Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 26 febbraio 2024  | aggiornato alle 13:03 | 103397 articoli pubblicati

Turismo, a luglio boom di assunzioni (ma spesso per persone non qualificate)

Sì, le stime parlano di circa 170mila nuove assunzioni nel comparto ricettivo, ma le aziende stanno affrontando diverse difficoltà nel reperimento di personale qualificato e pronto per l'alta stagione

 
05 luglio 2023 | 12:58

Turismo, a luglio boom di assunzioni (ma spesso per persone non qualificate)

Sì, le stime parlano di circa 170mila nuove assunzioni nel comparto ricettivo, ma le aziende stanno affrontando diverse difficoltà nel reperimento di personale qualificato e pronto per l'alta stagione

05 luglio 2023 | 12:58
 

Il comparto turistico italiano si prepara a una forte ripresa dopo il difficile periodo dovuto alla pandemia. Le previsioni indicano che il mese di luglio sarà caratterizzato da un'imponente ondata di assunzioni, con oltre 585mila nuovi posti di lavoro disponibili, circa 170mila nel turismo, con questo trend positivo che si protrarrà anche nel trimestre luglio-settembre, con quasi 1,5 milioni di nuove opportunità lavorative in arrivo. Nonostante ciò, le aziende stanno affrontando diverse difficoltà nel reperimento di personale qualificato. Complessivamente, più di 280mila ricerche di personale sono state segnalate come problematiche da parte delle aziende. Nel settore turistico, in particolare, come riferisce il Bollettino del Sistema informativo Excelsior, il tasso di difficoltà raggiunge il 53,7%, rappresentando una sfida significativa per le imprese che cercano di rafforzare il personale per far fronte all'aumento della domanda e sottolineando ancora una volta le tante falle nella formazione dei giovani.

Turismo, a luglio boom di assunzioni (ma spesso per persone non qualificate)

A luglio nuova ondata di assunzioni

Turismo, attese circa 170mila nuove assunzioni a luglio

Secondo i dati forniti dalle principali associazioni del settore, il 47,9% delle assunzioni previste presenta difficoltà di reperimento, registrando un aumento significativo rispetto all'anno precedente. In particolare, nel settore turistico sono attese circa 170mila nuove assunzioni nel mese di luglio e oltre 400mila nel trimestre. L'aumento delle previsioni di assunzioni coinvolge diverse aree economiche, con un'attenzione particolare rivolta al commercio e ai servizi alle persone. Nel settore del commercio, sono previsti 78mila nuovi contratti a luglio, mentre nel settore dei servizi alle persone si prevedono 60mila nuove opportunità lavorative.

Lavoro, le nuove assunzioni riguardano principalmente i contratti a tempo indeterminato

La tendenza generale delle previsioni di assunzioni riguarda principalmente i contratti a tempo indeterminato, che registrano un aumento del 22,5%, e i contratti a termine e stagionali, con un incremento del 19,5%. Questo rappresenta un segnale positivo per coloro che cercano stabilità lavorativa nel settore turistico, che tradizionalmente ha visto una prevalenza di contratti stagionali.

Bindi

Le autorità e gli operatori del settore stanno cercando di affrontare questa problematica attraverso una serie di iniziative, come quelle di Bergamo, volte a promuovere la formazione e l'attrattiva di nuove figure professionali. Programmi di addestramento, collaborazioni con le scuole alberghiere e incentivi per l'assunzione di giovani talenti sono solo alcune delle strategie messe in atto per rispondere a questa crescente domanda di personale nel settore turistico.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       

08/07/2023 16:34:32
1) Carenza di personale.
Mai come quest'anno siamo stati costretti a subire tante dimissioni ed a cercare tanto altro personale con il quale siamo costantemente sottodimensionati, il problema non è solo la ormai cronica mancanza di personale professionalmente all'altezza delle mansioni necessarie nel comparto ricettivo e ristorativo ma è proprio la mancanza di motivazione e la totale indisponibilità a svolgere un lavoro che per la sua natura richiede tempo da dedicare alla clientela. Il problema è il TEMPO che le nuove generazioni non intendono perdere per un lavoro nel quale il TEMPO da dedicare alla clientela è il vero valore aggiunto di questo lavoro! Si vuole più TEMPO libero e più soldi e magari da spendere proprio dove in quei settori dove non si vuol lavorare! Inutile poi parlare dello sciacallaggio con offerte indecenti a suon di bigliettoni da parte dei 'colleghi' del settore per scippare il personale più valido con la conseguenza di rompere gli equilibri del mercato del lavoro, ora i lavoratori si vendono all'asta al miglior offerente! Con questi presupposti prevedo che specialmente per la ristorazione il futuro sarà molto incerto. Distinti saluti,
SALVATORE RUSSO



ROS
Delyce
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Notte Rossa

ROS
Delyce
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni

Notte Rossa
Tirreno CT