Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 gennaio 2022 | aggiornato alle 15:17 | 81118 articoli in archivio

Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di “squadra”

Nella città sarda un giro d’Italia enogastronomico organizzato con cuochi e cantine di alcune località turistiche italiane per ribadire il forte legame dei settori con il turismo.

22 ottobre 2019 | 13:01

Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di “squadra”

Nella città sarda un giro d’Italia enogastronomico organizzato con cuochi e cantine di alcune località turistiche italiane per ribadire il forte legame dei settori con il turismo.

22 ottobre 2019 | 13:01

Ad Alghero, all’hotel 5 stelle Carlos V (struttura della quale abbiamo raccontato in altre occasioni) affacciato sul Golfo del Corallo, si sta svolgendo tra ieri e oggi il convegno “Incontri Enogastronomici Regionali” ideato dall’Associazione no profit Ristoranti Regionali-Cucina Doc con l’obiettivo di mettere all’opera chef di Lombardia, Trentino, Marche, Umbria, Toscana e Sardegna. Una sorta di “giro d’Italia gastronomico” che presenta in amichevole confronto le specialità regionali di alcune tra le più belle località turistiche del nostro Paese. Un binomio che a più riprese abbiamo sostenuto come Italia a Tavola.

I cuochi che hanno partecipato alla serata (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
I cuochi che hanno partecipato alla serata

A ogni piatto, un vino abbinato. Nella prima serata sono state servite etichette di: Associazione Strada del Vino e dei Sapori della Valcalepio (Bg), Azienda Agricola Pojer&Sandri (Tn) Azienda Agricola Bera (Cn), Cantina Santa Maria La Palma (Alghero), Tenute Sella&Mosca (Alghero). Nella seconda serata alcune di queste verranno riproposte e si aggiungerà Poderi Parpinello (Ss).

La sala dove si è svolta la cena (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
La sala dove si è svolta la cena

«Credo che l'importanza della ristorazione e dell'enogastronomia in generale nel testimoniare il valore e la storia di un territorio sia un elemento forte - ha spiegato l'assessore a Turismo e Cultura di Alghero Marco Di Gangi - che anche noi qui ad Alghero vogliamo usare perché la nostra cucina ha una storia, è il risultato di tradizioni che si tramandano nei secoli. Tenere alto il valore di questa tradizione è un elemento che ci rende unici, che caratterizza ogni territorio. Valorizzare questo aspetto rappresenta un valore in più per una città come Alghero che fa del turismo un suo punto forte. Come assessorato cerchiamo sempre di sostenere le attività turistiche che si legano alla cucina, proprio perché crediamo in questo connubio. Non ci dobbiamo poi dimenticare delle aziende vinicole e olivicole, ma anche nel settore lattiero-caseario. L’offerta è ampia e ricca ed è incrementata da tutto ciò che ci viene dal mare che per noi è una risorsa determinante».

Il Torbato Sella&Mosca (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
Il Torbato Brut Spumante Doc Sella&Mosca

Il menu della prima serata si è aperto l’aperitivo firmato da Mauricio Marra, cuoco del Carlos V di Alghero. Ad accompagnare le fantasie nel piatto, il Torbato Brut Spumante Doc di Tenute Sella&Mosca.

Carne salada tra tradizione e innovazione con Bianco Faye Dolomiti 2004 Pojer e Sandri (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
Carne salada tra tradizione e innovazione con Bianco Faye Dolomiti 2004 Pojer e Sandri

Poi, la prima portata: Carne salada tra tradizione e innovazione. A prepararla il Ristorante Da Pino di San Michele all’Adige (Tn). Nel calice Bianco Faye Dolomiti 2004 dell’Azienda Agricola Pojer e Sandri di Faedo (Tn).

Zuppa di funghi delle Orobie con Gaudes Bianco Valcalepio Dop Villa Domizia (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
Zuppa di funghi delle Orobie con Gaudes Bianco Valcalepio Dop Villa Domizia

Poi Zuppa di funghi delle Orobie del Ristorante Posta al Castello di Gromo (Bg). Il vino Gaudes Bianco Valcalepio Dop 2017 lo ha fornito l’Azienda vinicola Villa Domizia di Torre de’ Roveri (Bg).

Agnello con le olive e il finocchietto selvatico con Monica Superiore di Sardegna 2017 Santa Maria la Palma (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
Agnello con le olive e il finocchietto selvatico con Monica Superiore di Sardegna 2017 Santa Maria la Palma

A seguire, Agnello con le olive e il finocchietto selvatico del Ristorante Da Bruno dell’Hotel Fertilia di Alghero. La Cantina Santa Maria la Palma di Alghero ha presentato in abbinamento Monica Superiore di Sardegna 2017.

Tortino con farina di mais e salsa ai fichi d'India con Moscato d’Asti Docg 2018 Azienda agricola Bera (Cibo e vino spingono il turismo Da Alghero una lezione di squadra)
Tortino con farina di mais e salsa ai fichi d'India con Moscato d’Asti Docg 2018 Azienda agricola Bera

In chiusura Tortino con farina di mais e salsa ai fichi d’India del ristorante La Trota di Laxolo di Brembilla (Bg). L’azienda agricola Bera-Neviglie ha servito nel calice Moscato d’Asti Docg 2018.

Ad introdurre l'intera serata, una particolare occasione: la presentazione dell'ultima fatica letteraria del presidente onorario dell'associazione, Angelo Valentini - clicca qui per il pezzo dedicato al testo "Il rivoluzionario dello spirito".

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali