Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 19:13| 66544 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Bere per dimenticare Troppo alcol cancella i ricordi

Bere per dimenticare Troppo alcol cancella i ricordi
Bere per dimenticare Troppo alcol cancella i ricordi
Pubblicato il 03 marzo 2010 | 15:29

Secondo un gruppo di ricercatori della University College di Londra, bere moderatamente, cioè uno o due drink alcolici, può rendere i ricordi traumatici più dolorosi. Per cancellare completamente il ricordo servono sette o più unità alcoliche, ma i rischi per la salute possono essere molto gravi

LONDRA - Bere per dimenticare? Solo se lo si fa in quntità esagerate ma con gravi conseguenze per la salute. Secondo un gruppo di ricercatori della University College di Londra, bere moderatamente, cioè uno o due drink alcolici, può rendere i ricordi traumatici più dolorosi. In pratica, il cervello memorizza molti flashback del ricordo estrapolandolo dal contesto che magari lo rende anche più comprensibile.

Per cancellare completamente il ricordo servono sette o più unità alcoliche, ma i rischi per la salute possono essere molto gravi. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Journal of biological psychiatry. «Molte persone che hanno esperienza di un evento traumatico, come uno stupro o un incidente stradale, hanno consumato alcol prima - ha spiegato James Bisby, che ha coordinato lo studio -. Per la prima volta questa ricerca ci dà un'idea di come l'influenza dell'alcol potrebbe contribuire al nostro benessere in seguito. Bere moderatamente sembra provocare più flashback non contestualizzati».

Lo studio ha coinvolto 50 persone invitate a consumare alcol prima e a eseguire un compito virtuale dopo. Sono stati sottoposti, in pratica, a video di gravi incidenti stradali e i ricercatori hanno registrato il numero delle volte in cui i soggetti hanno avuto flashback di questi filmati nei successivi sette giorni. I ricercatori hanno scoperto che la "memoria contestuale" di un evento traumatico è più debole nelle persone che bevono moderatamente, mentre si cancella del tutto nei soggetti che bevono molto.

Questo si traduce per i soggetti che bevono moderatamente in falshback più frequenti, involontari e dolorosi. Per cui i ricercatori sono convinti che bere per dimenticare non è la scelta migliore. Inoltre, «quando le persone non hanno memoria di un evento traumatico, come può accadere a chi consuma una grande quantità di alcol prima, sono più propense a immaginare uno "scenario peggiore"», ha concluso Valerie Curran, coautrice dello studio.

Fonte: Agi


Articoli correlati:
Alcol, beve il 17% dei dodicenni In Italia l'eta più bassa d'Europa
Alcol, vademecum per genitori e figli Al via il progetto Beviresponsabile
Bere con moderazione? Si può! Parola di George Sandeman
Gli italiani bevono meno tra gli europei Ma cominciano a 12 anni
Alcol, anche ad Ascoli Piceno Pronto un divieto under 16
No alcol per gli under 16. Altro che proibizionismo, dopo Milano serve una legge nazionale
Niente alcol agli under 16 Milano la prima multa
Da lunedì no alcol agli under 16 - Milano dice basta allo sballo
Niente alcol agli under 16 A Milano la prima multa
Alcol, Palermo vieta la vendita e a Milano arriva la multa
Milano, niente alcol sotto i 16 anni Ma i baristi non chiedono documenti
Alcol e minori, per la psicologa il rigore può aumentare il senso di sfida
Proibire gli alcolici ai giovani? Meglio educare e responsabilizzare
"Ragazzi vediamoci chiaro" Al via la campagna contro l'abuso di alcol

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


alcol ricordi studio cibo Italia a tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®