Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 30 novembre 2021 | aggiornato alle 01:06 | 79851 articoli in archivio

Melanzana, in cucina da oltre 2 millenni Mille ricette, sia cotta che cruda

28 gennaio 2018 | 09:44

Melanzana, in cucina da oltre 2 millenni Mille ricette, sia cotta che cruda

28 gennaio 2018 | 09:44

Frutto di una pianta originaria dell'India, la melanzana è una bacca consumata come ortaggio conosciuta in Asia da più di 2500 anni. Gli europei l'apprezzarono prima di tutto come pianta ornamentale perché le prime varietà erano molto amare e si riteneva che consumarle potesse portare alla follia. Da qui anche il nome mela insana. La coltivazione e gli incroci giunsero a migliorarne il sapore. Oggi la melanzana è coltivata principalmente in Cina, Turchia, Giappone, Egitto e Italia. Scegliere melanzane sode e pesanti con la buccia liscia e di colore uniforme. La melanzana è deliziosa sia calda sia fredda e si cucina in un'infinità di modi. Per verificare se l'ortaggio è maturo afferrarlo esercitando una lieve depressione con le dita, se l'impronta non rimane visibile significa che è acerba.



La melanzana (Solanum melongena L.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae, coltivata per il frutto commestibile. I frutti sono bacche grandi, allungate o rotonde, normalmente nere, commestibili dopo la cottura. La melanzana rossa invece è una varietà a frutto arrotondato, di rosso intenso come un pomodoro, tanto da essere erroneamente scambiato per quest'ultimo. Per quanto riguarda il gusto, la melanzana cruda è amara, ma attraverso la cottura diviene più digeribile e il sapore ne risulta esaltato.

Principali varietà di melanzana

Dop e Igp

Altre varietà

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali