Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 03 agosto 2020 | aggiornato alle 14:44| 67047 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     SALUTE     ALIMENTAZIONE

Dieta mediterranea, salute e longevità Nuovo progetto di valorizzazione

Dieta mediterranea, salute e longevità Nuovo progetto di valorizzazione
Dieta mediterranea, salute e longevità Nuovo progetto di valorizzazione
Pubblicato il 20 maggio 2010 | 09:53

Obiettivo del progetto promosso da Federsanità Anci, con la collaborazione di Aicig, Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche, e Buonitalia: la promozione di corretti stili di vita attraverso una sana alimentazione e della dieta mediterranea sul territorio nazionale e all'estero

ROMA - Valorizzare la dieta mediterranea e lo stile alimentare italiano in modo da difenderlo sul territorio nazionale e diffonderlo sui mercati internazionali e promuovere quindi corretti stili di vita attraverso la sana alimentazione. è questo l'obiettivo del progetto promosso da Federsanità Anci, con la collaborazione di Aicig - Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche - e Buonitalia che è stato presentato il 19 maggio in occasione dell'edizione 2010 del Forum Pa, presso la nuova Fiera di Roma.



«Non c'è investimento economico, per quanto ingente, che possa dare frutti senza un'educazione alla responsabilizzazione del cittadino in termini di corretti stili di vita». Le parole sono di Angelo Lino Del Favero, presidente di Federsanità Anci, rilasciate nella conferenza stampa di presentazione del progetto. «Riteniamo fondamentale promuovere iniziative che puntino a divulgare i vantaggi, in termini di tutela della salute, degli elementi che sono alla base di una corretta alimentazione. In questa direzione va il progetto di valorizzazione della dieta mediterranea e dello stile alimentare italiano al fine di promuovere questo modello alimentare sul territorio nazionale e, allo stesso tempo, diffonderlo sui mercati internazionali, in particolare, su quello nord americano dove alcune patologie legate ad uno sbagliato stile di vita rappresentano la prima causa di mortalità».

Il progetto è stato voluto dal ministero delle Politiche agricole e vedrà varie sessioni sia sul territorio nazionale che su quello nordamericano. «I dati parlano chiaro - spiega Del Favero - l'Italia è tra i paesi con la più alta percentuale di speranza di vita, anche grazie all'esistenza di un Servizio sanitario nazionale pubblico e a un modello alimentare, ispirato alla dieta mediterranea, che si è rivelato uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione di alcune patologie».

«Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità - continua il presidente di Federsanità - infatti l'86% dei decessi, il 77% della perdita di anni di vita in buona salute e il 75% delle spese sanitarie in Europa e in Italia sono causati da alcune patologie che hanno in comune fattori di rischio modificabili, quali obesità e sovrappeso, abuso di alcol, scarso consumo di frutta e verdura, sedentarietà, eccesso di grassi nel sangue e ipertensione arteriosa».

E aggiunge: «Tutelare la salute vuol dire promuovere un sistema di welfare che ripropone la centralità della persona, in sé e nelle sue proiezioni relazionali a partire dalla famiglia».

«è un progetto nel quale l'Anci e tutti i sindaci d'Italia ci credono molto, se consideriamo che come amministratori pubblici diamo da mangiare al 5% dei bambini che frequentano la mensa scolastica». Le parole sono di Roberto Reggi, sindaco di Piacenza e vicepresidente Anci nazionale, intervenuto alla conferenza stampa. «Vogliamo approfondire questa tematica e coinvolgere per quanto possibile i genitori, il progetto di Federsanità è di importanza vitale per la salvaguardia della salute. Solo sensibilizzando l'opinione pubblica intorno all'importanza dello stile alimentare sano possiamo sconfiggere determinate malattie».

E aggiunge: «Ritengo che i prodotti della dieta mediterranea possano essere associati a quelli biologici e quelli a chilometro zero, Federsanità lavorerà per la diffusione di questo messaggio e ha il pieno appoggio e disponibilità dei sindaci».

Per Reggi «il progetto della dieta mediterranea dovrà essere rivolto principalmente ai bambini. è alla loro crescita che ci dobbiamo rivolgere, noi che gestiamo le mense scolastiche abbiamo una responsabilità notevole, la loro alimentazione è fondamentale e la dieta mediterranea con i prodotti che offre dà a loro la possibilità di crescere e sviluppare una corporatura sana».

«L'Italia necessita di una nuova cultura professionale nel campo dell'alimentazione» ha detto infine Guglielmo Trovato, referente scientifico di Federsanità e professore ordinario all'Università di Catania. Per Trovato serve un «percorso armonioso che porti l'Italia a recuperare il gap sulla cultura alimentare», armonizzando il lavoro delle varie discipline connesse.

E aggiunge: «Il progetto di Federsanità - spiega il professore – è serio ed ambizioso, si propone di 'sbarcare” sul mercato nordamericano e sensibilizzare l'intera nostra penisola sullo stile alimentare sano. Sono orgoglioso di poter far parte di questa iniziativa e metterò il mio know-how sviluppato negli anni, aprendoci anche alle Rete ove occorre, considerando che da otto anni svolgo un corso di medicina sul web, utilizzando lo strumento dell'e-learning».


Articoli correlati:
La dieta mediterranea allunga la vita 9% in meno di decessi
Nuove conferme scientifiche La dieta mediterranea dà buonumore
Dieta mediterranea sempre più 'vegetale”
Un forum sulla dieta mediterranea Modello di alimentazione sostenibile

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


dieta mediterranea salute morte benessere progetto benessere cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®