Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 16 ottobre 2021 | aggiornato alle 17:41 | 78726 articoli in archivio

Prezzi alti, viaggi interminabili. Pasqua in Europa è un'utopia

Dando un'occhiata a dove si può andare in aereo per Pasqua con la nuova concessione, passa la voglia di partire. Il volo Fuerteventura-Bologna dura un giorno. 8 ore il Milano-Ibiza. 11 Creta-Roma. E i costi non sono dei migliori, chi si aspetta offerte rimane deluso. Forse una bella grigliata casalinga è la soluzione più valida

di Federico Biffignandi
29 marzo 2021 | 17:38

Prezzi alti, viaggi interminabili. Pasqua in Europa è un'utopia

Dando un'occhiata a dove si può andare in aereo per Pasqua con la nuova concessione, passa la voglia di partire. Il volo Fuerteventura-Bologna dura un giorno. 8 ore il Milano-Ibiza. 11 Creta-Roma. E i costi non sono dei migliori, chi si aspetta offerte rimane deluso. Forse una bella grigliata casalinga è la soluzione più valida

di Federico Biffignandi
29 marzo 2021 | 17:38

Si può volare! Si può andare in vacanza! Si può andare all'estero! Ci sono le vacanza di Pasqua! L'annuncio a caratteri cubitali compariva sulle prime pagine dei quotidiani di lunedì con un certo imbarazzo: da un lato la bellezza di dare un piccolo assaggio di libertà per tutti e da dare agli italiani; dall'altro l'amarezza pensando agli alberghi italiani beffati, vedendo i propri concittadini partire e rimanendo ancora, per un'altra festività, con le camere vuote.

Dopo una mattina a "raffreddare" gli animi, sia da un lato che dall'altro, nel pomeriggio è tempo di provare a ragionare su questa paradossale concessione. Guardandosi un po' in giro e cercando di capire cosa si può fare e cosa no, sembra più che altro che questa possibilità nasca da una "piega" tecnica, burocratica, prettamente ministeriale, ma che di fattibilità ce ne sia davvero poca.

Pasqua all'estero è complicata Prezzi alti, viaggi interminabili Pasqua in Europa è un'utopia

Pasqua all'estero è complicata


Idea di un viaggio last minute
Abbiamo provato a immaginarci di trovarci in una situazione a metà tra l'oggi e il pre-Covid, ovvero: vorremmo partire per una settimana sfruttando il "Pasqua con chi vuoi" di proverbiale memoria, ma dovendoci attenere sia alle tempistiche con cui è stata data la notizia (e quindi organizzando un viaggio last minute) sia alle restrizioni che dobbiamo sfidare.

Cerchiamo il mare
Primo requisito per una vacanza semi Covid-free: vogliamo andare al mare perchè le restrizioni esistono in tutto il mondo e sono in linea con quelle italiane, dunque vorremmo un posto dove poter passeggiare per fare "attività motoria" o "attività fisica" su un lungo mare, o sulla spiaggia approfittando chissà, di un primo tuffo in mare. Secondo requisito: fare un tampone nelle 72 ore precedenti alla partenza, con annesso esito che sia - ovviamente - negativo.

Poi - ammesso che il capo al lavoro ci conceda delle ferie o che riusciamo ad "intortarlo" promettendogli collaborazioni in smart woring - ci buttiamo online a cercare qualche possibilità con una certa sicurezza che viaggiare sarà economico perchè, insomma, con tutte le casse integrazioni che girano i soldi nei portafogli non è che siano poi tantissimi.

E invece, prima grande delusione: i costi (affidandoci al sito Skyscanner.it che ci dà una panoramica delle migliori soluzioni, in tempo reale) non sono poi così stracciati, più o meno in linea con tariffe normali da periodo festivo. Poi, seconda grande delusione: le compagnie che volano sono poche e quindi i viaggi diventano viaggi della speranza che riescono addirittura ad occupare una ventina di ore erchè praticamente tutti devono fare uno scalo tra Francoforte, Londra e altri snodi cruciali d'Europa.

Prima idea, la Spagna
Ma ammettendo che siamo disposti a tutto, ma proprio a tutto, vediamo cosa si può fare. Prendiamo tre aeroporti di riferimento: Milano, Roma, Bologna. Prima scelta, la Spagna.

