Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 06 agosto 2020 | aggiornato alle 20:43| 67117 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Vittoria della pizza napoletana
Sarà tutelata dall'Europa

Vittoria della pizza napoletana Sarà tutelata dall'Europa
Vittoria della pizza napoletana Sarà tutelata dall'Europa
Primo Piano del 08 dicembre 2009 | 21:45

La Pizza napoletana prodotta secondo la tradizione napoletana, entra nell'Olimpo delle eccellenze alimentari e diventa Specialità tradizionale garantita (Stg). Si potrà fare solo nel forno a legna con precisi ingredienti e misure fisse. Il Tg1 fa ammenda degli elogi alla finta pizza di latta

Dopo tanti rinvii questa volta sarà quella buona e la "Pizza napoletana prodotta secondo la tradizione napoletana", potrà entrare nell'olimpo delle eccellenze alimentari europee. A darne l'annuncio è stato, onore al merito, il Tg1 delle ore 20.00 che ha collocato questa notizia nei titoli di testa. Forse il direttore Minzolini voleva cancellare la vergogna di quando (la stessa cronista...) sempre nel Tg1 delle 20.00 aveva fatto l'elogio di un prodotto fatto in 3 minuti (dalla farina alla cottura) in una macchina a gettoni...

E così, dopo le molte battaglie dei pizzaioli italiani (e di Italia a Tavola al loro fianco), dal 9 dicembe la "Pizza napoletana" ha da Bruxelles il riconoscimento di "Specialità tradizionale garantita" (Stg) e la sua ricetta - dagli ingredienti alla forma rotondeggiante fino alla cottura e conservazione - verrà protetta dall'Ue contro imitazioni e falsi. Alla faccia di chi la vorrebbe proporre come una bibita nel distributore...

Insomma, un riconoscimento che rappresenta anche un passo avanti importante nella protezione del Made in Italy, in particolare nella lotta alla pirateria alimentare a livello internazionale. Infatti - come scrive Rai24news - se la pizza è sinonimo di italianità, la "Pizza napoletana" meglio di ogni altro prodotto esprime il valore, la tipicità e la tradizione dell'agricoltura italiana. Tanto che non casualmente il ministro delle Politiche agricole Luca Zaia ha espresso la soddisfazione per questo risultato. Per fregiarsi del titolo di "Pizza napoletana Stg", secondo quanto prevede il disciplinare di produzione certificato da Bruxelles, la pizza deve avere un diametro non superiore ai 35 cm, il bordo rialzato fra 1 e 2 cm e nel condimento solo pomodori pelati, mozzarella di bufala campana Doc o la mozzarella Stg, aglio, un filo d'olio, sale e foglie fresche di basilico.

La cottura dovrà avvenire esclusivamente in forni a legna e appena uscita dal forno la pizza dovrà avere una consistenza insieme morbida ed elastica, facilmente piegabile a libretto. Ma soprattutto la si potrà riconoscere dal suo odore caratteristico, profumato e fragrante. Senza dimenticare che non potrà essere congelata o surgelata o posta sottovuoto per una successiva vendita, e non dovranno mancare i controlli lungo tutta la catena di produzione.

Su questa eccellenza alimentare potranno contare i buongustai dopo il via libera di Bruxelles, ma ad una condizione: occhio al logo "Pizza napoletana Stg prodotta seconda al tradizione napoletana", altrimenti non è quella verace. Alla Commissione europea confermano: «Il logo europeo potrà essere utilizzato solo se il prodotto è in stretta conformità con il suo disciplinare di produzione una volta approvato dall'Ue».

Napoli intanto si prepara a festeggiare, facendo i dovuti scongiuri, dopo le delusioni per gli ostacoli - che dal febbraio 2008 - si sono sovrapposti nell'iter decisionale europeo quando la richiesta di Stg è stata ufficializzata sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue. 


Articoli collegati:
Sulla pizza è scontro aperto fra la Fipe e la Coldiretti

Arriva la pizza 'Doc” firmata dagli agricoltori italiani

Il decalogo della buona pizza

No alle "pizze di latta" I pizzaioli protestano su Facebook

I pizzaioli vogliono le scuse del Tg1

Altro che Dieta Mediterranea Il Tg1 calpesta anche la Pizza

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pizza napoletana sgt bruxellen forno a legna pizza di latta cibo Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

08/12/2009 21:45:00
2) Come se la giocheranno i "Signori" della Pizza napoletana?
Nel ringraziarVi per la pubblicazione della notizia, che ho già provveduto a linkare, sul mio account di fb: http://www.facebook.com/posted.php?id=1197725939&success, e per come vi siete sempre schierati a favore della Pizza Artignale Italiana, e nel plaudire insieme a Voi per questo importantissimo riconoscimento Europeo, la cosa adesso bisognerà vedere come se la giocheranno i "Signori" della Pizza napoletana! Ossia, se se la suoneranno e canteranno solo tra di loro, o la condivideranno con il resto dei Pizzaioli italiani, e a che condizioni???, Noi Pizzaioli d'Italia siamo qui pronti a condividere con Voi questa straordinaria opportunità ed attendiamo fiduciosi!!!


08/12/2009 21:45:00
1) Complimenti all'Associazione verace pizza napoletana e l'Associazione pizzaioli napoletani
E ora che ci davano questo disciplinaro della pizza stg non abbiamo tolto niente a nessuno e una cosa napoletana e de giusto che l'hanno approvato. Complimenti a coloro che ci hanno creduto dal primo momento viva la pizza stg mi auguro che chi la fa si aggiorno come fare la stg... Complimenti all'Associazione verace pizza napoletana e l'Associazione pizzaioli napoletani.



ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®