Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 23 ottobre 2019 | aggiornato alle 15:52| 61609 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI
di Claudio Zeni
Claudio Zeni
Claudio Zeni
di Claudio Zeni

Un menu dedicato a Leonardo
al ristorante di Silvia Baracchi

Un menu dedicato a Leonardo 
al ristorante di Silvia Baracchi
Un menu dedicato a Leonardo al ristorante di Silvia Baracchi
Pubblicato il 02 maggio 2019 | 17:06

A 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, di cui proprio oggi, 2 maggio, ricorre l’anniversario, molte città italiane e del mondo ricordano il grande genio con mostre ed eventi.

Tuttavia, a pochi piace ricordarlo per la sua passione per la cucina. La “cocina” sempre in ordine, il fuoco sempre acceso, una riserva d’acqua sempre bollente e poi attrezzi per lavare, tritare, affettare, pelare e tagliare, e non è un caso se nell’Ultima Cena Leonardo dipinge vicino a ciascun commensale una piccola tovaglia per pulirsi la bocca e le mani, il primo tovagliolo della storia dell’arte.

(Un menu dedicato a Leonardo al ristorante di Silvia Baracchi)
La chef Silvia Baracchi

A rendere omaggio al grande genio per la sua passione per l’arte culinaria ci ha pensato la chef Silvia Baracchi de Il Falconiere di Cortona, una stella Michelin, vincitrice del Premio Italia a Tavola per la sezione cuochi e delegata per la Toscana di Euro-Toques Italia, dedicandogli un apposto menu inserito nella carta del suo ristorante sulle tracce culinarie e i piatti creati da Leonardo. E proprio al genio toscano, la chef aveva già dedicato il menu del light lunch organizzato a chiusura del Premio Italia a Tavola ad Artimino, lo scorso 31 marzo.

Il menu del ristorante di Silvia Baracchi si apre con: Le tre Lumache (Tortino di ceci con spiedo di lumache di vigna e la sua salsa); per poi proseguire con: ‘Esperimenti col Pane…’ (Gnudi di pane in zuppetta di bieta allo zenzero e polvere di prosciutto); ‘…e con la Pasta (Vermicelli alla salvia e cannella con trucioli di pecorino semistagionato e zucchero grezzo); ‘Dal Cenacolo’ (Pesce San Pietro e polpettina di animelle con pisellini appena sgranati e salsa allo zafferano); I tradizionali pasticci di carne e spezie (Pasticcio di anitra alle spezie toscane e vinaccia con zucchina arrostita e salsa alla curcuma), e per finire La gioconda: non potendo interpretare lo sguardo… (Il bacio di Monnalisa con crema di latte e salsa all’Elisir di lunga vita).

Ritornando al grande genio, la sua mente non si fermò alla creazione di ricette, ideò per la cucina anche degli strumenti precursori del frullatore o del girarrosto. Quando morì, nel 1519, esattamente 500 anni fa, Leonardo lasciò metà del suo patrimonio alla fedele cuoca, insieme ai disegni di una serie di geniali invenzioni come il cavatappi, l’affettatrice, il macinapepe e il trita-aglio, ancora oggi chiamato dai cuochi “Il Leonardo”.

Foto di: Stefano Del Pianta

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cuoco chef silvia baracchi menu ristorante leonardo da vinci il falconiere toscana

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).