Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 maggio 2024  | aggiornato alle 02:31 | 105291 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

Tarallucci e Vino Tradizione e trend a braccetto

Il locale ha in Giorgio Moffa il patron e in Pino Sorrentino lo chef. Con vista sul porto di Formia si propone come un locale che segue le tendenze del momento, ma senza dimenticare i “classici”.

di Vincenzo D’Antonio
 
26 gennaio 2020 | 16:02

Tarallucci e Vino Tradizione e trend a braccetto

Il locale ha in Giorgio Moffa il patron e in Pino Sorrentino lo chef. Con vista sul porto di Formia si propone come un locale che segue le tendenze del momento, ma senza dimenticare i “classici”.

di Vincenzo D’Antonio
26 gennaio 2020 | 16:02
 

Locale ampio e bene arredato, prospiciente il porto di Formia, Tarallucci e Vino lascia bene intendere la linea di cucina che è permeata dalla tradizione napoletana virtuosamente contaminata dal mare di Ponza e dagli orti della piana di Fondi. Ben predispone, accompagnato da spumante Asprinio di Aversa, seppioline scottate su letto di pesto di basilico con gocce di nero di seppia ed emulsione di crema di zucca. Il servizio in sala è garbato e professionale.

(Tarallucci e Vino Tradizione e trend a braccetto)

Linguine del Pastificio Gentile con gamberi rossi di Ponza

A comporre una variegata coppia di antipasti, si principia con un calamaro alla sorrentina con farcia di fiordilatte su base cremosa di pomodoro torpedino di Fondi. A seguire, servito in grazioso tegamino di terracotta (‘o pignatiello), un moscardino cotto alla perfezione e ben saporito.

(Tarallucci e Vino Tradizione e trend a braccetto)
Calamaro alla sorrentina con farcia di fiordilatte su base cremosa di pomodoro torpedino di Fondi

Lodevole il primo piatto: linguine del Pastificio Gentile con gamberi rossi di Ponza. Nel calice, ben calibrato l’abbinamento, una fresca Falanghina del Sannio. Ottimi anche i dolci fatti in casa dal prode chef Pino Sorrentino.

Piacevole sorpresa anche con le proposte di grandi liquori, in buona parte provenienti dalla vicina Distilleria Petrone di Mondragone.

(Tarallucci e Vino Tradizione e trend a braccetto)

Conto di commovente onestà. Il patron Giorgio Moffa, lesto ed arguto nel cogliere i trend della ristorazione, sta celermente impostando Tarallucci e Vino a che eroghi servizio ben oltre gli slot adusi del pranzo e della cena, affinché la fruizione delle proposte diversificate in funzione delle face orarie sia a beneficio di ampio spettro di clientela. Di successo e gradite le serate del venerdì dove alla cena si abbina musica dal vivo, ed eventi a tema. Molto buone, in linea con l’alta qualità della cucina, anche le pizze.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Longarone Fiere
Onesti Group

Sartori
Nomacorc Vinventions
Molino Dallagiovanna