Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 02 agosto 2021 | aggiornato alle 23:43 | 76932 articoli in archivio

In vendita il Ritz di Londra Costa 900 milioni di euro

Una delle strutture più celebri al mondo cerca un nuovo proprietario. Nelle sue suite sono passati innumerevoli personaggi famosi, da Winston Churchill a Charlie Chaplin, da Jackie Onassis a Margaret Thatcher.

11 ottobre 2019 | 11:20

In vendita il Ritz di Londra Costa 900 milioni di euro

Una delle strutture più celebri al mondo cerca un nuovo proprietario. Nelle sue suite sono passati innumerevoli personaggi famosi, da Winston Churchill a Charlie Chaplin, da Jackie Onassis a Margaret Thatcher.

11 ottobre 2019 | 11:20

Quando, nel 1995, gli attuali proprietari si apprestarono a comprarlo, spesero “solo” 75 milioni di sterline. Oggi il valore del Ritz, uno degli alberghi più famosi del mondo, è stimato intorno agli 800 milioni (quasi 900 milioni di euro), pari a otto volte il cartellino di Cristiano Ronaldo (nei giorni scorsi abbiamo raccontato del valore di una camera d'albergo a Capri che tocca quota 1 milione di euro). Ma in questo caso i ricavi sono assicurati e per molto più tempo.

Lo storico hotel Ritz di Londra (In vendita il Ritz di Londra Costa 900 milioni di euro)

Lo storico hotel Ritz di Londra

Inaugurato 113 anni fa, in oltre un secolo di storia il Ritz ha visto passare dalle sue sontuose stanze personaggi di prim’ordine della politica, dello spettacolo e della cultura di tutto il mondo da Winston Churchill a Charlie Chaplin, da Jackie Onassis, a Margaret Thatcher, che proprio in una delle suite dell’albergo visse i suoi ultimi giorni di vita.

A breve, dunque, solo vent’anni dopo l’ultimo passaggio di mano, lo storico albergo londinese potrebbe trovare un altro proprietario, che succederà ai gemelli Sir David e Sir Frederick Barclay, noti anche per detenere la proprietà del Daily Telegraph. Oggi il Ritz conta ricavi per 50 milioni di sterline e utili per 15; un impero che sarà difficile da scalare, se non da fondi d’investimento internazionali o fondi sovrani. Tra coloro che hanno espresso il loro interesse ci sarebbe anche il sovrano del Qatar, che già qualche anno ha comprato altri prestigiosi alberghi londinesi, come il Claridge’s, il Berkley e il Connaught.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali