Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 10 luglio 2020 | aggiornato alle 00:05| 66643 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Meno burocrazia per i distretti turistici La Brambilla vara il silenzio-assenso

Meno burocrazia per i distretti turistici La Brambilla vara il silenzio-assenso
Meno burocrazia per i distretti turistici La Brambilla vara il silenzio-assenso
Pubblicato il 15 novembre 2011 | 09:42

La norma introduce il principio del silenzio-assenso nel procedimento di formazione dei distretti turistici, previsti dal decreto-sviluppo del maggio scorso. Il ministro del Turismo Brambilla ha annunciato che i distretti turistici «decolleranno rapidamente con grande beneficio per lo sviluppo»

Michela Vittoria BrambillaMeno burocrazia vuol dire più crescita. A questo semplice principio è ispirata anche la norma, introdotta nella legge di stabilità su proposta dell'ormai ex ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla (nella foto), che applica il principio del silenzio-assenso all'istituzione dei distretti turistici. «Semplificazione e sburocratizzazione sono azioni indispensabili per stimolare la crescita dell'economia reale. Troppo a lungo le imprese sono state costrette a tener conto, nel loro operare, di lacci e lacciuoli che non hanno ragion d'essere», spiega il Ministro, continuando però a glissare sulla questione del nuovo Codice del Turismo entrato in vigore lo scorso giugno e accusato di "incostituzionalità" dalla Federazione dei pubblici esercizi (Fipe) della Toscana.

La nuova norma introduce il principio generale del silenzio-assenso nel procedimento di formazione dei distretti turistici, previsti dal decreto-sviluppo del maggio scorso per le imprese turistiche del settore costiero. Queste ultime - nell'ampia nozione introdotta con la Riforma del turismo, che comprende, per esempio, anche le imprese di ristorazione o i parchi di divertimento - potranno chiedere di creare un distretto semplicemente presentando una domanda coerente con gli obiettivi dettati dal decreto: riqualificare e rilanciare l'offerta turistica a livello nazionale e internazionale, accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del distretto, migliorare l'efficienza nell'organizzazione e nella produzione dei servizi, assicurare garanzie e certezze giuridiche alle imprese che vi operano con particolare riferimento alle opportunità di investimento, di accesso al credito, di semplificazione e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni.



Questa domanda, che attiva il procedimento di delimitazione del distretto, s'intenderà accolta «trascorsi 90 giorni dalla sua presentazione, salvo motivato provvedimento di diniego da comunicare ad almeno uno dei richiedenti entro i successivi dieci giorni dalla scadenza del suddetto termine». Effettuata la delimitazione, la presidenza del Consiglio emanerà un decreto che automaticamente applicherà le disposizioni di semplificazione previste per i distretti: agevolazioni per la ricerca e sviluppo, trasformazione in 'zona a burocrazia zero”, attivazione di sportelli unici delle agenzie fiscali e dell'Inps, dove le imprese potranno risolvere, senza ulteriori complicazioni, qualunque questione di carattere tributario o previdenziale.

«In questo modo - conclude il Ministro - i distretti turistici potranno decollare rapidamente. La loro istituzione darà nuovo impulso allo sviluppo e all'ammodernamento della nostra offerta balneare, che per importanza resta il primo prodotto turistico italiano ma che, per battere la concorrenza delle destinazioni emergenti, ha urgente bisogno di un restyling».


Articoli correlati:
Fipe Toscana vs Brambilla Il Codice è «incostituzionale»
Finanziamenti e chiarimenti sul Codice, il ministero del Turismo tace
Esposito propone un tavolo di confronto La Brambilla fa orecchie da mercante
In vigore il Codice del turismo La Fipe sospende il giudizio
Aiuti ai distretti turistico-alberghieri per rendere il turismo più competitivo
Sviluppo del settore e aiuti ai giovani Fipe indica la strada per il futuro

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


michela vittoria brambilla distretti turistici manovra turismo ministro minitero riforma del turismo codice Italia a Tavola turismo Tendenze servizi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®