ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 30 settembre 2020 | aggiornato alle 17:13 | 68111 articoli in archivio
Castel Firmian
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI

I piatti di Cerea ancora solidali
Cena benefica per aiutare Parma

I piatti di Cerea ancora solidali 
Cena benefica per aiutare Parma
I piatti di Cerea ancora solidali Cena benefica per aiutare Parma
Pubblicato il 01 settembre 2020 | 15:23

Un altro gesto solidale della famiglia di Vittorio. Durante il covid a Bergamo e ora per una cena a quattro mani a Colorno (Pr). Chicco Cerea dimostra come unire gesti concreti con un'ottima attività imprenditoriale.

Si chiama "Parma incontra Bergamo", cena benefica già sold out e appuntamento clou dell'edizione 2020 di "Settembre Gastronomico" che vede protagonista il tre stelle Michelin e socio Euro-Toques Chicco Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto (Bg). «Con la cena dell'1 settembre vogliamo celebrare l'amicizia che lega la mia Bergamo - spiega lo chef - alla città di Parma, che durante l'emergenza Covid ha dimostrato tutta la sua solidarietà nei nostri confronti».

Enrico Cerea - Chicco Cerea ospite a Parma Altro gesto di solidarietà bergamasca
Enrico Cerea

Cerea, insomma, sempre sulla cresta dell'onda e sempre impegnato a rendere la cucina un mezzo per dare una mano. Un po' perché i bergamaschi, con le mani in mano non ci stanno mai. E così è la famiglia Cerea, che non è solo Da Vittorio - che più che un ristorante è una holding di 200 dipendenti, una struttura specializzata in banchetti e catering internazionale -, è anche una loncanda di charme e ristoranti a St. Moritz (due stelle Michelin); è un ristorante stellato fuori Europa, precisamente a Shangai; è una serie di esperienze come la joint venture alla Terrazza dell'Hotel Gallia di Milano o il bistrot alla Villa Reale di Monza; è, infine, una serie di conquiste: da due mesi Enrico ha vinto l'appalto per tutta la ristorazione dello Juventus Stadium di Torino, bruciando la concorrenza non solo piemontese ma anche milanese.



Un po' perché Bergamo ha avuto bisogno durante i mesi della pandemia di tutto l'aiuto possibile. E così ha fatto la famiglia Cerea, con Enrico che, durante le fasi di realizzazione dell'ospedale da campo a Bergamo, ha dichiarato: «Abbiamo deciso di contribuire attivamente all'organizzazione delle attività [dell'ospedale da campo], offrendoci volontari per la preparazione dei pasti». Si inserisce in questo contesto anche l'edizione speciale di Ristogolf (associazione di cui Chicco Cerea è presidente) per Bergamo, che ha raccolto in una recente tre giorni 9mila euro per la Fondazione Cesvi.

Il messaggio per l'ospedale da campo di Bergamo - Chicco Cerea ospite a Parma Altro gesto di solidarietà bergamasca
Il messaggio per l'ospedale da campo di Bergamo

Un mix tra impegno professionale, imprenditoria e beneficenza. Una combinazione che durante i mesi del lockdown ha fatto la sua parte, con impegno e sacrificio: «Inutile dire che sono stati mesi durissimi, ma siamo sempre rimasti qui a lavorare, anche quando nel nostro territorio c'era l'ecatombe». Dopo aver chiuso il loro ristorante due giorni prima degli altri, i Cerea si sono messi subito a disposizione dell'emergenza; con le riaperture di giugno, il ristorante Da Vittorio ha ricominciato a vivere malgrado l'assenza di turisti stranieri.

L'anno di stella Michelin a Macao - Chicco Cerea ospite a Parma Altro gesto di solidarietà bergamasca
L'anno di stella Michelin a Macao

Non è stato facile e non lo è tuttora, ma nonostante la crisi i Cerea hanno salvaguardato l'intero staff dei dipendenti, anticipando loro la cassa integrazione. Inoltre, forti della loro determinazione, si sono reinventati: «Oltre ad investire nel delivery, abbiamo ripensato i grandi spazi esterni con piscina del DaV Cantalupa, l'abbiamo trasformata quest'estate in un'area di ristorazione più pop ma sempre all'insegna dell'alta qualità, proponenso tre tipi di pizza e un barbecue con carni speciali dei nostri fornitori di fiducia».

Si capisce bene, da questo alto numero di esperienze e iniziative, la grande imprenditoria della famiglia Cerea e la grande disponibilità nel mettersi al servizio delle cause più giuste, proprio come la cena solidale Parma incontra Bergamo, che «contribuirà a raccogliere fondi a favore di Emporio Solidale Parma, che in questo momento, attraverso lo strumento della spesa gratuita, aiuta quotidianamente circa 1.300 famiglie in difficoltà economiche», ha spiegato Cristiano Casa, assessore al Turismo del Comune di Parma.

Bobo e Chicco Cerea - Chicco Cerea ospite a Parma Altro gesto di solidarietà bergamasca
Bobo e Chicco Cerea

La cena (già sold out) si svolgerà a Colorno stasera, all'interno della Reggia parmense. Lo chef tristellato proporrà uno dei suoi piatti simbolo, il Risotto con pesto gentile, gamberoni rossi ed emulsione di pomodoro.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cuoco chef Da Vittorio ospedale da campo Macao Villa Reale Hotel Gallia catering Cantalupa crisi solidarieta beneficenza imprenditoria stella Michelin Euro Toques Enrico Cerea Roberto Cerea Chicco Cerea Bobo Cerea Cristiano Casa

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®