Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 luglio 2020 | aggiornato alle 01:08| 66616 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     ALIMENTI     SALSE e CONDIMENTI

Consorzio Aceto balsamico di Modena:
Errore del Codacons sulle etichette

Consorzio Aceto balsamico di Modena: 
Errore del Codacons sulle etichette
Consorzio Aceto balsamico di Modena: Errore del Codacons sulle etichette
Pubblicato il 17 dicembre 2009 | 15:36

Il Consorzio Aceto balsamico di Modena e l’Associazione degli assaggiatori (Aib) contro il Codacons: l'associazione dei consumatori è incorsa in un grossolano errore citando tra gli elementi che costituirebbero violazione del disciplinare riferimenti che sono leciti e anzi utili per i consumatori

MODENA - Il Consorzio dell'Aceto balsamico di Modena e l'Associazione italiana degli assaggiatori prendono posizione. L'Associazione dei consumatori Codacons ha dichiarato di essersi rivolta alla Commissione europea per ricevere chiarimenti e richiedere controlli sull'etichettatura dell'aceto balsamico di Modena, dichiarando che esistono sul mercato etichette illegali ai sensi della normativa Igp.

Il Consorzio dell'Aceto balsamico di Modena e l'Associazione degli assaggiatori di aceto balsamico di Modena (Aib), che costituisce la prima associazione di studio ed analisi sensoriale costituita per il prodotto, rilevano che Codacons è evidentemente incorsa in un grossolano errore di valutazione, citando tra gli elementi che costituirebbero violazione del disciplinare alcuni riferimenti che sono invece del tutto leciti,e anzi addirittura utili per i consumatori: in particolare, ci si riferisce alla menzione "invecchiato'" che per legge deve indicare il prodotto che è stato lasciato maturare in botti e tini di legno per almeno 3 anni e che è del tutto legittima e prevista dal disciplinare della Igp.

Il prodotto "invecchiato" viene certificato dall'Organismo di controllo, garantito dal Ministero e chiunque metta in commercio prodotto con indicazioni false è soggetto a sanzioni gravissime, anche penali. Stupisce quindi rilevare che Codacons consideri una simile garanzia come potenziale fonte di confusione per i consumatori. Codacons sembra citare anche i bollini consortili che vengono utilizzati per dichiarare l'appartenenza del produttore al proprio Consorzio di riferimento, ovvero a simbologie che sono adottate da anni dai produttori. Tra di esse vengono citati i simboli delle "foglie" e della sigla DTP033, sulle quali Aib si sente in dovere di fare un chiarimento.

Le "foglie" sono un simbolo grafico di proprietà di Aib. Esso viene lasciato in utilizzo, sotto stretto controllo, a diversi produttori che accettano di sottoporre alla rigida analisi sensoriale di Aib l'intera propria produzione. «Il prodotto deve in ogni caso essere pienamente rispondente alle norme di produzione e di etichettatura previste dal disciplinare della Igp "Aceto balsamico di Modena" - afferma Cesare Mazzetti, presidente del Consorzio aceto balsamico di Modena - e la presenza sulla bottiglia del simbolo di 1,2 3 o 4 foglie di vite - senza alcuna ulteriore menzione- è perfettamente legittima, e indica al consumatore che quel prodotto è stato assaggiato dai giudici esperti dell'associazione. La sigla DTP033,che accompagna le bottiglie riportanti il logo delle foglie, indica che il prodotto è stato sottoposto a certificazione volontaria di prodotto, in aggiunta alle certificazioni obbligatorie imposte dal ministero sulla Igp. Ma ciò semmai aggiunge, e non toglie, valore al prodotto».

Al contrario, l'Aib si stupisce che Codacons non abbia registrato, e denunciato con fermezza, il proliferare sul mercato di confezioni di "condimenti balsamici", dal look prezioso e dalle bottiglie particolarmente piccole e accattivanti, con la presenza in primo piano di numeri (come fossero anni di invecchiamento, salvo che poi si leggono in piccolo le parole "travasi", "serie" "stanza numero ", ecc.), che a prezzi esorbitanti illudono i consumatori che si tratti di un "aceto balsamico", o meglio ancora di un "aceto balsamico tradizionale", mentre si tratta di banali e approssimative imitazioni.

Solo l'aceto balsamico di Modena (Igp) e gli aceti balsamici tradizionali di Modena e Reggio Emilia (Dop) possono utilizzare la parola "balsamico" nella presentazione: tutti gli altri sono condimenti alimentari a base di mosto e aceto, con costi di produzione non superiori a 3-4 euro, che spesso vengono venduti al consumatore ignaro per 30-40 euro (e anche più), proprio in forza della confusione creata ad arte nella confezione.

I Consorzi di produttori che hanno firmato le domande di Igp e Dop si stanno battendo duramente per combattere queste imitazioni, e Aib da sempre affianca lo storico Consorzio Aceto balsamico di Modena, con il quale collabora per la legalità del prodotto.


Consorzio Aceto balsamico di Modena
via Canaletto 80, 41122 Modena
Tel 059 3163514 - Fax 059 3163526
segreteria@consorziobalsamico.it

Aib - Assaggiatori italiani Balsamico
via Canaletto 80, 41122 Modena
Tel 059 3163514 - Fax 059.3163526
segreteria@aibonline.it


Articoli correlati:
Etichette illegali su aceto balsamico Codacons ricorre alla Comunità europea
Aceto balsamico e Parmigiano taroccati Maxi sequestro dei Nas di Parma

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


aceto balsamico codacons etichette comunità europea modena igp consorzio assaggiatori cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®