Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 02 febbraio 2023  | aggiornato alle 10:04 | 91528 articoli in archivio

Raccontare il cibo sui social. Meno influencer, più storie credibili

Gianluca Antonelli, amministratore di Capital Innova che lavora nel settore influencer marketing spiega come il food si sta evolvendo a livello di comunicazione

di Vincenzo D’Antonio
 
28 aprile 2021 | 08:30

Raccontare il cibo sui social. Meno influencer, più storie credibili

Gianluca Antonelli, amministratore di Capital Innova che lavora nel settore influencer marketing spiega come il food si sta evolvendo a livello di comunicazione

di Vincenzo D’Antonio
28 aprile 2021 | 08:30
 

Dall'unione di Capital adv, concessionaria pubblicitaria di Milano, e Innova-media, agenzia di comunicazione e management di Ferrara, è nata Capital Innova, startup specializzata in influencer marketing e management di talent del mondo food, beverage e life style. Capital Innova, una grande e prestigiosa struttura creativa è guidata dall’amministratore Gianluca Antonelli con il quale abbiamo piacevole ed interessante conversazione.

Come affacciarsi sui social? Raccontare il cibo sui social Meno influencer, più storie credibili

Come affacciarsi sui social?


Ciao, caro Gianluca. Non dirmi che stasera vai a cena al ristorante? Mi sembra quasi un mantra
La voglia è tanta ma per fortuna anche con i ristoranti chiusi a noi chi cucinasse non è mancato...

E quindi stasera, per la serie "giorno più giorno meno" a casa. Dimmi, nello scenario che ci accingiamo a vivere, parlo da adesso fino alla prossima primavera, posto che un ristoratore possa investire in ambiti che non siano strettamente cucina e strettamente sala, dove, a tuo parere dovrebbe investire?
Sicuramente nella comunicazione, credo che oggi anche il migliore degli chef o i migliori ristoratori debbano saper comunicare al mondo la loro arte attraverso e soprattutto i nuovi media.

Quindi, suggeriresti di investire in fruizione di servizi che la tua azienda eroga. Ecco, mi dici meglio cosa c'è nell’offering di Capital Innova?
Noi siamo Capitalinnova, nati dalla fusione di Innova agenzia creativa di comunicazione e Capital, punto di riferimenti per i più importanti brand del settore. Gestiamo direttamente importanti talent e influencer e collaboriamo con chef di grande fama come Giorgio Locatelli e Andrea Mainardi. La struttura creativa è guidata da me e al mio fianco ho due digital content creator e tre social media manager guidati Matteo Fortina, il nostro Social media Strategist. L'importante attività di scouting è affidata a Willy Vecchiattini. Alla direzione commerciale Massimo Giudici coadiuvato da Sara Bergonzoli nella funzione di responsabile clienti e progetti speciali mentre il coordinamento con le centrali media è affidato a Betty Guggino e Lisa Dalla Noce.

Cosa vi rende differenti dalle altre agenzie?
La cosa che ci rende differenti dalle altre agenzie di influencer è la creazione di format esclusivi. Difficilmente ci limitiamo a trattare un prodotto da promuovere come un semplice product placement e gli utenti sono sempre più diffidenti da chi promuove prodotti attraverso i propri profili social, per questo il nostro reparto creativo è sempre all'opera per creare storytelling persuasivi, ovvero, parliamo del prodotto non solo attraverso l'influencer ma soprattutto grazie a storie, racconti o avventure che alle volte fanno riflettere, altre sorridere, l'importante è che siano credibili.

Quali sono i canali che oggi vengono utilizzati maggiormente?
I canali che utilizziamo sono differenti i nuovi media, nei nostri percorsi di comunicazione si intrecciano spesso con gli old-media. Quello che cambia sempre più velocemente sono la tipologia di contenuti. L'utente ha sempre meno tempo e catturare la sua attenzione diventa sempre più complicato. Per questo monitoriamo l'evolversi soprattutto delle nuove piattaforme social. Per farti un esempio su Tik Tok, il nuovo social network che tutti pensavano fosse dedicato quasi esclusivamente ai giovanissimi abbiamo trovato uno spazio incredibile per proporre i contenuti, come le video ricette, molto corte, trenta secondi al massimo, ma con tantissime visualizzazioni. Uno dei nostri talent esclusivi, Federico Fusca ogni volta che ne pubblica una ottiene tra il milione e mezzo e i due milioni di visualizzazioni... come direbbero su Tik Tok "tanta robaaa".

Qual è il vostro progetto a cui tenete maggiormente?
Di progetti ne abbiamo realizzati molti e per brand importanti ma quello a cui teniamo maggiormente è ancora nel cassetto causa pandemia e stiamo per tirarlo fuori nuovamente perché è già quasi totalmente finanziato e con diversi broadcaster decisamente interessati. Si tratta di un format che ho scritto a quattro mani con Giorgi Locatelli. Il titolo è appunto "Il codice Locatelli" un viaggio attraverso il mondo alla scoperta di segreti e misteri legati all'arte culinaria. Un mix tra avventura, umorismo e storia.

Caro Gianluca, viviamo nel Belpaese dove ci siamo anche assuefatti all'assunto "piccolo è bello", il che, sia detto, sovente è vero. Ma nel caso di erogazione di servizi ad alto valore aggiunto, si dovrebbe acquisire contezza, che sovente è la grande agenzia, quella ben strutturata, che facilita il conseguimento dei risultati attesi
Certamente! E spesso ci si accorge che si investe meno tempo e meno soldi ma che soprattutto si ottengono risultati reali e tangibili!

Ecco, ridare il primato alle competenze ed alle professionalità emergenti. Anche questo serve al nostro Bel Paese.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Tirreno CT
Prugne della California
Devely Kikkoman