Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 17 aprile 2024  | aggiornato alle 16:46 | 104657 articoli pubblicati

Pranzo di Pasqua senza sensi di colpa? Ecco i consigli per arrivare in forma

In occasione della Pasqua, periodo in cui ogni regione d'Italia dà il meglio di sé con cibi ipercalorici, ecco come prepararsi al meglio agli “impegni gastronomici” senza guadagnare chili in più

 
22 marzo 2024 | 07:30

Pranzo di Pasqua senza sensi di colpa? Ecco i consigli per arrivare in forma

In occasione della Pasqua, periodo in cui ogni regione d'Italia dà il meglio di sé con cibi ipercalorici, ecco come prepararsi al meglio agli “impegni gastronomici” senza guadagnare chili in più

22 marzo 2024 | 07:30
 

La Pasqua 2024 si sta avvicinando a grandi passi. Una festa che è, forse, il momento dell'anno più ricco di riti e tradizioni gastronomiche. Resistere a pastiere, torte al formaggio, casatielli, colombe, uova di cioccolato e ogni altra prelibatezza regionale è davvero difficile. Con il rischio dietro l'angolo di ritrovarsi, dopo il giorno di Pasquetta, con qualche chilo in più. Ma alcune accortezze possono essere adottate, per arrivare al meglio alla maratona gastronomica di Pasqua e concedersi qualche “strappo alla regola” sempre con il dovuto equilibrio, ma neanche con troppi rimorsi! Ecco come prepararsi in questi ultimi giorni secondo Michelangelo Giampietro, specialista in Medicina dello Sport e in Scienza dell'alimentazione, interpellato da Deliveroo, la piattaforma dell'online food delivery.

Pranzo di Pasqua senza sensi di colpa? Ecco i consigli per arrivare in forma

Come arrivare preparato agli eccessi del Pranzo di Pasqua

Prepararsi al pranzo di Pasqua: attenzione al sale

«È bene ricordarci che aumenti rapidi di peso dipendono sempre, quasi esclusivamente, da una maggiore quantità di acqua trattenuta dal nostro organismo anche come conseguenza di un inevitabile aumento della quantità di sale che assumiamo, sia pure inconsapevolmente, con i cibi, anche quelli dolci. Il sale, infatti, e in particolare il sodio che attira acqua, viene utilizzato per esaltare il sapore delle pietanze e per aumentare la percezione del gusto dolce. Per limitare o, meglio, evitare questo rischio possiamo mettere in atto alcune “strategie” iniziando già da qualche giorno prima dell'inizio dei festeggiamenti».

Come prepararsi al pranzo di Pasqua

Ecco i consigli da mettere in pratica subito e concedersi poi il pranzo di Pasqua in tutta tranquillità.

  • Utilizza piatti più piccoli e porzioni controllate per ridurre l'eccesso di cibo.
  • Mastica lentamente per favorire una migliore digestione e il senso di sazietà.
  • Fai almeno due piani di scale invece di usare l'ascensore per muoverti di più.
  • Aggiungi almeno una porzione di verdure ad ogni pasto principale.
  • Alzati ogni ora e fai almeno 10 minuti di stretching.
  • Non mangiare mentre cucini.
  • Fai con i bambini giochi tradizionali di movimento (ruba bandiera, nascondino, acchiapparella, campana).
  • Gusta ortaggi crudi non conditi come antipasto leggero.
  • Fai almeno 30 minuti di attività fisica come camminare, andare in bicicletta o ballare.
  • Utilizza spezie e erbe aromatiche per limitare l'utilizzo del sale.
  • Visita una mostra o un museo per muovere mente e corpo.
  • Tieni l'acqua a portata di mano per bere almeno 1,5 lt al giorno.
  • Non saltare mai i pasti e preferisci cene e spuntini leggeri (ortaggi, verdure, frutta, yogurt e latte scremati).
  • Nel tempo libero fai attività fisica come giardinaggio o una passeggiata all'aperto.
  • Non sprecate il cibo in eccesso. Piuttosto condividetelo con gli altri.

«Se poi, nonostante tutta la nostra buona volontà e attenzione, la bilancia dovesse mostrarci che non siamo stati abbastanza bravi, nessun senso di colpa e soprattutto non cercare di perdere peso troppo rapidamente e con soluzioni drastiche e stravaganti per non fare un danno maggiore - consiglia Michelangelo Giampietro. È sempre necessario, infatti, uno stile alimentare vario ed equilibrato da accompagnare ad attività fisica».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Siggi

Molino Grassi
Fonte Margherita
Fratelli Castellan