ABBONAMENTI
Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 07 marzo 2021 | aggiornato alle 14:00| 72848 articoli in archivio

Recovery Plan, arriva la nuova bozza. Il Governo rischia la crisi, i ristoranti attendono fondi

Recovery Plan, arriva la nuova bozza. Il Governo rischia la crisi, i ristoranti attendono fondi
Recovery Plan, arriva la nuova bozza. Il Governo rischia la crisi, i ristoranti attendono fondi
Pubblicato il 12 gennaio 2021 | 17:34

Confermato l'aumento da tre a otto miliardi di euro per gli investimenti in turismo e cultura. Nessuna novità, invece, per la ristorazione. Occhi puntati sull'incontro di maggioranza delle 21.30.

Tutto cambi, perché nulla cambi. L’ultima bozza del Recovery Plan arriva sulle scrivanie del Governo ma, nonostante gli spostamenti di cifre e numeri, non sembrano esserci novità per ristorazione e turismo. Il documento di 171 pagine, per sei missioni totali, suddivise in 47 linee di intervento punta a utilizzare una cifra pari a 222,9 miliardi di euro. A questi si aggiungono i fondi per la coesione territoriale e gli investimenti previsti dalla programmazione di bilancio 2021-26 per un totale di circa 310 miliardi.

Attesa dei ristoratori per l'approvazione derl Recovery Plan - Recovery Plan, nuova bozza Attesa per il Cdm: crisi o rimpasto?
Attesa dei ristoratori per l'approvazione del Recovery Plan

I soldi per turismo e cultura
Nelle pieghe del piano nazionale per affrontare le conseguenze della pandemia, sono confermati gli otto miliardi per turismo e cultura (rispetto alla dotazione precedente di circa 3 miliardi) con l’obiettivo di incrementare il livello di attrattività del Paese «attraverso la modernizzazione delle infrastrutture materiali e immateriali, la formazione ed il potenziamento delle strutture ricettive attraverso investimenti in infrastrutture e servizi turistici strategici». Meno chiaro quanto spetti alla ristorazione che, come più volte ricordato da Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, rappresenta parte integrante dell’attrattività turistica dell’Italia, grazie a un contributo calcolato in 21 miliardi proveniente dalle spese dei turisti in questo particolare comparto.

Gli altri fondi
A cambiare, in quest’ultima versione, sono le risorse per istruzione e ricerca (da 27,9 a 28,4 miliardi) e quelle per la digitalizzazione, l’innovazione e la competitività (da 45,8 a 46,1 miliardi). Non cambiano, invece, le somme per gli altri capitoli di spesa: la transizione ecologica si attesta a 68,9 miliardi mentre le infrastrutture potranno contare su 31,9 miliardi di euro. Stabili anche i fondi per l’inclusione e la coesione (21,2 miliardi di euro).

La crisi di Governo
Cifre ancora sulla carta, nonostante l’impegno a spendere circa 25 miliardi entro il 2021, e che rimangono ancora appese all’esito del confronto fra le forze di maggioranza dopo l'incontro di martedì 12 gennaio. Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato la bozza (con l'astensione di Italia viva) e ora si attende la soluzione (rimpasto o elezioni?) alle fibrillazioni del Governo.

Tema ristori
Giovedì 14 gennaio, un nuovo Consiglio dei ministri sarà convocato per discutere del tema ristori. Argomento su cui si è espresso il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri: «Nei prossimoi giorni faremo il Consiglio dei ministri per chiedere l'autorizzazione del Parlamento a un nuovo scostamento. Atto che, naturalmente, richiede un Governo nella pienezza delle sue funzioni, che non è compatibile con una crisi di governo. Poi, mentre il Parlamento voterà auspicabilmente questo scostamento, predisporremo quanto abbiamo già iniziato a fare, per arrivare dopo il voto alla sua approvazione».

© Riproduzione riservata


“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


ECONOMIAISTITUZIONI recovery plan governo ristorazione turismo cultura consiglio dei ministri investimenti ristori Roberto Gualtieri

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®