Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 luglio 2020 | aggiornato alle 08:58| 66574 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Riscaldarsi prima dello sport
limita i dolori da acido lattico

Riscaldarsi prima dello sport 
limita i dolori da acido lattico
Riscaldarsi prima dello sport limita i dolori da acido lattico
Pubblicato il 21 giugno 2020 | 15:13

Dopo l’attività fisica la molecola interviene per metabolizzare il glucosio. Questo genera stanchezza che può protrarsi fino a 48 ore. Per limitarla è consigliato preparare l’organismo allo sforzo con gradualità.

Quando facciamo esercizio, specialmente dopo lunghi periodi di inattività, può capitare di sentire alcuni dolori muscolari nei giorni successivi. Questo può avvenire anche se si fa uno sforzo particolarmente pronunciato, o se si fa un esercizio particolarmente intenso anche in momenti in cui si è fisicamente allenati. Si sente dire spesso che la causa di questo dolore sia l’acido lattico, che comincia a circolare nel nostro organismo appena dopo la prestazione fisica. Ma sarà vero? Lo ha spiegato Lara Castagnetti, specialista in Riabilitazione Ortopedica e Osteopatia dell’Istituto Humanitas in un articolo pubblicato su Humanitasalute che qui riportiamo integralmente.

Acido lattico dopo la fatica - Riscaldarsi prima dello sport limita i dolori da acido lattico
Acido lattico dopo la fatica

L’acido lattico è una molecola che si trova nel nostro organismo e che, in carenza di ossigeno, viene prodotta dalle cellule per metabolizzare il glucosio. In condizioni normali, aumenta dopo esercizio fisico intenso, a causa dello sbilanciamento tra le necessità energetiche dei muscoli e l’apporto di ossigeno attraverso la circolazione del sangue.
L’acido lattico si accumula ed è “responsabile” dell’affaticamento della muscolatura. Tendenzialmente, però, è rimosso nei minuti successivi all’attività fisica, al massimo nel giro di qualche ora. Se si sentono dolori muscolari nei giorni successivi all’esercizio, la causa non è certamente l’acido lattico, che come abbiamo visto, sarà smaltito molto prima.

Piuttosto, il dolore avvertito è riconducibile a microlesioni delle fibre muscolari (Doms, la cui sigla sta per Delayed Onset Muscle Soreness, che potremmo tradurre con “indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata”), che possono danneggiarsi per i più svariati motivi: un movimento brusco, un allenamento privo del giusto riscaldamento o senza defaticamento, o banalmente lo sbalzo da profonda inattività a sforzi intensi, soprattutto nell’allungamento, che sviluppa tensione. Le microlesioni sono particolarmente comuni nelle persone poco allenate e tendono a diminuire con l’esercizio.

Il dolore raggiunge il picco tra le 24/48 ore successive all’esercizio e si risolve entro 96 ore. L’acido lattico è ampiamente scomparso. Per evitare microlesioni muscolari, è bene praticare un lungo riscaldamento per preparare il corpo all’esercizio, e specialmente dopo lunghi periodi di sedentarietà, iniziare con calma: non ci sono vere e proprie terapie, basta aspettare che il dolore passi da solo.

Consigliamo certamente di rivolgersi a uno specialista, che valuterà le condizioni fisiche e proporrà un piano di allenamento adatto al proprio livello di forma.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute health benessere sport attivita fisica acido lattico sforzo muscoli organismo corpo Lara Castagnetti

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®