Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 21 gennaio 2022 | aggiornato alle 10:03 | 81169 articoli in archivio

Edoardo Fumagalli a Palazzo Parigi per sette giorni di alta cucina

di Gabriele Ancona
vicedirettore
08 marzo 2018 | 18:08

Edoardo Fumagalli a Palazzo Parigi per sette giorni di alta cucina

di Gabriele Ancona
vicedirettore
08 marzo 2018 | 18:08

Uno tra i più giovani cuochi stellati d’Italia, Edoardo Fumagalli, 38 anni, dal 12 al 17 marzo, prima della riapertura primaverile della Locanda del Notaio di Pellio Intelvi (Co), sarà a Milano ospite di Palazzo Parigi.

Uno tra i più giovani cuochi stellati d’Italia, Edoardo Fumagalli, 38 anni, dal 12 al 17 marzo, prima della riapertura primaverile della Locanda del Notaio di Pellio Intelvi (Co), sarà a Milano ospite di Palazzo Parigi.

Una linea gastronomica semplice ed elegante la sua, l’espressione di un percorso professionale che lo ha visto all’opera in ristoranti di alta caratura, dal Marchesino di Milano a Le Taillevent di Parigi, al Daniel di New York.

Al Ristorante Gastronomico di Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa Edoardo Fumagalli proporrà un menu di carne, uno di pesce e uno degustazione. «Piatti che rappresentano la mia filosofia di cucina - ha spiegato - pochi ingredienti, ben accostati, in un gioco di contrasti dove però il fil rouge è rappresentato dalla semplicità». Previste anche ricette classiche della Locanda del Notaio, ingredienti tipici della val d’Intelvi come le morchelle (funghi generalmente conosciuti come spugnole) e variazioni vegetariane e vegane.

Edoardo Fumagalli (Edoardo Fumagalli, sette giorni di alta cucina a Palazzo Parigi)
Edoardo Fumagalli

Una settimana di alta cucina che si declinerà in ricette che richiedono grande capacità tecnica, oltre che talento. Nel dettaglio, le entrate saranno rappresentate da Cannolo di scampi, caviale e salsa all’arancia; Uovo in cocotte, champignon di Parigi e crema al tartufo nero; Battuta di manzo, verdure croccanti e salsa alle cime di rapa.

Come primi piatti Edoardo Fumagalli ha elaborato Gnocchi di patate arrosto, morchelle al Vin Jaune e ricotta dura di pecora; Ravioli di prezzemolo, alette di cappone e salsa di ostriche; Risotto con crema di Perilla e salsa al Franciacorta. I secondi saranno Piccione arrosto, foie gras, costine rosse, uva al lime e coscette al tartufo nero; Gambero carabiniere, animelle glassate, croccante alle alghe e insalatina aromatica; Duo di vitellino scottato e brasato con crema di champignon. In chiusura, Mousse allo yogurt, croccante al mais e frutta tagliata; Mousse al caffè, cremoso alla banana e sorbetto all’anice; Cioccolato fumè leggermente piccante con gelato allo yogurt.

(Edoardo Fumagalli, sette giorni di alta cucina a Palazzo Parigi)

Il menu degustazione sarà arricchito da Spuma di patate, uovo di quaglia pochè al tartufo, crumble di cacao, quinoa soffiata e olio all’erba cipollina; Scaloppa di foie gras d’anatra pochè con verdure fondenti e Ravioli di prezzemolo, alette di cappone e salsa di ostriche.

Conclusa l’esperienza a Palazzo Parigi Hotel & Grand Spa la trasferta successiva vedrà Fumagalli allontanarsi dalla Locanda del Notaio per essere di nuovo sotto i riflettori a Milano. Dall’11 al 13 maggio, nell’ambito della Food Week, rappresenterà l’Italia alla finale internazionale del S. Pellegrino Young Chef 2018. Suo coach sarà Antony Genovese, due stelle Michelin con Il Pagliaccio di Roma.

Per informazioni:
www.palazzoparigi.com
www.lalocandadelnotaio.com

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali