Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 19 ottobre 2021 | aggiornato alle 07:25 | 78755 articoli in archivio

Colomba e pastiera uniscono l'Italia. Le migliori sono di Barile e Slama che vincono la gara nazionale

Tutto naturale e solo artigianale al Premio Regina Colomba Regina Pastiera con 30 pasticceri in gara. Unico lombardo sul podio la pasticcera Eleonora Signorini, terza con la pastiera

di Renato Andreolassi
20 marzo 2021 | 21:55

Colomba e pastiera uniscono l'Italia. Le migliori sono di Barile e Slama che vincono la gara nazionale

Tutto naturale e solo artigianale al Premio Regina Colomba Regina Pastiera con 30 pasticceri in gara. Unico lombardo sul podio la pasticcera Eleonora Signorini, terza con la pastiera

di Renato Andreolassi
20 marzo 2021 | 21:55

Tutto naturale, solo artigianale, questo il filo conduttore della sfida fra la ''Regina Pastiera'' e la ''Regina Colomba'' oggi all'hotel Andriola di Milano organizzata da Stanislao Porzio, l'inventore di RePanettore. «La novita di quest'anno - ha rimarcato Porzio durante gli assaggi delle due giurie di esperti- è che alla disfida hanno partecipato pasticcieri di varie parti del Paese, a significare che il dolce unisce da Nord e Sud, con materie prime di altissima qualità. Per ricordare anche i 160 anni dell'Unità d' Italia».

Colomba e pastiera uniscono l'ItaliaLe migliori di Barile  e Slama


30 i maestri pasticceri concorrenti provenienti da 11 diverse Regioni, con una prevalenza di campani e lombardi. I dolci in gara erano accomunati dal fatto di essere realizzati con lievito madre e ingredienti del tutto naturali, senza additivi e aromi artificiali, senza semilavorati (i cosiddetti mix) e coadiuvanti tecnologici.

Due belle gare, svoltesi nella massima sicurezza e del più rigoroso rispetto delle norme anticovid. Ma soprattutto è stato un concreto segnale in vista delle prossime festività pasquali. Il segnale di un settore vivo e più che mai intenzionato a sfidare il lockdown con produzioni di altissima qualità. Il tutto frutto dell'impegno di piccoli e piccolissimi laboratori artigianali che tengono vive le tradizioni, vere e genuine nate in terra lombarda (colomba) e napoletana (pastiera). Insomma, non mollano nonostante tutto. I vincitori delle due categorie (Un pugliese per la colomba - Andrea Barile di Foggia, Pasticceria Terzo Millennio, e un campano, ovviamente, per la pastiera - Alessandro Slama di Ischia ponte) hanno dimostrato di aver lavorato con maestria le materie prime, all'insegna della bontà.

La colomba prima classifica di Andrea Barile di Foggia Colomba e pastiera uniscono l'ItaliaLe migliori di Barile  e Slama

La colomba prima classifica di Andrea Barile di Foggia


La pastiera prima classificata di Alessandro Slama di Ischia Colomba e pastiera uniscono l'ItaliaLe migliori di Barile  e Slama
La pastiera prima classificata di Alessandro Slama di Ischia

Colomba e Pastier sono dolci semplici che vanno rispettati - hanno rimarcato gli esperti – emanano voglia di vita , felicità e festa. Durante il concorso è stata lanciata anche la proposta di predisporre un vero e proprio disciplinare per la pastiera. E non dimentichiamoci che la colomba, annuncia l'imminente arrivo della primavera, un segnale di speranza in questi tempi grami. Consoliamoci almeno con un buon dolce!

 

Questa la classifica finale:

(la ricetta classica: lievito madre, farina, canditi di agrumi in sospensione, burro, tuorli d’uovo, zucchero; in superficie, glassa di zucchero, uova e mandorle)

(crostata con involucro e strisce superiori di pasta frolla; ripieno a base di grano, ricotta, scorze d’arancia candite, zucchero, aromi naturali)

Queste le giurie:

Colomba

• Alberto Paolo Schieppati (direttore So Wine So Food) – Presidente

• Antonio Guida (Chef Ristorante Seta Hotel Mandarin, Milano – 2 stelle Michelin)

• Roberta Rampini (Il Giorno)

• Claudio Sadler (Chef Ristorante Sadler, Milano – 1 stella Michelin)

• Achille Zoia (Chef Pasticceria La Boutique del Dolce, Concorezzo, MB e Cologno Monzese, MI)

 

Pastiera

• Mariella Tanzarella (La Repubblica) – Presidente

• Renato Andreolassi (Italia a Tavola)

• Andrea Aprea (Chef Ristorante Vun Hotel Park Hyatt, Milano – 2 stelle Michelin)

• Margo Schächter (filologa di food trend e giornalista di costume freelance)

• Viviana Varese (Chef Ristorante Viva, Milano – 1 stella Michelin)

 

Sponsor della manifestazione: Molino Dallagiovanna e Giuso

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali