Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 17 ottobre 2021 | aggiornato alle 14:23 | 78726 articoli in archivio

Carlo Cracco è il cuoco più “social” Sul podio anche Barbieri e Scabin

Cibo e cucina in salsa social. Uno studio ha preso in considerazione come il mondo dei social media parla e discute del mondo degli chef. Il cuoco più amato dai social network italiani? La palma va a Carlo Cracco. Nella top 5 troviamo altri cuochi stellati: Bruno Barbieri, Davide Scabin, Massimo Bottura e Antonino Cannavacciuolo

09 maggio 2013 | 15:01
Carlo Cracco è il cuoco più “social”
Sul podio anche Barbieri e Scabin
Carlo Cracco è il cuoco più “social”
Sul podio anche Barbieri e Scabin

Carlo Cracco è il cuoco più “social” Sul podio anche Barbieri e Scabin

Cibo e cucina in salsa social. Uno studio ha preso in considerazione come il mondo dei social media parla e discute del mondo degli chef. Il cuoco più amato dai social network italiani? La palma va a Carlo Cracco. Nella top 5 troviamo altri cuochi stellati: Bruno Barbieri, Davide Scabin, Massimo Bottura e Antonino Cannavacciuolo

09 maggio 2013 | 15:01

Parlare di cibo, cucina e chef è oggi di gran moda. Gli esperti in materia aumentano, grazie anche alle trasmissioni tv, ormai presenti su ogni canale. Ma come si comporta il mondo dei social nei confronti delle star della cucina? Lo analizza un Osservatorio realizzato da Mimesi e Reed Gourmet, in occasione del Digital Festival in programma a Torino dal 3 al 20 maggio. Realizzato nel mese di aprile, l’osservatorio ha rilevato e analizzato tutte le conversazioni sui social media (Blog, Forum, Facebook, Twitter, ecc.) che avevano come protagonisti gli chef stellati, celebrati dalle guide e resi famosi dai programmi televisivi.

Carlo Cracco

Ne è emerso un quadro di grande interesse. Altissimo il numero di post, oltre 4mila, dedicati ai vari protagonisti del settore, da cui emerge una Top Five che vede al primo posto Carlo Cracco (nella foto) che, con il 44,1% delle conversazioni (quasi 2mila post) stacca tutti gli altri colleghi. Da questo risultato appare chiaramente come la forte esposizione mediatica (in questo caso il programma Masterchef) sia il driver più rilevante nella diffusione del suo nome.

Questa tesi è supportata anche dal fatto che Bruno Barbieri, chef dalle indiscusse qualità e vincitore di numerosi premi internazionali, è il secondo personaggio più discusso (15,9%) anche grazie alla sessione di domande e risposte all’interno della pagina Facebook di Cielo Tv nella quale interagisce direttamente con gli utenti. Seguono Davide Scabin con il 12, 2%, Massimo Bottura con il 9,3% e Antonino Cannavacciuolo con il 6,3%.

Carlo Cracco visto da Renato Missaglia (collezione "Cuochi a Colori")Se le conversazioni che riguardano Carlo Cracco appaiono elevate lungo tutto il mese di monitoraggio, quelle relative agli altri chef mostrano alti e bassi in base alle notizie e ai comunicati stampa che li riguardano. Le citazioni di Massimo Bottura hanno un picco in seguito alla pubblicazione dei risultati della World’s 50 Best Restaurants, classifica in base alla quale il suo ristorante, Osteria Francescana, conquista il terzo posto tra i migliori ristoranti del mondo.

Le conversazioni su Davide Scabin registrano il loro picco il 26 aprile, quando partecipa al programma la Terra dei Cuochi su Rai Uno. È interessante notare che gli utenti danno pareri positivi sullo chef, pur all’interno di post negativi per il programma. Le discussioni su Cannavacciuolo mostrano un picco il 16 aprile a fronte dell’annuncio della sua partecipazione alla trasmissione “Cucine da Incubo” in partenza l’8 maggio su Fox.

Proprio per la grande correlazioni tra chef e trasmissioni televisive, la fonte predominante di conversazione è Twitter, strumento che gli utenti utilizzano per commentare in tempo reale ciò che stanno osservando in tv.

E per la commistione fra le tematiche Food e il digitale durante il Digital Festival, realizzato anche grazie al contributo di Mimesi e di Reed Gourmet, ci saranno una serie di iniziative che dall'11 al 20 Maggio coinvolgeranno il grande pubblico con attività di Social Eating, Food Contest, convegni e attività esperienziali.

Nell'immagine a destra: Carlo Cracco visto dall'artista Renato Missaglia. L'opera fa parte della collezione "Cuochi a Colori", presentata quest'anno a Firenze in occasione del Premio Italia a Tavola.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali