Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 14 luglio 2020 | aggiornato alle 12:31| 66708 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Direttori d’hotel: cali fino al 90%
Per l'estate è allarme rosso

Direttori d’hotel: cali fino al 90%  
Per l'estate è allarme rosso
Direttori d’hotel: cali fino al 90% Per l'estate è allarme rosso
Pubblicato il 05 marzo 2020 | 10:16

Per il coronavirus, in alcune zone d’Italia si registrano cancellazioni fino al 90%. L'associazione dei manager d'hote, Ada, parla di una primavera ormai compromessa e chiede interventi strutturali.

Inutile nascondersi: la preoccupazione per la tenuta e per il futuro del tessuto turistico-alberghiero esiste ed è aggravata dai timori per il rischio di una paralisi economica dell’intero Paese, anche alla luce dei provvedimenti ancor più ristrettivi, rispetto ai giorni scorsi, presi dal Governo. L’Associazione Direttori Albergo Italia esprime una fortissima preoccupazione rispetto alle continue e massicce cancellazioni che si registrano in tutto il territorio nazionale, sia nel breve termine, anche al 90%, che nel medio e lungo periodo.

Direttori d'albergo preoccupati per le tante disdette - Direttori d’albergo preoccupati «A rischio la stagione estiva»
Direttori d'albergo preoccupati per le tante disdette

Il giro d’Italia effettuato dall’associazione attraverso le testimonianze raccolte sul territorio parlano chiaro: in Piemonte, Lombardia e Toscana si registra il 90% di cancellazioni di camere con occupazione attestata sul 15%, voli in continua cancellazione ed eventi annullati senza la certezza di nuove date; in Campania le prenotazioni sono già il 50% in meno dello scorso anno con il flusso di cancellazioni che non si ferma e con la programmazione degli eventi praticamente assente; in Puglia marzo registra una totale cancellazione delle prenotazioni quasi dappertutto con una soglia del 50% per aprile, riunioni e congressi cancellati sino a maggio e le prenotazioni per l’estate ferme al palo se non con le prime cancellazioni; in Veneto gli hotel di Venezia sono vuoti e sembrerebbe a rischio anche il vernissage della Biennale previsto il 21 maggio. E ancora: in Umbria le cancellazioni sono al 70%, nel Lazio, soprattutto a Roma, la situazione è altrettanto drammatica sia sul fronte clientela leisure e business sia per congressi ed eventi con cancellazioni arrivate fino a maggio.

La stagione primaverile è compromessa e inizia ad essere a rischio anche quella estiva con la difficoltà dei tour operator di riportare contratti con gli operatori stranieri. Ecco perché tutti gli hotel managers che questo organismo rappresenta auspicano interventi lungimiranti ed immediati da parte dello Stato, degli enti preposti e della stessa Unione Europea per salvaguardare la sopravvivenza delle strutture ricettive, e dei 4,2 milioni di posti lavoro che gravitano attorno al turismo ed infine, dell’attrattività stessa del Bel Paese.

«Le città d’arte sono in affanno - dice il presidente, Alessandro D’Andrea - con tantissime cancellazioni per la primavera andando ad aggravare una crisi che in Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto si registra già da un mese. Un’intera stagione persa. E non va meglio nelle località marittime del Sud Italia dove anche l’estate potrebbe registrare perdite e cancellazioni, oltre quelle già pervenute. Le preoccupazioni sono reali e giustificate, le perdite in termini di ricavi e di posti di lavoro potrebbero essere devastanti per tutto il Paese non avendo nemmeno possibilità di prevedere tempi e modi della fine di questa crisi».

L’Associazione accoglie con favore le decisioni che sono state introdotte in materia di sanità e sicurezza. «Parallelamente urgono però interventi urgenti per tamponare le criticità presenti e per arginare il più possibile quelle future – si lege in una nota – servono risorse finanziarie anche per rafforzare una comunicazione rivolta ai mercati esteri rispetto la credibilità del Paese Italia, i cui professionisti dell’ospitalità garantiscono da sempre i massimi standard, oltre che di qualità, di igiene e sicurezza per la salute.  

Insomma, la situazione è drammatica. Non ci si può piangere addosso e si deve lavorare adesso per gestire la criticità, già pronti per ripartire appena l’allarme Coronavirus sarà rientrato, in Italia e a livello globale. È assolutamente comprensibile che si sia dovuti intervenire a tutti i livelli per indirizzare questa criticità ed è auspicabile che la prudenza sia sempre la miglior consigliera. Serve però già pensare a come intercettare la voglia di fare le valigie di turisti italiani e stranieri, a come sostenere nel frattempo i comparti che rischiano di restare in ginocchio, a come ripianificare quei grandi eventi che sono uno dei polmoni del tessuto economico, turistico, sociale e culturale del Paese.

Con questo atteggiamento responsabile, propositivo e fiducioso Ada Italia si è fatta promotrice di un video emozionale che sta già circolando sui circuiti nazionale e che a breve sbarcherà anche su quelli internazionali con l’hashtag #adaITALIAcicrede

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism Associazione Direttori Albergo ada prenotazioni lombardia toscana lazio veneto cancellazioni hotel alberghi coronavirus Alessandro D’Andrea

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®