo (Cannolo di pane dorato colmo di pesce spada su vellutata di melanzane quaglia), Franco Agliolo (Zuppetta d’autunno), Francesco Arena (La Sicilia in un morso), Lucio Bernardi (Aguglia imperiale al sale con erba cipollina e limone), Giuseppe Geraci (Cozze pepate), Salvatore Armeli Moccia (Tartare di vitello con crostone di tumminia in autunno), Rosaria Fiorentino (Crudo di palamita speziata in gazpacho di zucca e mandarino). Ottime le specialità dello storico panificio di Natale Laganà, diverse per ogni portata della cena, e i dolci di commiato di Lillo Freni, ispirati alla tradizione messinese. I vini serviti in accompagnamento ai piatti erano della Cantina Duca di Salaparuta.

«È importante - ha sottolineato il presidente della Fic (Federazione italiana cuochi) Rocco Pozzulo, presente alla serata - che la Nic abbia la giusta visibilità e sostegno in vista di un così importante appuntamento, poiché rappresenta il tramite ideale per fare conoscere l’eccellenza della Cucina italiana all’estero».

Fiore all’occhiello del mondo gastronomico italiano, la Nazionale italiana cuochi ha schierato ai fornelli: Pierluca Ardito, Fabio Mancuso, Francesco Cinquepalmi, Andrea Tiziani, Vincenzo Romano, Andrea Del Villano e i membri del team esterno Gianluca Tomasi, Lorenzo Alessio (che per la serata ha sostituito l’infortunato Francesco Gotti), Angelo Di Lena, Giuseppe Palmisano, Filippo Crisci, Domenico Pugliesi, Pietro Pupillo, Walter Dalla Pozza, ai quali nella trasferta lussemburghese si aggiungeranno Gaetano Ragunì, Tommaso Bonseri Capitani, Davide Cantù, Antonio Danise, Antonio Dell’Oro, Vincenzo Romano, Andrea Tiziani e Vito Mastrosimini, con Virginia Bellini per la parte riguardante il marketing. Emozionante la conclusione con l’entrata in sala dei ragazzi della Nic sulle note dell’Inno di Mameli.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Hotel - Fiera Bolzano 2022