Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 01 marzo 2024  | aggiornato alle 12:19 | 103541 articoli pubblicati

Rational
Rational

Amari e non solo

Gruppo Caffo al Vinitaly con tutte le ultime novità

Clementino della Piana sarà il liquore presentato in prima assoluta in Italia, insieme alle altre specialità Caffo e ai nuovissimi cocktail pronti per conquistare l’ora dell’aperitivo

 
30 marzo 2023 | 18:34

Gruppo Caffo al Vinitaly con tutte le ultime novità

Clementino della Piana sarà il liquore presentato in prima assoluta in Italia, insieme alle altre specialità Caffo e ai nuovissimi cocktail pronti per conquistare l’ora dell’aperitivo

30 marzo 2023 | 18:34
 

Conto alla rovescia per la 55^ edizione del Vinitaly consolidata vetrina internazionale tra le più importanti al mondo del settore dedicato al vino e ai distillati. Proprio per questo, Gruppo Caffo 1915 rinnova la sua partecipazione (Pad. 3 Stand A5 A6) per presentare le sue ultime novità che, per il 2023, puntano a consolidare il suo ruolo di leader nel settore amari e ad affermarsi con le sue specialità, nel mondo degli aperitivi.

Gruppo Caffo al Vinitaly con tutte le ultime novità

Vecchio Amaro del Capo riserva

«Gruppo Caffo 1915 partecipa a Vinitaly sin dalle prime edizioni. Si tratta di una delle più importanti fiere al mondo del settore ed è proprio il suo carattere internazionale uno dei motivi che ci spinge ad esserci. È un’ottima occasione per presentare e far assaggiare i nostri prodotti. Inoltre, Vinitaly è un punto di osservazione importante per capire le esigenze, le tendenze del mercato e per scambiare informazioni», commenta Nuccio Caffo amministratore delegato di Gruppo Caffo 1915.

La gamma: best seller e novità

Anche quest’anno Gruppo Caffo 1915 si presenta al Salone Internazionale dei vini e dei distillati con la sua gamma di prodotti premium per i professionisti e il canale ho.re.ca che già conoscono e apprezzano Vecchio Amaro del Capo, l’amaro più venduto in Italia. Con le sue ventinove botaniche, servito a -20°C, è anche il più amato dagli italiani che lo scelgono anche nella versione Capo Tonic, il cocktail iconico preparato con la Tonica Indian Bisleri, della linea acque toniche Bisleri, un altro rilancio di successo firmato Caffo.

«Gruppo Caffo 1915 è pronto ad affermarsi nel mondo degli aperitivi e per farlo, presenta le sue nuove proposte di miscelazione che saranno le protagoniste della nuova stagione - racconta Fabrizio Gulì International Chief Marketing Officer dell’azienda - Stiamo parlando di drink realizzati con la tecnica ‘build’, facili da preparare al bancone come a casa. Tra i cocktail Caffo che segneranno le calde serate dell’estate 2023 c’è il nuovissimo Capo Arrabbiato Spritz, preparato con Red Hot Edition, la versione al peperoncino piccante di Vecchio Amaro del Capo. Ma la grande novità presentata in prima assoluta in Italia è Clementino della Piana, liquore naturale a base di clementine di Calabria, un pregiato agrume che nasce dall’incrocio dell’arancia amara con il mandarino».

I frutti migliori vengono lavorati appena raccolti, nello stabilimento calabrese della Distilleria F.lli Caffo che realizza l’ottimo liquore utilizzando 500 grammi di frutti per litro. E al Vinitaly sarà lanciato anche Clementino Tonic, la versione aperitivo con Tonica Mediterranean Bisleri e garnish di clementina.

E proprio per raccontare le origini dei prodotti, la qualità e il loro migliore utilizzo è in programma per il giorno 4 aprile (ore 15.30), nell’area Calabria, una Masterclass Caffo con i liquori calabresi, condotta da Fabrizio Tacchi Amaro & Spirits Ambassador del Gruppo.

 

Tra le specialità proposte al Vinitaly non potranno mancare Vecchio Amaro del Capo Riserva Centenario, un raro liquore da meditazione, prodotto in quantità limitata utilizzando pregiate partite di acquaviti di vino invecchiate lungamente in botti di rovere di Slavonia custodite per decenni in magazzini di invecchiamento sotto il controllo dello Stato Italiano; Santa Maria al Monte, amaro ultracentenario realizzato secondo l'antica formula originale dell’omonimo Convento dove i monaci lo realizzarono inizialmente per il Re d’Italia e la cui preparazione richiede conoscenze erboristiche e pazienza; l’internazionale Petrus Boonekamp, il padre di tutti gli amari creato in Olanda nel 1777 dall’omonimo liquorista Petrus; Ferro China Bisleri, il liquore amaro aperitivo di fama mondiale, a base di citrato di ferro e china, realizzato dal garibaldino Felice Bisleri nel 1881 e Elisir Borsci S. Marzano, nato nel 1840, il liquore in commercio più antico del Sud Italia. Marchi famosi, storicamente importanti che rendono di fatto Gruppo Caffo 1915 ‘lo specialista degli amari’, un riconoscimento condiviso anche all’estero e in tutte le competizioni internazionali.

Vinitaly e l'importanza di esserci (da sempre)

Prosegue Nuccio Caffo: «Vinitaly è un fortissimo centro di attrazione per tutto il comparto ed esserci, significa costruire o consolidare le relazioni con gli specialisti del settore, buyer, distributori, clienti, prospect sia italiani che stranieri. Il nostro obiettivo è di rafforzare la presenza nel mercato nazionale con i nostri brand di punta e consolidarci a livello internazionale dove siamo già presenti in oltre 70 Paesi. Per questo, abbiamo appena aperto una nuova branch con sede in Spagna che si aggiunge alle altre già attive in Germania, Olanda e negli Stati Uniti».

Gruppo Caffo al Vinitaly con tutte le ultime novità

Nuccio Caffo, amministratore delegato di Gruppo Caffo 1915

Tra i prodotti di punta dell’azienda che saranno proposti nella ‘quattro giorni fieristica’, spiccano le grappe delle tre distillerie appartenenti al Gruppo: Distilleria F.lli Caffo la storica con sede in Calabria; Distilleria Durbino situata a Passons Pasian di Prato in provincia di Udine e la Distilleria dei marchesi Mangilli che si trova a Flumignano di Talmassons, il paese friulano in cui fu fondata, alla fine dell’Ottocento, sin da allora con una forte vocazione alla qualità. Oggi si distingue per la produzione di nobili bollicine e per le grappe, vero tesoro del territorio. Le grappe Mangilli, prodotti pluripremiati con riconoscimenti internazionali tra questi, il massimo titolo di ‘Migliore Grappa al mondo’, ottenuto nel 2020

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Molino Grassi
Tirreno CT
Bonduelle
Prugne della California

Molino Grassi
Tirreno CT
Bonduelle

Prugne della California
Roner