Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 02 giugno 2020 | aggiornato alle 23:49| 65918 articoli in archivio
HOME     SALUTE     ALIMENTAZIONE
di Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
di Federico Biffignandi

Eleonora Boi, 40 giorni dall’esperto
per riprendersi dalla “dieta Usa”

Eleonora Boi, 40 giorni dall’esperto 
per riprendersi dalla “dieta Usa”
Eleonora Boi, 40 giorni dall’esperto per riprendersi dalla “dieta Usa”
Primo Piano del 09 febbraio 2020 | 09:02

Da quando vive negli Stati Uniti, la giornalista sarda ha iniziato a non sentirsi in forma, non solo dal punto di vista estetico, ma anche dell'umore. Tornata a Milano si è affidata ad un nutrizionista. In poco più di un mese è riuscita a rimettersi in riga conoscendo quello che può e quello che non può mangiare.

Per chi è cresciuto con la Dieta mediterranea autentica ed è stato “educato” bene sia da un punto di vista del gusto che del benessere si trova inevitabilmente spiazzato di fronte ad una dieta americana. Si può chiudere un occhio per un breve periodo, magari per una vacanza, ma se l’abitudine al food a stelle e strisce diventa continuativa il problema si fa serio.

Eleonora Boi (Eleonora Boi, dall'Italia agli Usa: Dieta mirata per rimettermi in riga)
Eleonora Boi

Lo ha spiegato Eleonora Boi a Italia a Tavola raccontando il suo percorso. Lei, giornalista sarda, si è trasferita ormai da qualche tempo - in maniera più o meno stabile - negli Stati Uniti per seguire il suo compagno Danilo Gallinari, stella dell’Nba attualmente in forza ad Oklahoma.

«Mi sono sempre concessa un po’ di tutto a tavola - racconta Eleonora - non rinunciando ad un dolce o ad una pizza, ma sono sempre riuscita a regolarmi bene. In America invece non sono riuscita a tenere il peso sotto controllo, non era solo una questione estetica - anche se i pantaloni non mi stavano più - era proprio una questione anche di umore, non avevo mai voglia di fare nulla, mi sentivo molto debole, sempre un po’ gonfia e quindi avevo anche poca voglia di fare sport, di camminare».

Di qui la decisione di rivolgersi ad un esperto, un nutrizionista, non appena rientrata a Milano poco prima delle vacanze di Natale. Una scelta coraggiosa visto che alle porte c’erano appunto le abbuffate delle feste, ma il suo carattere e la molla che le era scattata dentro hanno avuto la meglio.

«La prima persona che ho visto appena atterrata a Milano - racconta sorridente la giornalista - è stata Sacha Sorrentino (il nutrizionista) a cui mi sono rivolta per risolvere il problema. Mi ha visitato e ha subito predisposto un piano alimentare che mi consentisse di rimettermi in riga. Ha rilevato un problema di forte ritenzione idrica in particolare e così mi ha anche consigliato degli integratori in aggiunta alla dieta corretta».

Eleonora Boi con Sacha Sorrentino (Eleonora Boi, dall'Italia agli Usa: Dieta mirata per rimettermi in riga)
Eleonora Boi con Sacha Sorrentino

Un percorso che è stato piuttosto rapido - circa 40 giorni - ma che ha rispettato i tempi e le necessità del corpo senza dunque ricorrere a diete flash poco produttive, anzi dannose. dal nutrizionista.

«Sacrifici? La cosa più dura per me è stata cambiare la colazione - risponde lei - perché io sono una fanatica del latte, da quando ero piccola non posso rinunciare al latte e ai biscotti, soprattutto quelli al cioccolato, quindi svegliarmi e non poter bere il latte coi biscotti è stata la cosa più dura. Tutto il resto no, anzi ho iniziato finalmente alla mia età ad apprezzare le verdure che prima non mangiavo, non le toccavo proprio».

Poi, ovviamente, un’attività fisica continuativa. «Se parliamo di sport vero e proprio, sono pigra - ammette Eleonora - ma cammino tanto, ho una media di 10 km al giorno, faccio tutto a piedi, soprattutto quando sono a Milano preferisco muovermi senza mezzi anche se le distanze sono lunghe. Mi aiuta perché camminare è molto positivo. Un’altra attività che ho aggiunto è l’idro bike, ottima per la ritenzione».

Ora Eleonora è ritornata Oltreoceano e il problema di una dieta corretta rischia di riproporsi: «Ho la fortuna di cucinare - racconta - per cui mi darò da fare in cucina. La vera sfida è tapparsi gli occhi e non lasciarsi tentare dai loro cibi, succulenti, ma non così salutari. Non ho mai fatto grandi sgarri a dire il vero, forse - inizio a pensare - la qualità del cibo è diversa dalla nostra. Io mi affido sempre al bio anche là, l’aspetto estetico è straordinario, ma forse manca qualcosa a livello di qualità».

A proposito di cucina, sorge spontanea la curiosità nel conoscere l’Eleonora Boi ai fornelli: «Non è un’attività che mi fa impazzire - ammette - ma negli States sono costretto a farlo. Ho imparato da mia mamma, oppure guardo i tutorial su Youtube, o - in extremis - mi faccio guidare al telefono sempre dalla mamma».

Da tutto questo percorso, Eleonora Boi ha imparato una lezione molto importante che vuole trasferire anche a chi, come lei, si trova in una situazione di disagio: «Secondo me - dice - bisognerebbe sempre farsi seguire da un esperto, perché bisogna stare attenti; magari uno pensa di dimagrire, ma non sta dimagrendo in modo sano, sta privando il proprio organismo di componenti essenziali, quindi sono contraria al fai-da-te».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute health benessere dieta usa italia dieta mediterranea nba nutrizionista latte biscotti verdura Eleonora Boi Danilo Gallinari Sacha Sorrentino

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®