Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 febbraio 2023  | aggiornato alle 02:44 | 91681 articoli in archivio

Ezio Indiani trionfa nella categoria “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico!»

Presidente di Ehma-European hotel managers association, dal 2005 Indiani è general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano (Gruppo Dorchester). Un percorso professionale completo nell’alberghiero a cinque stelle. Nel sondaggio di Italia a Tavola ha ricevuto 5.317 preferenze, che gli hanno permesso di conquistare il primo posto nella sua categoria

di Gabriele Ancona
vicedirettore
24 febbraio 2022 | 05:00
Ezio Indiani Ezio Indiani conquista “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico»
 
Ezio Indiani Ezio Indiani conquista “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico»

Ezio Indiani trionfa nella categoria “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico!»

Presidente di Ehma-European hotel managers association, dal 2005 Indiani è general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano (Gruppo Dorchester). Un percorso professionale completo nell’alberghiero a cinque stelle. Nel sondaggio di Italia a Tavola ha ricevuto 5.317 preferenze, che gli hanno permesso di conquistare il primo posto nella sua categoria

di Gabriele Ancona
vicedirettore
24 febbraio 2022 | 05:00
 

Per la categoria “Sala e Hotel”, la 14ª edizione del sondaggio “Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza - Premio Italia a Tavola” ha incoronato Ezio Indiani, general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano e presidente di Ehma-European hotel managers association. Ha ricevuto 5.317 preferenze; alle sue spalle un quintetto di professionisti di altissimo profilo. Indiani, nato nel Cremonese nel 1952, vanta un percorso professionale completo nell’universo alberghiero cinque stelle, che gli ha permesso di conoscere a fondo il settore a livello nazionale e internazionale in ogni sua declinazione. I suoi 17 anni alla guida del Principe di Savoia, monumento luxury del gruppo londinese Dorchester, parlano chiaro.

Ezio Indiani Ezio Indiani trionfa nella categoria “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico!»

Ezio Indiani

Primo classificato in una categoria composta da professionisti molto autorevoli. Che effetto fa?
Sono davvero molto felice e orgoglioso di questo riconoscimento e del fatto che in tanti abbiano pensato a me. Non mi aspettavo di vincere.

Quali valori determinano il concetto di accoglienza?
Accoglienza significa capire gli ospiti e rendere il soggiorno memorabile, personalizzato. Significa essere loro vicini, comprenderne i bisogni e cosa li possa sorprendere.

Qual è il suo bilancio di questi ultimi due anni?
Molto difficili. Ci siamo subito adoperati per impostare un piano di risorse per superare le difficoltà. È stato fondamentale guardare avanti e pensare sempre al dopo pandemia. In questo senso abbiamo organizzato attività per mantenere unito il team ed essere sempre vicini al personale, anche battendoci per ottener il massimo sostegno. Siamo stati compatti, ma la sofferenza è stata enorme.

L'Hotel Principe di Savoia di Milano Ezio Indiani conquista “Sala e Hotel”: «Questo è un lavoro fantastico»

L'Hotel Principe di Savoia di Milano

Quali sono le strategie in atto?
Ritornare da protagonisti su tutti i mercati internazionali facendo investimenti per la promozione del turismo sia di vacanza sia d’affari. Per questo stiamo anche monitorando l’orientamento delle singole politiche nazionali in fatto di liberalizzazione degli spostamenti.

Dal 2005 a oggi direttore generale dell’Hotel Principe di Savoia di Milano. Come è cambiata la clientela in questi anni?
È diventata sempre più sofisticata e alla ricerca di un servizio personalizzato. L’empatia oggi è un valore di fondo. Si richiedono poi efficienza, velocità e tecnologia. Una tecnologia certo avanzata, ma non invasiva, per mantenere in modo semplice i contatti con il mondo.

Quali consigli per chi si vuole avvicinare a questa professione?
Questo è un lavoro fantastico, che ti permette di viaggiare e incontrare persone straordinarie. Ci vuole però tanta passione e bisogna credere fino in fondo a quello che si fa. Determinazione, amore per questa professione e un’ottima formazione di base, le scuole giuste. Questi i blocchi di partenza.

 

INTERVISTA FLASH

Il tratto principale del tuo carattere?
Sono diplomatico e cerco di capire il punto di vista degli altri

Il tuo difetto maggiore?
Ogni tanto mi innervosisco

Il tuo pregio a cui tieni di più?
L’onestà nel comportamento

Il vino che preferisci?
Dipende da cosa mangio. Comunque, Franciacorta e i grandi rossi toscani

Il piatto che preferisci?
Pesce alla griglia con insalata e un buon olio ligure

Il tuo colore preferito?
Rosso

Il tuo hobby?
Sciare

Il tuo sport?
Giocare a tennis quando sono in città

Il nome del tuo animale domestico?
Vorrei un cane, ma con la mia vita professionale non posso permettermelo

Se non vivessi a Milano dove vorresti abitare?
Londra o Roma

Lo scrittore che preferisci?
Ken Follet, Wilbur Smith, John Grisham: di loro ho letto tutto

Il regista che preferisci?
Federico Fellini

 

Hotel Principe di Savoia
Piazza della Repubblica 17 - 20124 Milano
Tel 02 62301
www.dorchestercollection.com

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Alaska Sea Food

Bonduelle