Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 25 luglio 2024  | aggiornato alle 11:07 | 106688 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Ardente, vivo, primordiale Errico Recanati si racconta

Abbiamo sollevato il cappello da cuoco ad Errico Recanati, cuoco del Ristorante Andreina di Loreto (An), che ci ha svelato i suoi segreti: da cosa voleva diventare da grande a ciò che non manca mai nel suo frigo.

 
19 luglio 2020 | 15:54

Ardente, vivo, primordiale Errico Recanati si racconta

Abbiamo sollevato il cappello da cuoco ad Errico Recanati, cuoco del Ristorante Andreina di Loreto (An), che ci ha svelato i suoi segreti: da cosa voleva diventare da grande a ciò che non manca mai nel suo frigo.

19 luglio 2020 | 15:54
 

Errico Recanati, socio Euro-Toques, cresce con nonna Andreina e mamma Ave fra spiedo, cacciagione, brace e fuoco vivo. Frequenta l’Etoile, fa stage da Gianfranco Vissani, Pietro Leemann, Martin Dalsass al Ristorante Talvo di St. Moritz. Cerca una cucina dove passato e futuro siano a fuoco vivo e sui carboni ardenti. Una cucina primitiva, attuale e neo-rurale che si fonda con le nuove tecniche e con una ricerca primordiale.

Ardente, vivo, primordiale Errico Recanati si racconta

Errico Recanati

Dall’invenzione dei cappelli alla riscoperta delle affumicature e delle disidratazioni con tante ore di contatto e allontanamento dal calore. Nascono così la bottarga di cuore di agnello e di milza. La cucina è sapore, natura e verità degli ingredienti. Il segreto è lavorarne pochi. La sua attenzione alla qualità, ai produttori, alle nuove tecniche, alla cottura primordiale, portano l’originaria trattoria a molti riconoscimenti. Due tra tutti: la prima stella Michelin nel 2013 e, nel 2015, Le Soste, prestigiosa associazione per la cultura della cucina italiana nel mondo. Un piatto deve poter emozionare per arrivare a tutte le generazioni creando un ricordo. Errico fa una cucina senza età, lontana dalle mode del momento e vicina al cuore di tutti.



Da bambino cosa sognavi di diventare?
Veterinario

Il primo sapore che ti ricordi.
Ragù di Andreina

Qual è il senso più importante?
Il gusto

Il piatto più difficile che tu abbia mai realizzato.
Lo spaghetto cacio e pepe alla brace

Come hai speso il primo stipendio?
Una cena in un ristorante stellato

Quali sono i tre piatti che nella vita non si può assolutamente fare a meno di provare?
Ragù di Andreina, pomodoro in trippa, la beccaccia e il suo paté di fegatini

Cosa non manca mai nel frigo di casa tua?
Il pecorino e le mele

Qual è il tuo cibo consolatorio?
Pane e focaccia

Che rapporto hai con le tecnologie?
Diventerò un nerd

All’inferno ti obbligano a mangiare sempre un piatto: quale?
La gallina lessa

Chi inviteresti alla cena dei tuoi sogni?
I miei figli Rachele e Riccardo

Quale quadro o opera d’arte rappresenta meglio la tua cucina?
“Guernica” di Picasso

Se la tua cucina fosse una canzone quale sarebbe?
“La verità” di Brunori Sas


Per informazioni: www.ristoranteandreina.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena
Brita
Senna
Martini Frozen

Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena
Brita
Senna

Martini Frozen
Consorzio Asti DOCG
Di Marco