Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 gennaio 2022 | aggiornato alle 15:58 | 81123 articoli in archivio

Pra di Bosso, vini di chiara identità, emblema del Lambrusco Reggiano

Della linea Pra di Bosso di Casali Viticultori fanno parte i Lambrusco Reggiano Dop “Secco” e “Storico”, che valorizzano alcune delle varietà che fanno parte della ricca famiglia del Lambrusco

05 giugno 2021 | 08:30

Pra di Bosso, vini di chiara identità, emblema del Lambrusco Reggiano

Della linea Pra di Bosso di Casali Viticultori fanno parte i Lambrusco Reggiano Dop “Secco” e “Storico”, che valorizzano alcune delle varietà che fanno parte della ricca famiglia del Lambrusco

05 giugno 2021 | 08:30

Anticamente, sulle colline reggiane, era prassi utilizzare la pianta del bosso tra un vigneto e l’altro. Serviva, ad esempio, per tracciare un confine tra una proprietà e l’altra. Casali Viticultori, ispirandosi a questa tradizionale pratica, ha deciso di chiamare una delle sue linee proprio con il nome di “Pra di Bosso” con l’obiettivo di inserire al suo interno vini che sappiano essere dei punti fermi dalla chiara identità. E non è un caso che il Lambrusco abbia trovato sotto questo cappello un luogo privilegiato per esprimersi.

Pra di Bosso, vini di chiara identità Emblema del Lambrusco Reggiano

Pra di Bosso Lambrusco Reggiano Dop “Secco”


Due vini, in particolare, sono esemplificativi della filosofia dell’azienda con sede a Pratissolo di Scandiano (Re) e che dal 2014 è entrata a far parte del Gruppo Emilia Wine: il Lambrusco Reggiano Dop “Secco” e, fresco di lancio, il Lambrusco Reggiano Dop “Storico”. In entrami i casi la valorizzazione di alcune delle varietà che fanno parte della ricca e numerosa famiglia del Lambrusco rappresenta un tratto comune. Ma non solo.

Il Lambrusco Reggiano Dop “Secco” è un vino fortemente identitario per Casali Viticultori e rappresenta una parte importante della storia del Lambrusco emiliano grazie ad una storica presenza nelle carte dei vini di molti ristoranti locali, e non solo. Si ottiene dall’uvaggio di Montericco, Marani e Salamino e viene prodotto con il metodo Charmat. Nel bicchiere ha il classico colore rosso rubino e riesce a coniugare con ottima armonia le delicate note floreali di violette, quelle più fruttate di ciliegia, more e lamponi con piacevoli rimandi speziati. Freschezza e vivacità connotano un sorso che riesce a sposarsi con molte pietanze, a partire da salumi, pappardelle al ragù o stracotto di manzo.

Pra di Bosso, vini di chiara identità Emblema del Lambrusco Reggiano
Pra di Bosso Lambrusco Reggiano Dop “Storico”


Il nuovo Lambrusco Reggiano Dop “Storico” esalta e amplifica ancor di più queste peculiarità. Le varietà protagoniste questa volta sono Salamino, Maestri e Malbo Gentile, coltivate su terreni ricchi sia di argilla che della cosiddetta “vena di gesso”, una particolare composizione carsica che conferisce freschezza ed eleganza dei profumi. Ne scaturisce un Lambrusco dal tratto aromatico delicatamente fruttato e floreale e con un sorso deciso, corposo, dotato di vibrante freschezza. Prodotto in sole 12mila bottiglie, delle quali 6mila numerate e riservate esclusivamente al canale Horeca, rappresenta uno dei fiori all’occhiello di Casali Viticultori, impreziosito da un’etichetta dalla grafica stilizzata che omaggia il lavoro in vigna e l’angolo di Emilia nel quale nasce.

Per informazioni: www.casalivini.it


© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali