Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 23 giugno 2024  | aggiornato alle 04:18 | 106021 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Rational

Mai mangiato i germogli di bambù? Ecco tutte le proprietà

Sono alleati della salute gastrointestinale: le loro fibre aiutano difatti a promuovere la regolarità intestinale, combattendo lo stato di costipazione e riducendo il rischio di cancro al colon. Amici anche del cuore

 
14 maggio 2023 | 07:30

Mai mangiato i germogli di bambù? Ecco tutte le proprietà

Sono alleati della salute gastrointestinale: le loro fibre aiutano difatti a promuovere la regolarità intestinale, combattendo lo stato di costipazione e riducendo il rischio di cancro al colon. Amici anche del cuore

14 maggio 2023 | 07:30
 

Avete mai mangiato i germogli di bambù? Vediamo perché provarli e quali proprietà hanno in un articolo di Humanitas salute che pubblichiamo. Innanzitutto, i germogli di bambù sono, appunto, i germogli commestibili della pianta di bambù. Tipici dell’Asia orientale (soprattutto di Taiwan, Cina e Giappone), possono essere ottenuti da diverse specie di bambù; le più utilizzate a questo scopo sono Bambusa bambos, B. tulda, Dendrocalamus hemiltonii, B. polymorpha, B. balcooa, D. gigentius e Melocanna baccifera.

Mai mangiato i germogli di bambù? Eccone tutte le proprietà

Tante le proprietà dei germogli di bambù

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di germogli di bambù crudi apportano 27 calorie e:

  • 4,0 mg di vitamina C
  • 20 UI di vitamina A
  • 0,600 mg di niacina
  • 0,240 mg di vitamina B6
  • 0,161 mg di acido pantotenico
  • 0,150 mg di tiamina
  • 0,070 mg di riboflavina
  • 7 µg di folati
  • 533 mg di potassio
  • 59 mg di fosforo
  • 13 mg di calcio
  • 4 mg di sodio
  • 3 mg di magnesio
  • 1,10 mg di zinco
  • 0,50 mg di ferro
  • 0,262 mg di manganese
  • 0,190 mg di rame
  • 0,8 µg di selenio
  • beta-carotene
  • 91,0 g di acqua
  • 3 g di zuccheri
  • 2,60 g di proteine
  • 2,2 g di fibre
  • 0,30 g di lipidi, fra cui: 0,069 g di grassi saturi, 0,007 g di grassi monoinsaturi, 0,134 g di grassi polinsaturi.

Quando non mangiare i germogli di bambù?

Non risultano esservi interazioni tra il loro consumo e l’assunzione di medicinali o altre sostanze.

Stagionalità dei germogli di bambù

In Italia sono reperibili sul mercato tutto l’anno. Nei paesi in cui vengono coltivati, spuntano in stagioni diverse in base alla specie.

Possibili benefici e controindicazioni

I germogli di bambù sono alleati della salute gastrointestinale: le loro fibre aiutano difatti a promuovere la regolarità intestinale, combattendo lo stato di costipazione e riducendo il rischio di cancro al colon. Contribuiscono poi a proteggere la salute cardiometabolica, controllando l’assorbimento sia di colesterolo che di zuccheri e favorendo, in tal modo, la regolazione dei loro livelli nel sangue. Cuore e arterie traggono beneficio dal consumo di germogli di bambù anche grazie alla presenza di potassio, minerale che aiuta a controllare la pressione sanguigna e a promuovere una regolare frequenza cardiaca. Sono inoltre fonte di vitamine e minerali dall’effetto antiossidante. Infine, le vitamine del gruppo B favoriscono un buon metabolismo, mentre ferro e rame prendono parte alla sintesi dei globuli rossi.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Consorzio Barbera Asti
Grana Padano
Nomacorc Vinventions
Sartori
Siad

Consorzio Barbera Asti
Grana Padano
Nomacorc Vinventions

Sartori
Molino Pivetti
Brita