ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 20 settembre 2020 | aggiornato alle 06:30 | 67855 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere

Un albergo su due non riaprirà
Quelli di lusso i più penalizzati

Un albergo su due non riaprirà 
Quelli di lusso i più penalizzati
Un albergo su due non riaprirà Quelli di lusso i più penalizzati
Pubblicato il 12 maggio 2020 | 12:28

A sostenerlo è il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, secondo cui a soffrire di più saranno quelli cui mancherà la clientela internazionale, che vale 12 miliardi di euro. Per riaprire non esiste un protocollo .

Mentre la produzione industriale, secondo i dati Istat, nel mese di marzo ha fatto segnare un doloroso -30%, il comparto alberghiero, uno dei pilasti della nostra economia, è al palo. Senza direttive. Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, 27mila associati, è allibito.

Un albergo su due non riaprirà Troppi i rischi e le incertezze
Il turismo internazionale, quest'anno assente, pesa per il 50% del totale, ma vale il 60-70% del fatturato

«Se il Governo non si sveglierà – ha dichiarato in un'intervista a Il Tempo – il colpo da ko alla nostra economia potrebbe arrivare dal settore turistico, a pezzi per la crisi da coronavirus. Per riaprire non esiste un protocollo: noi abbiamo presentato 15 giorni fa una proposta alla quale non abbiamo avuto nessun tipo di risposta, per cui i nostri associati si chiedono: ma se per caso dovessimo aprire, cosa succedera?».

Un albergo su due non riaprirà Troppi i rischi e le incertezze
Bernabò Bocca

Succederà che gli alberghi sono orientati alla non riapertura quest’anno, soprattutto la fascia alta, con numerosa clientela extraeuropea che non sarà presente. A oggi le destinazioni più colpite sono le città d’arte. Il turismo internazionale pesa per il 50% del totale, ma vale il 60-70% del fatturato. Turismo ricco, da 12 miliardi di euro.

«In assoluto un albergo su due non riaprirà – ha puntualizzato Bocca – Probabilmente riapriranno quelli più piccoli, a gestione familiare, che non hanno costi di affitti. I più decisi sono quelli che dicono che non riapriranno, perché sono troppi i rischi. Compreso il rischio Inail del Covid-19 come infortunio sul lavoro, che va nel penale. Hai un rischio penale, costi di gestione altissimi, riduzione dei posti letto e hai una certezza: i costi superiori a fronte di una totale incertezza dei ricavi. Leggendo poi la bozza del decreto per il bonus sugli affitti, hanno messo il tetto a 5 milioni di euro di fatturato, il che vuol dire tagliare fuori tutti gli alberghi importanti italiani. Quando poi leggo pure che se lo Stato ti aiuta allora magari vuole entrare nel tuo capitale o in consiglio di amministrazione, beh io resto basito».

Per informazioni: www.federalberghi.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism Federalberghi crisi turismo economia rischi paura Governo direttive covid lusso arte chiusura estate alberghi hotel vacanze Bernabo Bocca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®