Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 26 settembre 2021 | aggiornato alle 15:08 | 78152 articoli in archivio

Torino prepara la “Pasqua sospesa” Uova e colombe in dono ai medici

Tante le iniziative che il mondo dell’enogastronomia ha sfoderato per sostenere cittadini, malati e personale sanitario. Nel capoluogo piemontese pranzo pasquale speciale e pizza sospesa.

di Piera Genta
03 aprile 2020 | 09:31

Torino prepara la “Pasqua sospesa” Uova e colombe in dono ai medici

Tante le iniziative che il mondo dell’enogastronomia ha sfoderato per sostenere cittadini, malati e personale sanitario. Nel capoluogo piemontese pranzo pasquale speciale e pizza sospesa.

di Piera Genta
03 aprile 2020 | 09:31

Prendendo spunto dal “Caffè Sospeso” di Napoli all’inizio di marzo, Carlo Ricatto, titolare della pizzeria Bricks di Torino, ha lanciato l’iniziativa della “Pizza Sospesa” a favore dei medici e infermieri degli ospedali Amedeo di Savoia e Molinette. Oltre a portare la pizza è stata creata una raccolta fondi per la terapia intensiva effettuata tramite la piattaforma di Specchio dei tempi.

Pasqua sospesa a Torino per i medici - Torino prepara la Pasqua sospesa Uova e colombe in dono ai medici

Pasqua sospesa a Torino per i medici

Con la chiusura dei locali l’iniziativa ha cambiato forma grazie soprattutto alla collaborazione di molti chef torinesi ed alle donazioni di aziende fornitrici di materie prime. Proprio grazie a questa rete di solidarietà sicuramente si pensa di continuare fino alla fine di aprile - come ci conferma Carlo Ricatto - perchè ogni giorno vengono cucinati 60/70 porzioni. Alcuni nostri amici volontari o il personale di qualche ristorante sono diventati i riders e si prendono cura della consegna ai vari presidi.

Per il giorno di Pasqua è previsto il “Pranzo sospeso”, oltre al salato verrà consegnato anche un uovo di cioccolato e la colomba preparata dal Maestro Simone Salerno della pasticceria Chocolat di Gassino, già impegnato in un’altra iniziativa solidale.

Supportati in cucina da tutto lo staff di Bricks, i primi a prestare il loro contributo sono stati Lorenzo Careggio, Alberto Fele, Enzo Barillà , cuochi del ristorante Eragoffi, a seguire Danilo Pelliccia (Du Cesari), Alessandro Uccheddu (Magorabin), Carmelo Damiano e Marco Granato (Giudice), Claudio Lochiatto (Opera), Claudia Fraschini (Cookin’Factory scuola di cucina), Alberto Fele (Chiosco dello zoo), Yari Sità, Giorgio Cotti (Gaudenzio), Gigi Sanna (Gigi cucina urbana), Ristorante Lo stonnato, Miguel Bustinza (Vale un Perù), Ristorante Piccolo Lord, Ristorante giapponese Koi, Ristorante cinese Zheng Yang. Ed ancora i pizzaioli Massimiliano Prete (Sesto gusto), Enrico Murdocco (Tellia), Marco Sorbo e Imma Ferraro (Pad). Per i gelatieri Giulio Rocci (Ottimo) e Maison Corsini.

E tante sono state le aziende, anche fuori regione Piemonte, che stanno collaborando: Pastificio Bolognese, Pastificio Pasta & Company, Aironi, Riso di Bra, Farine Bongiovanni, Molino Fruttero, Molino sul Clitunno, l’Angolo dei sapori, Frantoio Sant’Agata di Oneglia, Agrisalumeria Luiset, Peaquin, Pesto Rossi, Pasta Felicetti, Cuki Italia, Prontoservice e Molecola. Ad oggi la raccolta fondi è arrivata a 13mila euro.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali