Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 00:48 | 105926 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Elle & Vire

Sapore di sale, a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

A Galassia Picchi si è tenuta una serata che ha ripercorso la storia dei ristorante La leggenda dei frati e del Cibrèo. Accanto all'ottima cucina lo spettacolo teatrale Sapore di sale con la partecipazione di Maria Cassi

di Guido Ricciarelli
 
25 maggio 2023 | 19:08

Sapore di sale, a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

A Galassia Picchi si è tenuta una serata che ha ripercorso la storia dei ristorante La leggenda dei frati e del Cibrèo. Accanto all'ottima cucina lo spettacolo teatrale Sapore di sale con la partecipazione di Maria Cassi

di Guido Ricciarelli
25 maggio 2023 | 19:08
 

Non si ferma mai il cartellone organizzato da Maria Cassi per il Teatro del Sale di Firenze, la bomboniera culturale della “Galassia Picchi” concepita 20 anni fa grazie alla visionaria intuizione dell’artista e del compianto Fabio, il cui figlio Giulio ha ideato una cena evento di 6 portate e dessert. Un viaggio gastronomico sulle orme della Via Francigena, con uno spettacolo comico musicale a corredo, “Sale & saporito”, che ha visto la partecipazione straordinaria della stessa Maria Cassi, accompagnata al pianoforte da Leonardo Brizzi.

Al La Leggenda dei frati è stata una serata tra teatro e cucina Sapore di sale a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

Sapore di sale è stata una serata tra teatro e cucina

Il menu della serata Sale & saporito 

Un pirotecnico menu che ripercorre alcuni dei piatti che hanno fatto la storia de “La Leggenda dei Frati” e del “Cibrèo”. In accompagnamento i vini di Querciabella, azienda di primissimo piano nel comprensorio del Chianti Classico. Si parte con una sublime “Terrina di fegati di pollo, pan dei santi, crème caramel” (cavallo di battaglia di Filippo Saporito). A seguire “Zolfini e natura, fagioli rifatti al cavolo nero su pane tostato”, (il sempre gradito biglietto da visita del Cibrèo). Portate di impatto gustativo notevole ed azzeccato bilanciamento. Le note di fiori di campo e pesca gialla del Mongrana Bianco 2022, un uvaggio di Vermentino e Viognier, assecondano i piatti senza prevalicarne il gusto. Una perfetta sintesi di contrasti e sapori il “Risotto con topinambur, scalogni caramellati e peperoncino”, targato Saporito, che flirta alla perfezione con il Batar 2020, un uvaggio di Chardonnay e Pinot Bianco di notevole spessore nelle sue note citriche e boisè.

Terrina di fegati di pollo, pan dei santi e cream caramel Sapore di sale a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

Terrina di fegati di pollo, pan dei santi e crème caramel

Consolatorio come sempre un grande classico del Cibrèo, lo “Sformato di ricotta e patate con il ragù di carni bianche”. Risponde Filippo con la sottile eleganza del “Sedano rapa, semi di zucca, levistico e mela verde”. Il Chianti Classico Riserva 2019 assicura, con le sue note varietali di mammola e ciliegia, l’abbinamento adeguato esprimendo la quintessenza del Sangiovese in purezza a Greve in Chianti. Piatto forte il “Piccione con mostarda di frutta, purè di patate e cipolline in agrodolce”, un altro must Cibrèo, questa volta in una succulenta versione al girarrosto. Tiene botta con le sue note balsamiche e terrose il Turpino 2019, rosso a base di uve Cabernet Franc, Syrah e Merlot. Pacchetto molto solido quello messo a disposizione per questa serata da Sebastiano Castiglioni, oggi alle redini di Querciabella.

Sedano rapa, semi di zucca, levistico e mela verde Sapore di sale a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

Sedano rapa, semi di zucca, levistico e mela verde

Si gioca ancora in casa per concludere in dolcezza con la “Crostatina di crema e fragole”, una carezza garbata che apre il palco alla performance offerta da Maria Cassi e Leonardo Brizzi.

Sapore e sale, una serata tra teatro e cucina 

Ironia, sarcasmo, grammelot il ricordo commosso di Fabio, le turbe dei fiorentini messi alla berlina con battute ficcanti e un saggio delle qualità canore di Maria che apre sulle note, guarda caso, di Sapore di sale. Una doverosa citazione, infine, per chi ha lavorato in cucina con amore rendendo questa serata irripetibile. Vavasilis Altalikis, chef de cuisine del Teatro del Sale, Oscar Severini, executive chef di tutti i ristoranti Cibrèo, Ombretta Giovannini, chef de La Leggenda dei Frati e moglie di Filippo Saporito, executive chef de La Leggenda dei Frati, Maurizio Corsini, Chef de cuisine del Cibrèo Ristorante a Sant’Ambrogio. Un ringraziamento speciale a Federica Ceccanti e Ilaria Legato per il coordinamento ed il supporto fotografico.

Lo staff della Leggenda dei frati Sapore di sale a Firenze una serata tra teatro e alta cucina

Da sinistra Vavasilis Altalikis, Oscar Severini, Ombretta Giovannini, Filippo Saporito, Maurizio Corsini

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Debic
Mulino Caputo
Brita
Torrevento
Siad

Debic
Mulino Caputo
Brita

Torrevento
Elle & Vire
Molino Grassi