ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 21 aprile 2021 | aggiornato alle 15:33| 74177 articoli in archivio
Castel Firmian
Molino Quaglia

I rimborsi per viaggi annullati?
Altroconsumo aiuta ad ottenerli

I rimborsi per viaggi annullati? 
Altroconsumo aiuta ad ottenerli
I rimborsi per viaggi annullati? Altroconsumo aiuta ad ottenerli
Pubblicato il 28 aprile 2020 | 18:00

L’associazione ha messo in campo una rete di consulenti esperti che sono in grado di accogliere le richieste di clienti che hanno dovuto annullare un viaggio a causa del coronavirus. Tante le occasioni.

Stop agli spostamenti non strettamente necessari: proseguono ancora fino al 18 maggio 2020 le limitazioni alla mobilità su tutto il territorio nazionale. Per arginare l'allarme coronavirus, il Governo è intervenuto a più riprese sul tema dei rimborsi per i viaggi annullati in seguito all'emergenza sanitaria. Le disposizioni introdotte dal decreto “Cura Italia” prevedono rimborsi anche dei biglietti acquistati per spettacoli, concerti, eventi culturali o sportivi e degli alberghi prenotati senza pacchetto turistico. Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori, AltroConsumo ha messo a disposizione di tutti i consulenti qualificati: se si ha bisogno di un supporto è sufficiente compilare il form online e si verrà contatti per fornire assistenza.

Altroconsumo, consulenza sui rimborsi - I rimborsi per viaggi annullati? Altroconsumo aiuta ad ottenerli
Altroconsumo, consulenza sui rimborsi

A sei settimane dal lancio, il servizio di assistenza gratuito per supportare i consumatori in questa delicata fase di emergenza sanitaria sta diventando sempre più un riferimento per la risoluzione dei problemi. «Il numero delle richieste al nostro servizio di consulenza aumenta di settimana in settimana - spiega Ivo Tarantino, responsabile delle relazioni Esterne - fin dall’apertura del servizio gratuito assistenza coronavirus, il maggior numero di segnalazioni è relativo alla cancellazione dei voli a causa dell'emergenza sanitaria in atto. Non è nostro interesse far fallire l’industria dei trasporti e dei viaggi, ma pretendiamo che i consumatori vedano tutelati i loro diritti e non diventino creditori del settore in eterno. Per questo Altroconsumo - insieme ad altre associazioni di consumatori di Belgio, Spagna e Portogallo - chiede all’UE misure di sostegno al settore, ma anche chiarezza e uniformità per la tutela dei diritti dei viaggiatori, con regole su rimborsi, voucher e fondi di garanzia in caso di insolvenza delle compagnie o degli operatori del settore viaggi e turismo».

Oltre alla cancellazione dei voli, che rappresentano il 42% del totale delle richieste, le segnalazioni riguardano anche altre tematiche. In ordine decrescente, seguono l'annullamento di prenotazioni di alberghi o altre strutture ricettive (16%) e di viaggi organizzati (15,6%). Superano il 12% anche le richieste relative alla sospensione delle rate di mutui e prestiti a cui non si riesce a far fronte a causa di difficoltà economiche del momento. Supera il 10% il volume delle richieste di supporto sulla chiusura di palestre e corsi a causa dell'emergenza Covid-19, seguita dai dubbi sulla mobilità e sulle disposizioni governative, dal rimborso di rette e spese scolastiche e dagli investimenti.

Nonostante le indicazioni fornite dai decreti, in diversi casi ci segnalano difficoltà a mettersi in contatto con la compagnia aerea per richiedere il rimborso o per ricevere informazioni riguardo il cambio dei biglietti acquistati e annullati in seguito all'emergenza sanitaria o non utilizzabili a causa delle restrizioni negli spostamenti imposti dal decreto "Io resto a casa".

Nella maggior parte dei casi si tratta di un disguido dovuto al periodo di sovraccarico di richieste che interessa anche il servizio clienti delle compagnie aeree. Che fare allora? Bisogna avere pazienza, considerando anche che i termini per i rimborsi scadranno a giugno (salvo ulteriori proroghe). In questi casi è consigliabile inviare una Pec alla compagnia aerea: così sarà possibile dimostrare di aver inoltrato la richiesta nei termini indicati dal decreto, cioè entro 30 giorni dalla fine del divieto imposto (fissato per ora al 3 maggio 2020).

Il decreto 9/2020 prevede rimborsi per i viaggi in aereo, bus, traghetto o treno acquistati da:
• persone residenti o domiciliate in Italia;
• persone che hanno prenotato soggiorni o viaggi per turismo;
• persone che hanno programmato la partecipazione a concorsi pubblici, manifestazioni o eventi pubblici e privati, anche culturali, ludici, sportivi e religiosi sul territorio nazionale annullati a causa dell'emergenza sanitaria;
• persone che hanno acquistato un biglietto con destinazioni estere dove sia stato impedito o vietato lo sbarco, l'approdo o l'arrivo in seguito alla situazione emergenziale Covid-19.

La richiesta di rimborso deve essere inoltrata entro 30 giorni dalla fine del divieto imposto (a oggi, quindi, 30 giorni a partire dal 17 maggio 2020), dall'annullamento o dal rinvio dell'evento programmato e dalla data di partenza prevista verso un paese in cui è stato imposto un divieto di ingresso. È necessario allegare il titolo di viaggio, la documentazione che attesti la partecipazione a concorsi pubblici, manifestazioni o eventi annullati a causa dell'emergenza sanitaria. Entro 15 giorni dalla richiesta il vettore o l'agenzia di viaggi deve procedere al rimborso integrale del biglietto o all'emissione di un voucher di pari importo utilizzabile entro un anno dall'emissione.

In molti hanno già acquistato biglietti a teatri e partite o pagano abbonamenti a palestre o mezzi. Ci sono anche coloro che hanno già acquistato viaggi con tour operator. Hanno diritto ad essere rimborsati se decidono di non partire? Ecco tutte le risposte.

© Riproduzione riservata


“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism altroconusmo rimborso viaggio aereo treno albergo mezzo pubblico ivo tarantino

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®