Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 luglio 2020 | aggiornato alle 07:22| 66616 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI
di Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
di Federico Biffignandi

«Italiani, venite in spiaggia»
Gestori pronti all’estate covid free

«Italiani, venite in spiaggia» 
Gestori pronti all’estate covid free
«Italiani, venite in spiaggia» Gestori pronti all’estate covid free
Primo Piano del 04 giugno 2020 | 06:50

Antonio Capacchione, presidente del sindacato balneari, inquadra la situazione del settore spiegando come i gestori degli stabilimenti si stanno attrezzando per garantire vacanze sicure. «Ci mancano però aiuti statali, chiediamo uno sgravio della pressione fiscale, altrimenti alcuni non riapriranno».

Nessuna speranza di fare le vacanze estive. Non è vero, si andrà al mare, ma tra i plexiglass. Non ci saranno i plexiglass, ma serviranno le patenti di immunità. Anzi no, liberi tutti perché sono anticostituzionali. Andremo in vacanza dunque, ma con quali soldi? Tra i tanti interrogativi che gli italiani si sono posti in questi mesi e le decine di dietrofront della politica, molta attenzione è stata posta sulla possibilità di trascorrere al mare le classiche ferie estive.

Gli stabilimenti si stanno attrezzando per rispettare le normative - «Italiani, venite in spiaggia» Balneari pronti all’estate post-covid
Gli stabilimenti si stanno attrezzando per rispettare le normative

Ora che la fase 3 è scattata e che giugno si è aperto portandoci nell’atmosfera estiva, l’acquolina in bocca sale sempre di più. Ma i dubbi restano, tanto tra i turisti quanto tra gli addetti ai lavori del mondo del turismo. Dei gestori degli stabilimenti balneari in particolar modo che possono puntare solo ed esclusivamente sulla voglia degli italiani di affrontare le spiagge post-covid riorganizzando i propri spazi, allestendo le misure stabilite dall’Inail e sperando in un passaparola positivo e garantito che inneschi le partenze e quindi la ripartenza. Oltre, ovviamente, all’auspicarsi che la curva dei contagi continui a scendere verso il fondo. Di più, non possono proprio fare.

Cosa ne sarà dei mesi estivi nessuno lo sa e nessuno può fare previsioni certe. Neanche Antonio Capacchione, presidente del sindacato balneari italiani, che prova comunque ad analizzare il periodo attuale e a immaginare lo scenario prossimo: «Al di là di un doveroso ottimismo - spiega - non si può fare a meno di constatare che il Paese sia impoverito ed impaurito. Per questo come balneari abbiamo il dovere di lavorare per infondere sicurezza e fiducia nei turisti. Su questo siamo consapevoli di essere forti, di avere vantaggi in più rispetto agli altri Paesi; i nostri lidi sono riconosciuti a livello internazionale per la sicurezza della balneazione, ora si lavorerà sempre sulla sicurezza, ma di tipo sanitario e ci faremo trovare pronti perché per noi è una sfida professionale e vogliamo vincerla. Siamo sicuri che non appena i turisti vedranno come saranno stati allestiti gli stabilimenti avranno ancor più voglia di venire al mare».

Antonio Capacchione - «Italiani, venite in spiaggia» Balneari pronti all’estate post-covid
Antonio Capacchione

Voglia che di certo non manca e nel ponte del 2 giugno qualcosa si è visto a livello di spostamenti e presenze in spiaggia. Il tutto nonostante i più continuino ad indicare la montagna come luogo ideale per trascorrere queste ferie post-covid: «Io sento parlare quasi tutti di mare, di voglia di andare al mare - spiega Capacchione - perché questo è l’ideale di vacanza estiva. Del resto non dobbiamo dimenticare che un terzo del turismo italiano arriva dalle nostre spiagge e che l’anno passato si sono registrate 140 milioni di presenze in riva al mare. E a proposito di salute non lo devo dire certo io che l’aria di mare sia un toccasana per il nostro organismo, soprattutto per le vie respiratorie così colpite dal virus».

La voglia c’è ed è tanta e la preparazione degli stabilimenti è già a buon punto. Resta però il problema dei soldi che mancano agli italiani e anche sul periodo da scegliere per viaggiare: «Siamo a giugno ed è troppo presto per far registrare numeri incoraggianti - spiega il presidente - mentre su cosa succederà in questi mesi è difficile dirlo. Molto dipenderà dall’inizio delle scuole. Se inizieranno a settembre come al solito allora la scelta del periodo resterà quella classica, a patto che i contagi resteranno confortanti. Se invece le scuole riprenderanno ad ottobre allora settembre, anche grazie al clima, diventerà un mese clou. Io credo che potrebbe essere più coerente iniziare ad ottobre anche in considerazione del fatto che a settembre potrebbero esserci le elezioni amministrative e molti istituti dovrebbero sospendere le lezioni».

Quindi il problema dei prezzi per prenotare lettini ed ombrelloni. Le stime dicono che non ci saranno picchi in eccesso. «Confermo - spiega Capacchione - e dico anzi che non sarà difficile trovare costi più bassi. I gestori non hanno alcun interesse di scoraggiare ulteriormente la clientela per cui manterranno tariffe in linea con gli altri anni. Qualcuno potrebbe ritoccarle al rialzo nel caso in cui i posti a disposizione dovessero drasticamente diminuire per rispettare le guide linea dell’Inail. Penso alla Liguria, ad alcune zone del Tirreno o del Salento e della Calabria dove gli spazi sono più ristretti rispetto all’Emilia Romagna ad esempio o il Veneto. Parliamo però di rialzi lievi, nell’ordine dell’8-10%».

La coperta però è corta e se qualcuno deciderà probabilmente di non riaprire, qualcun altro riaprirà in perdita. Di qui le lamentele per i mancati aiuti dallo Stato: «Nessuno ha ricevuto aiuti - tuona il presidente - e per questo sto scrivendo proposte di emendamenti per far sì che i decreti riguardino anche noi. La nostra richiesta è soprattutto volta a diminuire la pressione fiscale considerando che i canoni non rientrano nel credito d’imposta concesso ai locali per gli affitti».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism spiaggia mare vacanza sindacato balneari turisti inail antonio capacchione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®