Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 25 luglio 2024  | aggiornato alle 12:58 | 106692 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Il Natale sarà in cucina: in dispensa per non ingrassare broccoli, spezie e alghe

Non ci saranno i grandi Cenoni a cui siamo abituati, ma il Natale sarà ai fornelli. Ecco i consigli per non sgarrare troppo e i cinque ingredienti indispensabili per non rinunciare a gusto e salute.

 
14 dicembre 2020 | 06:30

Il Natale sarà in cucina: in dispensa per non ingrassare broccoli, spezie e alghe

Non ci saranno i grandi Cenoni a cui siamo abituati, ma il Natale sarà ai fornelli. Ecco i consigli per non sgarrare troppo e i cinque ingredienti indispensabili per non rinunciare a gusto e salute.

14 dicembre 2020 | 06:30
 

Questo sarà un Natalestrano” a tutti gli effetti. Non ci saranno le grandi tavolate e i Cenoni a cui siamo abituati, ma sicuramente si passerà tanto tempo ai fornelli, anche perché, complice il lockdown, la cucina continua a rappresentare un luogo di gioia e l’atto stesso di cucinare mette buonumore, parola di esperti.

Spezie, peperoncino e broccoli sono alleati per le Feste - Il Natale sarà in cucina La dispensa per non ingrassare

Spezie, peperoncino e broccoli sono alleati per le Feste

E quindi, la paura di sgarrare troppo rimane anche quest’anno. In realtà, seguendo poche semplici regole possiamo prevenire e contenere il carico calorico, accelerando di fatto il nostro metabolismo. Non c’è bisogno di “trucchetti”, ma solo di una buona educazione alimentare: lo assicura Paola Di Giambattista, Healthy Food specialist, Free from Chef e Nutritional Cooking Consultant, che suggerisce cinque ingredienti che non possono mancare nella dispensa pre-natalizia.

Broccoli
I broccoli sono ottimi detossinanti: ciò significa che aiutano a liberare l’organismo dalle scorie, facilitando i processi digestivi. «Per ovviare al problema del loro odore in cottura è bene sapere che sono buonissimi anche crudi in insalata, meglio ancora se sono conditi con la citronette. In questo modo il nostro organismo intercetta facilmente la clorofilla, che ha ottimi effetti detox. Il segreto dei broccoli è il Boro, un elemento che aiuta a fissare il calcio nelle ossa e ad attivare il metabolismo», spiega la Healthy Food Specialist.

Peperoncino
Il fatto che il peperoncino riduca gli adipociti è ormai comprovato dalla scienza, che lo consiglia anche in caso di sovrappeso e obesità. Il merito è tutto della Capsaicina, il principio attivo che alza la temperatura corporea, aumenta la sudorazione e accelera il ritmo metabolico, favorendo il calo ponderale. Il suo effetto può durare dai 20 minuti alle 6 ore e può essere addirittura potenziato dall’attività fisica; non a caso, in commercio esistono appositi integratori da assumere prima dell’allenamento. «I benefici vanno ben oltre l’aspetto estetico, perché questa spezia “scalda il cuore”, prevenendo la formazione di coaguli e abbassando il colesterolo», commenta Paola Di Giambattista.

Tè verde
«Scaldare le giornate invernali con una tazza di verde (Camellia sinensis il nome botanico) è una coccola per l’umore e per la salute - continua la Healthy Food Specialist - questa preziosa bevanda velocizza l’eliminazione delle tossine, drena, tiene sotto controllo i livelli di colesterolo e, grazie alle catechine, ha un grande potere saziante; elemento da non trascurare quando si parla di controllo del peso».

Micro Alghe
«Anche se la vera star del momento è la Spirulina, le alghe sono tutte preziose: dopotutto si tratta di organismi primordiali che contengono in sé l’essenza stessa della vita», prosegue. Le alghe offrono grandi benefici per la salute e favoriscono il dimagrimento grazie alla fenilalanina, un amminoacido essenziale che aumenta il senso di sazietà e contrasta la fame nervosa. La consistente presenza di clorofilla, inoltre, aiuta a ossigenare i tessuti, compresi quelli nervosi.

Spezie
«La spezia che non può mancare quando ci si prepara al Natale - e di conseguenza all’eccesso di zuccheri - è certamente la cannella, che svolge un ruolo primario nel metabolismo dei grassi e interviene nella regolazione dell’assorbimento degli zuccheri». Di Giambattista suggerisce di fare scorta anche di pepe nero e curcuma. Il primo era già noto per il suo ruolo di “attivatore” nelle antiche medicine tradizionali come quella ayurvedica: oltre a mettere in moto la digestione, riduce l’ipertensione e attiva il metabolismo grazie alla piperina. Infine la curcuma, che può essere associata alle altre due spezie e potenziarne i benefici. «Con le sue spiccate proprietà antiossidanti, la curcuma aiuta l’organismo a detossinarsi e a eliminare le scorie migliorando la funzionalità degli organi emuntori», conclude.

Non dimentichiamo poi che il cibo rappresenta anche nutrimento per l’anima: «Il cibo è in questo senso un ottimo veicolo per i sentimenti e non può essere ridotto a una semplice somma di nutrienti e calorie, ma porta con sé convivialità, amore, dedizione e passione. Nella tradizione africana si parla di Soul Food, cibo per l’anima. Oggi come centinaia di anni fa, le donne africane dedicano tantissimo tempo a preparare e insaporire i cibi. Si parte da ingredienti poveri come verdure, legumi e tuberi, che però vengono lavorati in modo estremamente accurato e rigorosamente con le mani, fino ad assumere le sembianze di un dono prezioso», racconta Paola Di Giambattista.



© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Electrolux
Consorzio Barbera Asti
Molino Grassi

Prima