Nella lista compare Malaga tra le prime destinazioni plausibili, con la Costa Blanca a due passi. Da Roma il costo per una persona, andata e ritorno, è di 123 euro. Ma il volo d'andata dura (scali compresi) 21 ore e 15 minuti, mentre il ritorno "solo" 13.40. A Linate costi esorbitanti, 492 euro, ma il viaggio è più rapido: 4.55 all'andata e 4.50 al ritorno. Bologna invece propone come miglior volo la tariffa da 326 euro, durata: 17.30 all'andata e 5 al ritorno.

Palma de Maiorca: da Malpensa la miglior offerta è a 395 euro con durata del volo da 4.25 ore all'andata e 4.15 al ritorno.
Roma: 396 euro complessivi con 5.10 ore all'andata e 6.50 al ritorno. Bologna: 349 euro complessivi con 17.45 ore all'andata e 4.45 al ritorno.

E Ibiza? 232 euro per i voli che partono da Roma con 15.55 ore per il volo d'andata e 7.20 al ritorno.. Malpensa è più cara - 448 euro - ma voli più rapidi: 8.20 ore all'andata, 4.35 al ritorno. Bologna sta a metà: 396 euro andata e ritorno con 13.20 ore in partenza e 9.35 al ritorno.

Per chi vuole andare a Lanzarote partendo da Malpensa il costo è contenuto: 204 euro, ma il viaggio assurdo perchè ci vogliono 22 ore e 35 all'andata e 18.30 al ritorno. Roma: 506 euro di costi, 10.45 ore all'andata e 8.10 al ritorno. Bologna? 588 euro di costi con 10 ore di volo all'andata e 16.05 al ritorno.

Proviamo con Fuerteventura. Da Linate il costo è di 692 euro con 7.45 ore di volo all'andata e 6.05 al ritorno. Da Roma, 637 euro andata e ritorno con 7.45 ore e 6.50 per arrivare e tornare. Bologna: 668 euro in totale con un volo all'andate "rapido" (6.55 ore) e un giorno interno per tornare: 23.45 ore.

Insomma, la Spagna non ci offre grandi soluzioni se consideriamo che Skyscanner ritiene questi "pacchetti" che abbiamo proposto come i migliori per rapporto qualità/prezzo.

Seconda idea, la Francia
Proviamo allora con la Francia che come mare offre solo Nizza stando alle destinazioni aeroportuali. Partendo da Roma il costo è di 299 euro con 4.50 ore di volo all'andata e 4.55 al ritorno. Da Milano 307 euro e tempi simili: 4.40 ore all'andata e 4.25 al ritorno. Bologna non compare tra le soluzioni, scegliamo quindi Palermo: 565 euro in totale con 9.50 ore per andare e 8.05 per tornare. Insomma, così così...

Terza idea, la Grecia
Non ci resta che la sempre gettonatissima Grecia. Proviamo con Creta partendo da Milano/Malpensa: 361 euro il costo del biglietto con 5.15 ore per andare e 6.40 per tornare. Da Roma è leggermente più conveniente (350 euro) ma per andare ci vogliono 8 ore e per tornare 11.25. Partendo da Bologna? 469 euro il costo, 13.55 ore per andare, addirittura 14.35 per rientrare.

Allora Rodi, raggiungibile solo da Milano: 351 euro il totale per 9.10 ore di volo per andare e 10.20 per tornare a casa.

Ultima chance, Santorini. Da Malpensa 351 euro di costi con 6.10 ore di volo all'andata e 6.20 al ritorno. Bologna: 474 euro e 11 ore in cielo per andare e 8.30 per rientrare.

Quarta idea, Malta
Ultimissima idea, Malta che si rivela essere l'opportunità più realizzabile. Malta: Partendo da Roma costa 132 il biglietto con voli di 1.25 ore e 1.35. Da Linate 219 euro, 3.30 ore per andare e 3.50 per rientrare. Bologna: con 300 euro ce la si cava, 3.40 ore all'andata, 3.15 al ritorno.

Quinta idea, la grigliata di Pasquetta
Dunque, che si fa? Forse conviene trovare un amico con un giardino e organizzare la più classica grigliata sperando nel bel tempo. Si raggiunge la destinazione in poco tempo, costi ridotto, risultato assicurato. L'acquolina in bocca a pensare alle vacanze potrebbe essere meglio tenerla pronta per l'estate quando, si spera, ci sarà ogni tipo di possibilità per viaggiare.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali