Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 15 agosto 2022 | aggiornato alle 21:59 | 86946 articoli in archivio

Bologna incontra la Baviera: un road-show tra le prelibatezze del Land tedesco

Nella storica cornice di Palazzo Re Enzo, Alp Bayern ha organizzato una cena di gala per mettere in mostra i prodotti enogastronomici della regione più meridionale della Germania

di Giuseppe De Biasi
 
05 luglio 2022 | 14:38

Bologna incontra la Baviera: un road-show tra le prelibatezze del Land tedesco

Nella storica cornice di Palazzo Re Enzo, Alp Bayern ha organizzato una cena di gala per mettere in mostra i prodotti enogastronomici della regione più meridionale della Germania

di Giuseppe De Biasi
05 luglio 2022 | 14:38
 

Una serata per far conoscere le prelibatezze eno-gastronomiche (e brassicole) della Baviera e rinsaldare il solido legame che Bologna e l’Emilia-Romagna hanno con il Land tedesco con il quale condividono il medesimo approccio epicureico ai piaceri della tavola.

Questa in estrema sintesi gli obiettivi dichiarati dell’evento organizzato nei giorni scorsi nella città felsinea da Alp Bayern, l’agenzia del Ministero dell’Alimentazione, dell’Agricoltura e delle Foreste della Baviera, ambasciatore e braccio operativo della promozione dei prodotti bavaresi nel mondo, e coordinato da un grande conoscitore della materia come Luigi Cremona.

Bologna incontra la Baviera: un road-show tra le prelibatezze del Land tedesco

Il Land più meridionale della Germania 

Il Land più meridionale della Germania è considerato il cuore pulsante dell’economia tedesca con una popolazione di 12 milioni di persone e un Pil pari alla somma di Grecia e Portogallo, che si associa al più basso tasso di  disoccupazione dell’intera nazione.

L’agricoltura e i suoi prodotti rappresentano una parte centrale di questa florida economia con 1.200 produttori bio, 170 aziende certificate e 18mila aziende convenzionali i cui prodotti sono comunque contraddistinti da un bollino che li identifica grazie alla filiera controllata per provenienza e tracciabilità.

Algida Dolce Vita

Prodotti e protagonisti 

Dopo la presentazione alla stampa alla presenza della Ministra per l’Alimentazione, Agricoltura e Foreste della Baviera Michaela Kaniber, si è svolta una degustazione guidata di birre agricole e formaggi, condotta dal maestro assaggiatore ONAF Andrea Sella, dal Sommelier della birra, diplomato alla Doemens Akademie di Monaco di Baviera, Nicola dell’Orefice. Presenti il Direttore della Milch. Bayern e V., l’Associazione dei produttori di latte, Claudia Weiss, Responsabile Export Bayerischer Brauerbund e V. – l’Associazione dei birrai bavaresi, Klaus Hoffman e, infine, le reginette della birra bavarese, Sarah Jager e Veronika Gaschossmann.

Erano presenti alla serata, con banchi di degustazione, circa una ventina di produttori tra cui birrifici artigianli, caseifici, distillerie, produttori di conserve e specialità in vasetto, salse, carni, vini: i caseifici Bayernland GmbH e Bergader Italia Srl, il birrificio Brau im Moos GmbH & Co KGLa, Castell’sches Domanenamt e K. Produttori di vino, Completeorganics GmbH specialità in vaso, GreenForce Future Food AG, alternative vegane alla carne, Hoppebrau GmbH, birrificio,  Familienbrauerei Jacob oHG birrificio, Hopperbrau birrificio, Kaeskuche GmbH & Co. KG caseificio, Lantenhammer Destillerie GmbH distillati, Meckatzer Lowenbrau Benedikt Weiss KG birrificio, Milchwerk Jager GmbH caseificio, Munchener Viktualien UG della start-up Snack Bretzel- Panificio, Privatbrauerei Schweiger GmbH & Co KG birrificio, Rudolf und Robert Houdeck di Kabanos, Schtzveerband Nurnnberger Bratwurste e V. per la salsiccia di Norimberga, Vion Beef B.V. per la carne di manzo e, infine, Weingut Staatlicher Hofkeller produttore di vino e spumante della Franconia, Bayerischer Brauerbund e V., associazione dei birrifici della Baviera, Milch. Bayern e V., associazione dell’industria lattiero-casearia della Baviera.

Bologna incontra la Baviera: un road-show tra le prelibatezze del Land tedesco

La cena di gala a Palazzo Re Enzo 

La Cena di Gala si è svolta nella sala del Podestà di Palazzo Re Enzo per circa 150 ospiti alla presenza della Ministra per l’Alimentazione, Agricoltura e Foreste della Baviera Michaela Kaniber, di Alessandro Marino, Segretario generale della Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco-Stoccarda e di Elly Schlein, Vicepresidente e Assessore al contrasto alle diseguaglianze e transizione ecologica della Regione Emilia Romagna.

Con l’attenta regia di Luigi Cremona sono sfilati sul palco i quattro che hanno firmato il menù della serata, sia per la parte dell’aperitivo che per la cena di gala, sempre all’insegna della commistione, in chiave gastronomica, delle tipicità felsinee-bavaresi.

Bologna incontra la Baviera: un road-show tra le prelibatezze del Land tedesco

Ad aprire le danze uno dei simboli viventi di riuscita contaminazione fra tradizione e innovazione come Max Poggi che ha proposto una delicatissima “Melanzana alla parmigiana alla moda bavarese” a cui ha fatto eco Armando Martini con i suoi “Tortelli farciti di formaggi bavaresi, salsa di pomodoro e fiori Alp Blossom”, Piatti abbinati ad un Weisser Burgunder VDP Würzburger Stein 1, annata 2021.

A seguire, sempre sostenuto dal curato servizio coordinato dall’esperto Piero Pompili del Ristorante Il Cambio di Bologna, il “Sottospalla di lombo alla griglia con canederli al bretzel con salsa di crema acida ed erba cipollina e crauti caramellati” dello chef italo-bavarese Giuseppe Messina, associato ad un Silvaner VDP Hohenart 1, annata 2020 Furstlich Castell’sches.

Infine Gino Fabbri ha come al solito chiuso la serata con la sua consueta geniale leggiadria sostituendo il mascarpone con il formaggio bavarese e contaminando il mascarpone con la birra al frumento per un conclusivo “Tiramisù con formaggio d’alpeggio e zabaione alla weiss” che, sulle note del Rieslaner Würzburger Stein Spätlese 1, annata 2020, ha fatto scorrere i titoli di coda su questo gemellaggio gastronomico fra Emilia Romagna e Baviera e sulla riuscita serata di conoscenza delle reciproche eccellenze.

 

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali