ABBONAMENTI
 
Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 31 ottobre 2020 | aggiornato alle 11:28| 69047 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia

«Un errore la cassa in deroga»
Boeri: alle aziende serve ben altro

«Un errore la cassa in deroga» 
Boeri: alle aziende serve ben altro
«Un errore la cassa in deroga» Boeri: alle aziende serve ben altro
Primo Piano del 07 maggio 2020 | 10:17

Mentre i soldi per imprese e lavoratori ancora stentano ad arrivare, l'ex presidente dell’Inps ammette le difficoltà e dice: «Servirebbe una cassa integrazione ordinaria accelerata» . Intanto fa già discutere il Reddito di emergenza che il Governo introdurrà nel decreto di maggio per aiutare chi non ha un lavoro regolare.

Sulla cassa integrazione per l'emergenza coronavirus «è davvero grave il fatto che si sia deciso di procedere con tre strumenti diversi, tra cui la cassa in deroga, che richiede un passaggio anche dalle regioni e che sta mettendo moltissime piccole imprese in grandissima difficoltà, perché ancora i volumi di cassa integrazione erogati sono minimi». Lo ha detto, ai microfoni del Gr1, l'ex presidente dell'Inps Tito Boeri.

Tito Boeri - Aziende in crisi, Boeri (Inps):  «Un errore la cassa in deroga»
Tito Boeri

«Le piccole imprese non hanno la liquidità per anticipare queste somme ai dipendenti. Bisognava procedere con un solo strumento, si è ancora in tempo per correggere la rotta», prosegue Boeri, secondo cui serve «la cassa ordinaria con procedure accelerate». Per Boeri, infine, ridurre l'orario di lavoro a parità di salario comporta «un aumento dei costi per le imprese elevatissimo. Il vero problema è quello di evitare la chiusura di molte imprese, che avranno un fortissimo calo dei profitti, della redditività», conclude l'economista.

Intanto nel Decreto di maggio arriverà anche il Reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà. Sarà destinato ai disoccupati, a chi non ha un reddito e a chi non ha un lavoro regolare. La domanda dovrà essere presentata entro luglio, con un contributo previsto da 400 euro fino ad arrivare ad 800 in base al numero dei componenti del nucleo familiare. Si tratta di un altro strumento che il Governo metterà in campo per fare fronte alla crisi, ma che sta già facendo discutere, sia per la platea al quale è indirizzato, sia per le procedure di ottenimento: l’Esecutivo dovrà innanzitutto trovare le coperture e snellire le pratiche per evitare un’altra impasse, dopo i presiti alle aziende e la cassa integrazione per i lavoratori che, dopo gli annunci, hanno trovato sul campo solo difficoltà. Un intervento che crea peraltro nuove divisioni nella maggiorqanza, dove Italia Viva non ne vuole sapere.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cassa integrazione crisi imprese aziende emergenza virus coronavirus decreto governo cassa in deroga lavoratori finanziamenti prestiti soldi inps tito boeri

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®